iPhone App per aumentare la tua produttività [Pro App]

500x gtd tabs 2 1

Eccovi all’ultimo appuntamento di questo percorso attraverso le migliori applicazioni  per gestire progetti e attività che sono attualmente disponibili per iPhone.

Dopo aver provato e recensito per voci le migliori applicazioni gratuite e quelle  con rapporto qualità prezzo migliore oggi ci dedicheremo alle applicazioni professionali, il cui prezzo lievita di fronte ad una varietà di funzionalità di prima fascia.

Things (iPhone 7,99 Euro iPad 16,99 euro e Mac)

Schermata 2011 05 07 a 18 44 07

La versione per iPhone della famosa applicazione desktop è stata da subito tra le migliori applicazioni del’appstore.

Tt screenshot quickentryTt screenshot nextTt screenshot lists

Things risulta molto flessibile alle vostre esigenze in quanto fornisce un gran numero di funzionalità. Ottima sia per la gestione degli impegni quotidiani (appuntamenti, todo list, e memos) consente una gestione avanzata dei progetti, distribuibili nel tempo tramite una facile integrazione tra le due sezioni del GTD.

In perfetto stile GTD l’app mette a disposizione sia tag che “aree di lavoro” con cui suddividere gli impegni per competenza, situazione ed ottimizzare così al massimo la propria giornata.

Screenshot things big5

Ovviamente tutto questo può essere sincronizzato con la comoda applicazione desktop, semplicemente tramite una connessione wifi, che  si interfaccia facilmente con iCal.

Quest’accoppiata risulta essere spesso vincente, anche arricchita dalla versione esclusiva per iPad, in quanto aggiunge alla semplicità e alla immediatezza dell’utilizzo un numero di funzioni sufficiente a piegare l’applicazione alle proprie necessità senza dover imparare ad usarla.

Per i clienti che hanno effettuato il jailbreak Thing è integrata nativamente nel famoso tool di personalizzazione della LockScreen LockInfo. Potrete trovare maggiori informazioni su Lockinfo qui.

Ominifocus (iPhone 15,99 e iPad 31,99 Mac 55 euro)

OmniFocus for iPhone overview hero 1 1

Quest’applicazione è sicuramente la più completa presente negli store di Apple, tuttavita comporta anche una spesa leggermente superiore alle precedenti.

La sua perculiarità è che è stata progettata ricalcando completamente le teorie di David Allen note per il libro Getting Things Done.

L’app si integra perfettamente con il sistema operativo iOS tramite notifiche push e un comodo bookmarklet che vi permetterà di passare rapidamente i link da safari a Ominfocus.
E’ prevista la funzione di compattazione del database per velocizzare l’apertura dell’app dopo un utilizzo frequente e intensivo.

Questo è uno strumento incentrato soprattutto sulla produttività lavorativa, quindi progetti, appuntamenti, risorse da studiare, ma è versatile e può essere piegato anche ad attività più quotidiane.

Mzl jiybowgs 320x480 75

Mzl xmumsjvj 320x480 75

  • I gruppi smart, vi permetteranno di organizzare le note trasversalmente, secondo caratteristiche che si differenziano dalla categoria, come l’urgenza o il ritardo.
  • La Mappa, vi permetterà di strutturare la todo list in base alla vostra posizione attuale e quindi ai vostri spostamenti, segnalandovi con delle notifiche quando vi troverete più vicini al luogo dove potete completare un progetto.

La versione desktop si sincronizza rapidamente ed è possibile anche trasferire delle impostazioni personalizzata dal proprio Mac all’iDevice.

OF sync 180x200

Todo di Appigo (iPhone e iPad 3,99 euro)

Todo Online 2011 05 07 18 38 01

E’ la meno costosa delle tre applicazioni presentate oggi, questo però non significa che non sia professionale.
Come le precedenti presenta un sistema organizzativo sia per appuntamenti che per progetti e note.

La struttura è simile a quella di Thing, permettendo sia l’inserimento di etichette (tag) che di Aree di lavoro.

