Accessori iPad2: Camera Connection Kit

MC531_AV2.jpg

iPadCamera Connection Kit
Come vi avevo spiegato nell’articolo riguardate nel prime impressioni dopo l’acquisto di un iPad 2, ho limitato la mia scelta ad un dispositivo con configurazione base perchè non ero e non sono interessato ad un utilizzo intensivo come fonte di intrattenimento.

Un hard disk superiore ai 16 GB è invece sicuramente utile per chi decide di mantenere sul suo iDevice: Filmati, un gran numero di applicazioni, foto e musica. Nel mio caso l’uso che faccio dell’iPad riguarda per lo più il recupero di contenuti e l’integrazione delle sue funzioni all’interno di un utilizzo domestico. Tuttavia mi è capitato diverse volte di pensare di aver compiuto una scelta affrettata nell’acquisto della versione ridotta nella memoria, considerando il fatto che questa non è espandibile in modo immediato. Per chi però ha effettuato il Jailbreack, questo problema non esiste più.

Camera Connection Kit

iPadCamera Connection Kit
L’hardware che viene fornito comprende due connettori uno con ingresso USB che permette il collegamentodi chiavi e fotocamere, l’altro invece è per schede SD e SDHC senza nessuna limitazione di dimensione.

Disk Mounting

Con l’ultimo aggiornamento firmware Apple ha notevolmente ridotto l’alimentazione in uscita dal connettore dell’iPad, passando da 100mA a 20mA, questo per ottenere una durata superiore della batteria. Il malcontento generato potrebbe però portare la ditta di Cupertino a rivedere le sue scelte, fornendo magari la possibilità di autoregolare la potenza necessaria tramite un’opzione. ll problema non sussiste invece con le schede SD che vengono ancora lette senza problemi.

Jailbreack Improvements

iFile

Come dicevamo il Jailbreak risulta fondamentale per estendere il funzionamento di questo accessorio, che nativamente è limitato all’importazione delle immagini e di filmati MP4 (compatibile con iDevice)

Utilizando iFile, che nella nuova versione consente il montaggio dei dischi DMG proprio come su Mac OS X, potremmo tranquillamente collegare qualunque tipologia di memoria esterna dotata di memoria flash,se essa è supportata dall’alimentazione del connettore; così saremo in greco di recuperare da essa i documenti che ci interessano e non solo le fotografie. Per quanto riguarda gli Hard Disk il caricamento non è immediato, esiste una procedura per il loro montaggio che in questo caso non è andata a buon fine a causa della mancanza dell’editor di testo Nano, necessario al funzionamento. Per chi ne fosse in possesso la guida è reperibile qui.

iFile permette la riproduzione di un buon numero di documenti, e di quasi tutti i formati di fotografie compresi i RAW. Per la visualizzazione immediata dei filmati questi dovranno essere invece nel formato iPad MP4, altrimenti sarà suffciente importarlì così come sono nella cartalla media e riprodurli attraverso VLC, spostando manualmente i file nella cartella adatta, o altri programmi simili. Altri tipi di documenti possono essere invece aperti direttamente dalla memoria esterna, tramite link alle applicazioni supportate, su tutti GoodReader

Tips & Tricks

Personalmente ho optato per l’acquisto di una memoria SDHC da 8Gb, che aumenta del 50% la memoria disponibile del mio iPad, permettendomi di portare con me: film e un po’ di musica quando non voglio avere il peso di un portatile nella valigia. Esistono ulteriori accorgimenti che possiamo prendere per ovviare il problema dell’alimentazione ridotta del connetore:

  • Hub USB Non Alimentati: ho provato e le periferiche tendono a funzionare, una alla volta, per qualche secondo. Nel mio test bastava un leggero movimento ad impedire il funzionamento della memoria esterna.
  • Hub USB Alimentati esternamente: sebbene questa soluzione porta a perdere un po’ di portabilità vi permetterà di utilizzare le vostre periferiche qualunque esse siano, per quanto riguarda gli Hard Disk esterni non sono riuscito a montarli in quanto non trovo il text editor nano necessario.
  • Utilizzare cavi doppi per l’alimentazione: questa soluzione con me ha funzionato solo nell’alimentazione dell’HUP
  • vecchi ipod: sembra una soluzione ottimale utilizzare vecchi iPod in modalità HD perché sono dotati di batteria

Dynamick non si assume la responsabilità per eventuali danni causati dall’eccessiva alimentazione sia alle periferiche che all’iPad o Accessori.

