Strategie e segreti per creare un menu

Vorrei parlarvi dei segreti contenuti nei menu dei ristoranti per vendere di più. Probabilmente questo articolo è fuori tema rispetto ai tradizionali post di Dynamick ma si possono estrapolare dei concetti utili anche per il web.

Vorrei parlarvi dei segreti contenuti nei menu dei ristoranti per vendere di più. Probabilmente questo articolo è fuori tema rispetto ai tradizionali post di Dynamick ma si possono estrapolare dei concetti utili anche per il web.

strategie per la creazione di menu

Come sono allora questi menu che inducono i clienti ad acquistare più pietanze? Bhe.. apparentemente semplici ma ricchi di trucchi che ora vi elenco:

Mancanza della valuta €

Il simbolo dell’euro (€) manca dai menu per questa ragione: questo piccolo simbolo ti ricorda che stai spendendo dei soldi. Secondo uno studio della Cornell University del 2008, i ristoranti che hanno dismesso la valuta, hanno incrementato i loro incassi di 5.55 dollari.

Prezzi scalati

I menu tipicamente mostrano i prezzi giusto accanto alla descrizione della pietanza piuttosto che incolonnati nella colonna di destra. Perchè? In questo modo ti riuscirà difficile confrontare i prezzi per trovarne di più economici. Usando questa tecnica, si ottiene un aumento del 10% negli incassi.

Zone ad alto profitto

Se hai provato a memorizzare una lista di voci, saprai allora che le prime e le ultime righe della lista sono le più facili da memorizzare. La stessa idea può essere applicata ai menu, così i ristoratori pongono all’inizio e alla fine di ogni pagina le pietanza con più margine di profitto. Si aumenta del 25% la vendita dei piatti in queste zone strategiche.

Grassetto

Il carattere in grassetto attraggono l’attenzione del cliente. La tecnica aumenta gli introiti del 10%.

Descrizioni tentatrici

Descrizioni elaborate, in particolare quelle che scatenano sentimenti di nostalgia e ricordi intensi possono incrementare le vendite del 27%. (foto via Flickr, tratto da ThatsSoYummy)

15 commenti

  • Ciao, veramente utili queste info. Sapresti anche dirmi qual’è il formato migliore per un menù? Sia per grandezza che per quantità di pagine. Grazie Alessandra

  • Semplice ed effettivo: hai sintetizzato dei punti di assoluta validità con dati alla mano: complimenti!
    Ne terrò certamente conto nella preparazione del nuovo menù del mio ristorante al Cairo.

  • consigli mirati! questo è quel che mancava! poche regole perfette…al posto di tante sparate trite e ritrite! BRAO TOSO!!!

    • ehehe, grazie per il “brao toso”… ma non sono di Vicenza, ma di Verona!!! ahahaah

  • Ma secondo voi è bene mettere foto del piatto finito con la descrizione?

    • Assolutamente sì, è buona cosa. E’ importante che l’immagine sia di ottima qualità (professionale).

  • MI chiamo Davide e ho un ristorante in playa del carmen ,veramente interessanti i punti descritti su come mettere un menu’ ….grazie

    • @Davide: sono contento ti possa essere utile questo articolo. Stay tuned! Ciaooo e buon lavoro!

  • grazie.
    ne terro’ conto

  • bravo è vero lincremento ce

  • Trovo interessantissime le vostre info,ho un ristorante a ibiza,potreste aggiornarmi su nuove tecniche e consigli????
    colgo l’occasione per invitarvi a ibiza…..
    Carmen

  • Chissà quanti nelle piccole realtà cittadine applicano queste tecniche, secondo me pochissimi :-)
    Ottimo post Mick.

  • Ottimo articolo. La dritta della valuta, potrebbe essere applicata anche negli storeonline.

  • Invece un articolo interessante. Sono quei consigli che difficilmente riusciresti a trovare in rete.
    Grazie della dritta!

  • Non avevo mai pensato alla questione degli allineamenti o della mancanza del simbolo dell’euro (cosa che riscontro forse di meno). Ora so già che comincerò ad analizzare ogni menù che mi capiterà sotto al naso :D

Unisciti alla discussione

Potresti usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.