Disponibile Google Earth 7 con guide turistiche ed immagini 3D

google_earth_7

Qualche giorno fa Google ha rilasciato la nuova versione di Google Earth che è quindi già disponibile per il download per Windows, Mac e Linux.

google_earth_7

Per chi lo aspettava, è dunque disponibile Google Earth 7 con guide turistiche ed immagini 3D per alcune città: queste stesse features erano state aggiunte con un aggiornamento mesi fa sia per l’applicazione iOS che per quella Android, quindi per alcuni sono già note. Continua a leggere

Finale Italia Spagna, europei di calcio 2012: ecco lo stadio Olimpico di Kiev

Gli Europei di calcio 2012 in Ukraina e Polonia stanno dando grosse soddisfazioni ai tifosi di calcio italiani, visto che domenica l’Italia giocherà con la Spagna le finale per vincere il torneo europeo.

Per i tifosi che domenica 1° luglio non potranno andare allo Stadio Olimpico di Kiev, Google Street View ha pubblicato sulle sue mappe la vista a 360° del campo di gioco dello stadio e di altri 7 stadi interessati dal torneo.

Questo è il campo del NSC Olimpiyskiy (Stadio Olimpico) di Kyiv dove verrà giocata la finale Italia Spagna, con tutti i suoi splendidi dettagli:

Questo invece è il famoso stadio nazionale di Varsavia, teatro della partita inaugurale degli Europei:

Gli altri stadi che sono stati catturati da Street View sono, per l’Ucraina, il Donbass Arena a Donetsk, il Metalist Stadium a Kharkiv e l’Arena Lviv. Mentre in Polonia si possono vedere Poznan, Gdansk e Wroclaw.

Inoltre, molti degli stadi in Polonia e Ucraina, coinvolti nel torneo europeo, sono stati modellati in 3D e pubblicati su Google Earth, permettendo così agli utenti di sorvolare e atterrare negli stadi direttamente dal satellite di Google Earth. Per attivare i modelli 3D, è sufficiente spuntare la voce Edifici 3D su Google Earth o cambiare vista a Earth View su Google Maps, sorvolare i bellissimi stadi degli Europei di calcio, come Poznan.

Google Earth: in vacanza alle Hawaii per chi non può andarci

In queste settimane estive la voglia di vacanze è tantissima. Per calmare la fame, vi faccio sognare con le migliori spiagge del mondo. E’ notizia di questi giorni l’aggiornamento delle mappe e immagini di Google Street View nelle isole Hawaii e questi di seguito sono i risultati.

Da 3 anni sono pubblicate su Street View alcune strade delle isole Hawaii, ma in questi giorni sono state sostituite con nuove e più definite immagini raggiungendo un livello di copertura delle isole veramente notevole.

Panorami e scorci mozzafiato sono tantissimi e questi sono alcuni di essi: “Road to Hana” a Maui, il Parco nazionale dei vulcani di Hawaii, e la bellissima costa Kohala.

Vi ricordo che queste straordinarie immagini si possono vedere anche tramite Google Earth. Dalla versione 6.0 in avanti, infatti, è stato introdotta anche la tecnologia Street View, per avere un esperienza 3D completamente immersiva.

Potete quindi semplicemente cercare “Hawaii” su Google Earth o su Google Maps per cominciare a sognare e viaggiare nelle isole più belle del mondo!

NoW, News of the Week #3

Terzo appuntamento con NoW, la rubrica in cui vi illustriamo le maggiori novità legate al mondo della tecnologia, di internet e dei social media. Questa settimana è stata ricca di interessanti novità, questo appuntamento riguarderà:

  • Rumors: il nuovo iPhone è in arrivo?
  • Google: Knowledge Graph e web semantico;
  • Italia: Volunia “2.0”;

Il nuovo iPhone  ad ottobre, saranno confermati i rumors?

In questi giorni non si fa che parlare di Samsung e del nuovo gioiello Galaxy SIII di cui vi abbiamo parlato nel nostro ultimo appuntamento di questa rubrica. A quanto pare Apple inizia a risentire del colpo inferto dalla concorrenza e dal sistema operativo rivale Android. Pare infatti che i dirigenti dell’azienda di Cupertino abbiano deciso di velocizzare la procedura di produzione della nuova generazione di iPhone(e probabilmente di iPad mini ndr). Il debutto sul mercato, almeno per quanto riguarda lo smartphone di casa Apple, dovrebbe avvenire entro ottobre 2012, sempre se le case produttrici a cui Apple stessa si è rivolta per la produzione dell’hardware rispetteranno l’inizio della produzione fissato per gli inizi di giugno. In particolare voci vicine ad Apple sostengono che la dimensione dello smartphone utilizzata sin dal 2007, i classici 3,5 pollici verranno sostituiti da un nuovo schermo da 4 pollici anche se pare che questa possa non essere la dimensione definitiva dello schermo. Pur non essendoci rilevanti informazioni o rumor riguardo le altre caratteristiche tecniche del dispositivo pare infine che per la terza volta ci potrebbe essere un re design completo del nuovo iPhone5. Ecco alcuni tra i migliori concept attualmente reperibili sul web:

Google ed il web semantico,  s’ha da fare

Il web semantico non è altro che la perfetta integrazione di informazioni con le ricerche dettate dagli utenti, non altro che una modalità di rendere la rete più ordinata e fruibile oltre che più umana. Una guida molto completa al web semantico è a vostra disposizione su html.it. Alcuni motori di ricerca già integravano questa possibilità da alcuni anni. Bing ad esempio è stato un pioniere del web semantico, già due anni fa era possibile ricercare molto accuratamente informazioni sul motore di ricerca semplicemente digitando domande a cui il motore stesso si limitava, in base alla fitta rete di cui disponeva, a rispondere(purtroppo una funzione disponibile solo in inglese).

Da oggi anche Google grazie anche  alle notevoli ricerche in atto da anni introduce il suo Knowledge Graph (letteralmente “rete della conoscenza” ndr). Amit Singhal, un ingegnere del progetto sul blog ufficiale di Google ammette:

Oggi sono davvero entusiasta di lanciare il Knowledge Graph, che vi aiuterà a scoprire nuove informazioni in modo rapido e semplice.

Se per  decenni la ricerca online è stata ridotta alla mera corrispondenza tra parole chiave dei contenuti e query impostate dall’utente, con quest’ultima innovazione Google tenterà di personalizzare e plasmare ulteriormente le ricerche degli utenti rendendole più veloci e complete.  I tre fattori su cui si è focalizzata l’attenzione degli sviluppatori sono:

      • Trovare l’informazione più esatta tra miliardi di pagine
      • Avere la migliore sintesi di informazioni
      • Approfondire la conoscenza dell’argomento di ricerca.

Volunia 2.0, voglia di riscatto

Ci avevano provato ma purtroppo pare non sia andata molto bene, tutti si sono chiesti infatti se fosse il momento di iniziare una competizione con un mercato troppo avanzato quale è quello dei motori di ricerca dominato da colossi come Google, Microsoft e Yahoo. Le l’approdo di una nuova versione del motore di ricerca made in Italy sono state annunciate in una email inviata ai power user. Eccone uno stralcio riguardante le nuove funzionalità:

        • Rafforzeremo le funzioni di ricerca attraverso l’integrazione nel sistema Volunia di uno dei principali motori di ricerca presenti sul mercato mondiale. Abbiamo deciso, pur continuando a portare avanti lo sviluppo del nostro motore, di mettere a tua disposizione un motore di ricerca primario, per consentirti di fruire di tutte le funzionalità di Volunia e di tutte le sue potenzialità.
        • Volunia avrà una nuova veste grafica, più funzionale e accattivante, pensata e realizzata anche grazie al tuo contributo.
        • Metteremo a tua disposizione documenti più chiari ed esaustivi riguardanti le politiche di privacy e i termini e condizioni di utilizzo del servizio Volunia.
        • Infine, abbiamo completamente rinnovato la nostra comunicazione online, sarà a tal fine inaugurato il nostro canale ufficiale ( blog.volunia.com/it ) dove, se lo vorrai, sarai coinvolto in un sondaggio per la scelta di alcuni aspetti grafici legati alle mappe visuali. Sarà pubblicata una sezione Q&A rinnovata e sarà inoltre disponibile un servizio di newsletter.

La grafica e le funzionalità  a prima vista paiono migliorate, sono stati snelliti i troppi pulsanti che rendevano la pagina troppo pesante visivamente. La ricerca è diventata più veloce e completa anche grazie alla collaborazione sviluppata in questi mesi di assenza con aziende del calibro di Bing e Yahoo. Rimane da chiedersi per quale motivo un motore di ricerca decida di collaborare con la concorrenza. Purtroppo persistono i problemi riguardo l’accesso ai social network, sia Facebook che Twitter come anche Pinterest sono irraggiungibili a causa delle limitazioni imposte agli iFrame. Nei prossimi giorni avremo cura di informarvi al meglio dopo una prova più accurata del servizio.