Le memorie non sono l’unico accessorio che può essere utilizzato dal Camera Connection Kit. Attraverso l’adattatore USB è anche possibile collegare:

  • Tastiere Esterne
  • Almplificatori Audio USB e Wireless
  • telefoni USB

Conclusioni

Camera Connection Kit

A questo punto dello sviluppo il camera connection kit può risultare uno strumento comodo da portare con se per migliorare ulteriormente il’idevice, aspettando il prossimo firmware nella speranza di ritrovare anche quei dispositivi che non possiamo ad oggi utilizzare facilmente.

Personalmente non trovo una grande differenza nell’acquistare la versione originale Apple rispetto a un’alternativa non di marca, soprattuto perchè i prezzi risultano assai simili. Azzardando un parere avere due connettori separati vi protegge dal fatto che se uno dovesse rompersi l’altro continua a funzionare.

Sconsigliamo comunque di sbloccare manualmente il connettore se non sapete cosa state facendo, è una pratica rischiosa che rischia di danneggiare l’iPad, è comunque probabile che Apple torni su sui passi.

iPad 2: Prime Impressioni

apple_ipad_2_4.jpg

Apple ipad 2 4

Dopo solo qualche giorno dall’acquisto del mio nuovo iPad 2 vi racconto la mie impressioni, prima e dopo il Jailbreak.

Innanzi tutto la scelta di un 16Gb Wifi, con Smart Cover per puro vezzo.

Ipad2 smartcoverflow

Per un utilizzatore com   e me, per cui l’attività principale riguarda la lettura di articoli,  la selezione delle notizie ed una continua navigazione ad internet, 16Gb sembrano più che sufficienti; la domanda che dovreste porvi è:
L’ascolto della musica e la visione dei film è la prima o la seconda delle attività a cui dedicherò il mio tablet?” nel mio caso la risposta è evidente. La visione di un film può essere limitata alla vacanza, o al viaggio in treno, e da fedele utilizzatore di iPhone 3GS la musica e soprattuto la connessione 3g possono venire da lì.

Ma veniamo all’unpacking vero e proprio: nella confezione, come al solito molto curata da Apple, sono presenti oltre al tablet, anche un cavo per la connessione al pc e l’adattatore corrente uguale a quello per iPhone. Non sono presenti invece gli auricolari, cosa che personalmente mi ha lasciato perplesso, visto anche il prezzo a cui sono messe in vendita da Apple.

Specifiche:

Apple ipad 2 64gb wifi white

Cominciamo parlandovi delle specifiche tecniche dell’iDevice.

IPad 2 Battery Life

La batteria ha una durata più che sufficiente, per i primi tre giorni non l’ho ricaricato mai se non nei momenti di sincronizzazione delle applicazioni e del backup, arrivando dopo un utilizzo medio al 30% della batteria come minimo.

La memoria Ram è sicuramente il punto di forza, l’integrazione con iOS 4 lascia soddisfattissimi e anche se purtroppo rimane la critica sull’utilizzo Singletasking, posso dirvi che questo problema può essere tranquillamente risolto nelle successive sezioni. L’iPad 2 non va mai in debito di memoria, sicuramente anche per le ristrette politiche di Apple, tuttavia la navigazione e la lettura risultano piacevolissime, forse ancor di più che da un vero computer desktop, in quanto l’utente risulta immerso direttamente nella navigazione.

Nuovo bar multitasking in ios ipad gm 1

Luminosità e schermo: personalemente trovo un po’ irritante il continuo cambiare orientazione dello schermo per tanto ho optato per un  blocco permanente, disponibile nelle opzioni. La luminosità, che può essere diminuita direttamente dalla MultiTasking Bar, non affatica lo sguardo anche per la lettura prolungata di PDF, Feed e qualche fumetto. Il vero problema è stato il riflesso del sole sull’autobus, contro cui non c’è stato nulla da fare se non arrendermi e cambiare posto appena possibile.

Schermata 2011 07 18 a 18 58 53

Spazio Disponibile: ovviamente al momento non ho ancora riempito completamente il mio tablet, vi rimando perciò al discorso iniziale.