IMG 0597IMG 0598IMG 0596

Non è presente un applicativo desktop per la sincronizzazione delle note, tuttavia l’app può interacciarsi con ben 2 diverse suite online per la produttività

  • Todo Online (ufficiale a 19$ al mese)
  • Toodledo, servizio gratuito online, disponibile anche nella versione a pagamento.
  • Inoltre è previsto un software di sincronizzazione incrociata della vostra libreria Appigo Todo: Appigo Sync. Questo strumento vi permette di sincronizzare l’app per iphone con Outlook Su Windows e con iCal su Mac OS X

Per l’estate è comunque stata prevista una versione desktop disponibile sul Mac App Store, a questo indirizzo è possibile iscriversi per la versione beta privata.

Anche Todo, com Things, è supportata nativamente da Lockinfo, per coloro che hanno effettuato il Jailbreak.

Wallaby: Flash funziona ora anche su iPhone

Wallaby“è il nome in codice di una tecnologia sperimentale, che converte la grafica e l’animazione contenute in Adobe Flash (FLA) file in HTML 5. Ciò consente di estendere la raggiungibilità dei vostri contenuti anche a dispositivi che non supportano il runtime di Flash (la famiglia iPod, iPhone, iPad). Una volta che questi file vengono convertiti in formato HTML, li potete modificare con uno strumento di editing HTML, come Adobe Dreamweaver, oppure a mano se lo si desidera. È possibile visualizzare l’output di uno dei browser supportati o su un dispositivo IOS.

Per poter provare, scaricate gratuitamente  Wallaby dai Labs di Adobe.

Scarica Wallaby

iPhone App per Aumentare la Produttività spendendo poco

Non molto tempo fa abbiamo recensito per voi tre ottime applicazioni completamente gratuite che vi permettono di gestire al meglio i vostri impegni tramite lo smartphone del momento: l’iPhone. Nel precedente articolo abbiamo visto ciò che viene offerto gratuitamente ha un gusto molto più dolce per il suo utilizzatore, e nel mondo delle applicazioni mobili questa sensazione è sempre molto diffusa vista la grande quantità di persone disposte ad accettare banner e pubblicità che risultano comunque remunerative per i programmatori; il Melafonino ha però  anche cambiato i prezzi dei software che, nella loro forma portatile, hanno sicuramente un costo inferiore e abbordabile. Per questo motivo oggi proseguiamo il nostro percorso di esplorazione delle applicazioni rivolte alla nostra produttività con la categoria del prezzo intermedio

Cheap: Basso Costo Grandi Funzioni!

Put Things Off (1,59 euro)

pto1 pto2 pto3

Quest’applicazione è sicuramente una delle mie preferite per la qualità graifica e la cura dei dettagli che lo sviluppatore ha dimostrato. Per quanto riguarda le funzioni tecniche, l’applicazione si basa su un sistema di impilamento delle proprie task simil cartaceo, basando la propria gestione degli impegni focalizzati sulla propria imbox e considerando tutti gli altri eventi posteriori a quelli odierni in modo generale, così da limitare le nostre distrazioni.

Quattro cartelle dividono le nostre note in

  • Inbox
  • Oggi
  • Posponi
  • Complete

Semplice e veloce quest’applicazione è davvero trasparente. Le note, che come detto sono organizzate in una gestione a pila, possono essere riordinate tramite drag and drop per gestirne la priorità, tramite comodi comandi poi sarà possibile posporre un evento o anticiparlo.

L’app permette anche una programmazione degli aventi a lungo termine, fornendo una visione settimanale delle proprie attività.

Per chi volesse è disponibile un account onlin a 0,79 cent al mese che aggiunge la  comoda funzione di invio delle note direttamente dal browser nella inbox.

TeuxDeux (2,39 euro)

td1 td2 td3

L’app si presenta come un client della famosa applicazione online per la gestione degli impegni, per questo motivo è integrata la sincronizzazione dei vostri appuntamenti.

la gestione degli impegni è più simile ad un calendario online tuttavia, per esperienza, posso dirvi che l’applicazione si colloca comodamente nel mezzo. L’aspetto minimale e la velocità di inserimento degli appuntamenti la rende un’app adatta a coloro che non vogliono fronzoli per non farsi distrarre.