Usabilità:

Wsj ipad app

Dopo pochi giorni di utilizzo posso dire che l’usabilità di questo strumento è soprendente, soprattuto integrandolo con la Smart Cover (per cui vi consiglio la versione in gomma, lavabile e si danneggia meno) che permette una scrittura direttamente da schermo, senza la necessità di una tastiera esterna. La difficoltà di scrittura touch è solo iniziale, anche se ogni tanto scappa qualche refuso, si migliora con l’utilizzo esattamente come quella fisica.

La grandezza dello schermo offre un’ottima visione delle pagine web sia in Landscape che in verticale, tuttavia questa seconda posizione offre una presa meno solida. La Smart Cover ci viene in aiuto anche in questo caso fornendoci maggiore solidità mentre teniamo il nostro tablet con una mano sola, cosa che ovviamente vi consiglio di fare il meno possibile per evitare tragici incidenti.

Visione dei Video su Youtube e Lettura (feed, pdf ecc) sono le attività che questo strumento svolge al meglio, considerando ovviamente il Gaming come attività secondaria, che non ho avuto modo di provare con i giochi più blasonati (e costosi) dell’App Store.

Ipad app store

App

Eccoci finalmente all’argomento che più ci riguarda da vicino, visto il continuo  impegno di Dynamick nel fornirvi recensioni riguardo le migliori applicazioni disponibili in App Store.

Dopo qualche giorno di utilizzo le potenzialità di questo strumento emergono moltissimo, come emergono purtroppo anche alcuni difetti fastidiosi che potevano essere risolti tramite una politica diversa di Apple.

Overview hero 20110303

Iniziamo con i gli aspetti più che positivi riscontrati in questi primi giorni:

Le nuove app integrate, Facetime e Photobook sono sicuramente di prima fascia inoltre applicazioni disponibili sono già moltissime, tutte distinte dal solito controllo di qualità fornito da Apple. Sono numerosissime le applicazioni dedicate alla lettura e alla riproduzione dei file di testo, spiccano dall’utilizzo iniziale sicuramente tra quelle gratuite.

  • Wired for iPad
  • Twitter
  • Flipboard e/o Zite
  • Moleskine
  • Muji Cal
  • MyPad free
  • Dropbox

Le applicazioni disponibili per iPad 2 sono complessivamente un po’ più costose rispetto a quelle per iPhone e iPod Touch, tuttavia la qualità è più simile a software per computer desktop. Sono disponibili anche suggerimenti tra le applicazioni sia tramite la funzione Genius già vista su iTunes e su gli altri store, sia con i Kit di applicazioni dedicate a particolari attività, è comunque bene informarsi molto prima di effettuare l’acquisto, visto che parliamo di media di una decina di euro di spesa per le applicazioni più professionali.

La memoria dell’iPad 2 vi permetterà di passare facilmente tra un’app e l’altra senza soffrire troppo la differenza di utilizzo Singletask. Inoltre bisogna dire che ad esclusione del processo di scrittura le applicazioni sono progettate per una navigazione che utilzza entrambe le mani, così da facilitarvi sia la presa salda che il pieno utilizzo del dispositivo

Overview photobooth image 20110303

Infine non possiamo risparmiarci qualche critica

L’iPad 2 non integra tutte le applicazioni presenti normalmente in iOS, non sono infatti presenti: Calcolatrice e Orologio; inoltre le applicazioni già disponibili per iPad 2 sono moltisisme tuttavia, se siete già utilizatori di iOS 4 tramite iPhone rassegnatevi al fatto che pochi tra i vostri acquisti saranno compatibili con il tablet di seconda generazione; in alcuni casi come per Facebook  non esiste ancora una versione adeguata al dispositivo, in altri sono disponibili versioni separate, anche nel pagamento.

Conclusioni

Non posso dirmi non soddisfatto dell’acquisto, anche grazie ad una notevole integrazione con il mio iMac (ma possibile anche con Windows), che mi ha arricchito di un ulteriore strumento di lavoro, ma anche di intrattenimento.

Essendo un acquisto importante è bene valutarne tutti i pro e contro, anche in merito a processi come il Jailbreak, cosa che affroneremo nella seconda parte di questa raccolta di impressioni.