La sincronizzazione è rapidissima e l’app consente di gestire account multipli per organizzare ancor meglio gli eventi a cui dovete partecipare.

eTodo (0,79 euro)

IMG_0380 IMG_0381 IMG_0383 mzl.asustfbi.320x480-75

L’ultima è  la più economica delle applicazioni che vi presentiamo oggi in quanto è in offerta speciale fino al rilascio della prossima versione. Diversamente dalle altre due che vi abbiamo presentato questa soluzione per gestire i propri impegni, progetti e note con un gran numero di opzioni e funzionalità che la rendono più completa ma meno immediata delle precedenti.

IMG_0379

La grafica iniziale è intuitiva e personalizzabile nello sfondo; come spesso abbiamo visto in questo percorso tra le applicazioni GTD, abbiamo esenzioni definite per la gestione di eventi in entrata, progetti, e molto altro. Tutto è più chiaro dall’immagine di tutorial messa a disposizione dagli sviluppatori nell’app.

la possibilità di inviare singoli impegni o intere liste via email è un’ottima funzionalità  per il lavoro di gruppo. La modalità di ricerca abbinata con i filtri rapidi e le tag permette di recuperare facilmente l’organizzazione di un progetto. Infine le icone dedicate ad ogni singola attività permettono di riconoscere un impegno alla prima occhiata, sebbene risultino un po’ più lente nella compilazione della nota.

tra le altre utili funzionalità troviamo:

  • gestione dinamica della priorità
  • calendario di programmazione con ripetizione automatica degli eventi
  • visione panoramica di tutte le liste
  • archivio delle task completate

iPhone App Per Aumentare la tua produttività per ogni tasca: Free

Moltissime volte abbiamo parlato di come l’iPhone sia stato uno strumento rivoluzionario e come abbia avuto un’impronta forte sulla ricerca dei servizi in mobilità, aggiungendo e semplificando azioni o l’accesso alle risorse che la rete mette a disposizione, se pur con qualche limitazione, ma ottenendo sempre il massimo dai nostri dispositvi  con o senza  il Jailbreak come avevamo approfondito in questi articoli:

iPhone set up: parte 1

iPhone set up: parte 2

Il Melafonino è per motli uno strumento di lavoro ed in particolar modo è utilissimo per molte delle sue funzioni per gestire impegni e portarci a svuotare rapidamente le nostre to do list, per questo abbiamo selezionato 9 applicazioni in ambito GTD per qualunque gusto e qualunque tasca.

Free: un’applicazione gratuita non significa di scarsa qualità.

Oggi inziamo in nostro elenco di applicazioni suggerite con le migliori app gratuite per la gestione dei propri impegni.

Do it (Tomorrow)

Applicazione minimalista che gestisce, attraverso un design “cartaceo” in stile Moleskine, solamente il giorno corrente e quello successivo integrando una funzione che permette di spostare rapidamente a domani gli impegni. Questo strumento favorisce un’interpretazione della propria to do list che non permette distrazioni, favorendo un approccio Single-Tasking. Ne esiste anche una versione HD a pagamento anche per iPad che permette in più la sincronizzazione tra le varie istanze dell’app.

1 2 3

SpringPad

E’ uno strumento perfetto per gli amanti delle web app; infatti l’applicazione si basa direttamente su un servizio per la gestione degli impegni, che viene sfruttato facilmente attraverso un qualsiasi browser, supportando l’open-ID con Google, Facebook e Twitter.

La versione per iPhone integra tutte le funzioni presenti nella versione online , Impegni a scadenza, note (vocali o scritte o fotografie) ma la novità presente in quest’applicazione è la presenza di form dedicati all’inserimento di informazioni come film, libri, la scansione di codici a barre, ristoranti o qualunque tipo di informazione vogliate tenere segnata che, tramite un database interno al servizio online, completerà per voi. La sincronizzazione tra le due versioni dell’app è completa e può essere anche estesa ad altri utenti rendendo pubbliche le liste o le singole note oppure condividendole tramite email o social network, facilitando così il lavoro in team.

Springpad Springpad (3) Springpad (1) Springpad (2)

Wunderlist (iPhone/iPad)

Wunderlist è probabilmente l’applicazione gratuita più avanzata per la gestione degli impegni, ma non è progettata per la memorizzazione di appunti o note.

Gli impegni sono gestiti tramite liste personalizzabili per una migliore organizzazione; tali liste possono essere rese pubbliche a chi possiede l’app tramite inviti via email. Gli impegni e gli appuntamenti vengono sincronizzati online immediatamente tramite l’apposito account registrato e inoltre, per i più smemorati, è presente un avanzato reminder tramite notifiche push o promemoria via email. La visione settimanale permette di organizzarsi avendo una visione complessiva degli impegni, cosa molto utile anche per chi studia.

Wunderlist esiste anche nella versione desktop, sia per Windows che per Mac OS X scaricabile dalla pagina ufficiale

Gradevole alla vista grazie ai molteplici temi quest’applicazione è stata elogiata più volte nello scorso anno e inserita in diverse top list di applicazioni gratuite.

IMG_0198IMG_0195 IMG_0197 IMG_0209

Foto by A3sthetix (Link)

Google Translate: un’app per iPhone incredibile

Google riesce a stupirci ogni volta che lancia un suo nuovo prodotto. Questa è la volta di Google Translate, un’app per iPhone che traduce parole e frasi in più di 50 lingue. Ma la caratteristica strabiliante è….

La caratteristica che mi ha stupito è lo “Speak to translate“, ovvero la possibilità di dire con la propria voce la parola/frase che si vuole tradurre. Incredibile, ho fatto una decina di prove e non ha sbagliato una virgola: ha riconosciuto esattamente ciò che ho detto e l’ha tradotto meravigliosamente in inglese. La nuova app accetta in ingresso 15 lingue e, come per la precedente versione, la traduzione viene fatta su oltre 50 lingue. Per usare la traduzione “vocale” è sufficiente premere il bottone del microfono accanto al campo di testo e dire la parola desiderata.

Un’altra fantastica feature di questa app è il “Listen to your translations“, ovvero la possibilità di ascoltare la traduzione. Può essere utilizzata su 23 lingue diverse. Questa utile caratteristica utilizza lo stesso sintetizzatore vocale usato per la versione desktop di Google Translate che è stata pubblicata il mese scorso.

Tra le altre caratteristiche, troviamo la possibilità di allargare a schemo intero l’app, la possibilità di vedere ogni singola parola della traduzione sul dizionario, rivedere le traduzioni salvate e lo storico anche quando si è offline.

Si può scaricare Google Translate già da ora dall’App Store. L’app è disponibile in tutte le lingue supportate da iOS ma si deve disporre di un iPhone o iPod touch con versione iOS 3 o superiore.

iPhone Set Up: utilizzo di Cydia per la personalizzazione dell’iDevice (Parte 2)

Se nello scorso articolo abbiamo visto alcune migliorie già presenti nel nostro iOs, ad eccezione dell’applicazione CallMe, quest’oggi ci concentreremo maggiormente sulle risorse forniteci da Cydia, quindi esclusive per gli utenti di iPhone Jailbroken

SBSetting

SBSetting: chiunque abbia sentito parlare di Jailbraeak conosce questa applicazione. Essa inserisce un pratico menu a tendina, attivabile con una gesture, da cui possiamo accedere a diverse funzioni del dispositivo, alcune predefinite altre personalizzabili con i numerosi toogle messi a disposizione sul Cydia Store.

La mia lista comprende i seguenti widget, divisi nelle due pagine:

  • Gg, EDGE, Data e Phone per il completo controllo della connessione dati, e delle chiamate.
  • Wifi, Bluetooth per le connettività
  • Location per abilitare o disabilitare il gps
  • Push e Pushmail, talvolta è utlise disabilitare le notifiche per risparmiare batteria.
  • Tethering, per un veloce collegamento al pc
  • NoCyRefresh, per evitare il lungo caricamento delle repository di Cydia
  • Remove Background, per liberare ram occupata dalle applicazioni congelate dalla nuova funzione del iOS4
  • Processe, SSH, Browser Changer e Luminosità, per altre funzioni minori

Non sono un amante della funzione dock presente in sbsetting, in quanto richiede più passaggi e risulta di scarsa utilità.

IMG_0377IMG_0378

SwitcherPlus

SwitcherPlus: quest’app permette di personalizzare molto la propria Fast App Switch bar, cioè la barra attivabile mediante la doppia pressione del tasto Home, con cui si accede alle applicazioni in background.

  • abilita la FAS bar anche nella Lockscreen
  • consente di inserire delle applicazioni preferite, differenti tra lockscreen e unlock, quindi preferiti diversi per situazioni diverse.
  • Permette di chiudere tutte le applicazioni in background, premendo una terza volta il tasto home e selezionando l’icona in basso (killer prior)
  • Single ipod icon e data nella FAS bar

IMG_0373IMG_0375IMG_0376

Activator

Activator, che permette di creare gesture per l’apertura l’esecuzione rapida di alcune azioni.  Quest’applicazione non è ultima per importanza, anzi. Le precedenti due app recensite dipendono da questa per la loro attivazione, quindi è necessaria a prescindere da un suo utilizzo approfondito. Dopo diversi esperimenti le mie impostazioni ottimali risultano essere:

Sempre

  • Sbsetting (scorrimento dx e sx sulla barra di stato)
  • SwitcherPLus (doppia pressione tasto Home)
  • Fast app switch (doppia pressione tasto Home)
  • Orologio (doppia pressione barra di stato)

Home

  • iPod (pressione popup volume)
  • Multi Flow, o qualsiasi applicazione per gestire il background di Cydia (pressione breve tasto Home)

    Lockscreen

    • Note vocali (pressione breve tasto power)
    • Next Track (volume su/giu)
    • Previus Track (volume giu/su)
    • Orologio (doppia pressione barra di stato)

    In App

    • Backgrounder, utile per le applicazioni che non supportano il multitasking (pressione breve tasto Power)

    La personalizzazione dei propri dispositivi è una componente fondamentale per un buon risultato, come anche le esperienze degli altri. Questa quida dovrebbe essere quindi uno spunto per poi realizzare il vostr Set Up personale.

    Rubati 114.000 indirizzi email dagli archivi di AT&T’s

    Tra i gestori telefonici in partnership con Apple, il più famoso è senz’altro AT&T’s, gestore con il quale gli utenti statunitensi stipulano contratti per ottenere tramite abbonamenti i gioiellini tecnologici come iPhone e iPad. Stamane è balzata agli occhi di tutti una notizia che si è velocemente propagata nel web: Un gruppo di nove hacker(Goatse Security) abbia sfruttato una falla presente in uno script online del gestore telefonico prelevando circa 114000 indirizzi email di note personalità statunitensi tra cui Michael Bloomberg, fondatore della Bloomberg L.P. e attualmente sindaco di New York e importanti personalità legate a governo ed esercito americano.

    Sembra che gli hacker abbiano adottato un attacco “Brute force” riuscendo a prelevare i suddetti indirizzi e che la falla sia dovuta ad uno scarso impegno nella progettazione dell’applicazione web che conteneva lo script insicuro. Tuttavia secondo le recentissime dichiarazioni della AT&T’s, che ha confermato l’attacco, non sono stati trafugate informazioni personali ne dati finanziari , quindi il massimo pericolo potrebbe essere il notevole arrivo di spam sugli indirizzi email a rischio nel caso dovessero essere venduti. La AT&T’s si è prodigata immediatamente a tappare la falla spegnendo lo script(che quindi al momento è inattivo) e ha chiesto scusa all’utenza.

    In allegato vi è l’immagine che ha accompagnato la rivendicazione dell’attacco

    Approfondimento su Gizmodo: http://gizmodo.com/5559686/