guadagnare online con la vendita di temi

on Temi Wordpress

Come fare soldi online: vendere temi su Themeforest

In questo secondo articolo su “come fare soldi online per noi professionisti del web” vorrei trattare la vendita di temi (template) sui market online.

guadagnare online con la vendita di temi

E’ un mercato in fortissima crescita ed essendo libero e non ancora monopolizzato, è terra di conquista aperta a tutti noi, web designer.

Partiamo con ordine. Con tema intendo una veste grafica preconfezionata per siti web, pronta per essere personalizzata nei colori e nei contenuti prima di essere pubblicata. Utilizzare temi è una maniera semplice ed economica per pubblicare siti web in brevissimo tempo.

Il lavoro artigianale per la costruzione di un sito web, ora diventa industriale con l’avvento dei temi, perchè fatto una volta, può essere rivenduto innumerevoli volte. Il fattore scatenante di questa rivoluzione è stato sicuramente l’affermarsi di WordPress, una piattaforma di blogging che ha reso semplice l’installazione dei temi grafici, pur preservando i contenuti del sito.

La prima società ad intuire questa nuova possibilità di guadagno online è stata Envato, società australiana che, con il suo ThemeForest ha lanciato il business della compravendita di temi online. Themeforest conta nel suo market più di 3.000.000 di temi e oltre i 2.500.000 di utenti iscritti. Essendo anche io un autore esclusivo di Themeforest, vorrei prenderlo come esempio, per indicarvi la strada per cominciare a creare un redditto dalla vendita di temi online.

Come funziona Themeforest

Per essere autore di ThemeForest è necessario superare un test online, che certifica alcune vostre conoscenze di base. Il neo autore di temi poi deve decidere se affidare completamente la vendita dei propri lavori a Themeforest cioè diventare Autore Esclusivo. In questo caso si guadagna dalla vendita dei propri temi il 50% del loro valore. Nel caso si decidesse di venderli anche su altri market, la quota cala al 30%.

Un autore esclusivo di Themeforest è vincolato al market in tutto e per tutto e non può nemmeno regalare i suoi temi ai propri amici. L’unica concessione è data dall’utilizzo dei temi sui progetti di proprietà dell’autore stesso.

ThemeForest mette in vendita non solo temi per wordpress ma anche per siti statici, per Joomla, OpenCart e per tutti i più popolari framework di content management presenti sul web.

Consiglio quindi di provare a pubblicare temi scegliendo il framework di cui si ha maggior dimestichezza. Io ho già pubblicato un paio di temi per WordPress perchè lo conosco abbastanza bene.
Chi invece è più orientato al web design per il front end ed è meno competente di PHP, consiglio di cominciare col pubblicare temi HTML. In questo caso il guadagno è minore (il prezzo di temi HTML si aggira sui 15€ invece dei 45€ per temi WordPress), ma si ha maggiori chance di riuscire a pubblicarlo sul market.

Per poter pubblicare un tema su Themeforest si deve superare il vaglio del team di revisione di Envato che è abbastanza severo. Esistono due tipi di risposta che ci possono essere date: l’hard reject e il soft reject. Nel primo caso il tema è scartato definitivamente e non può più essere riproposto. Il tema probabilmente non è così moderno, non è piaciuto oppure è stata constatata qualche violazione delle norme imposte da Envato. Nel secondo caso, il tema ha bisogno di essere migliorato ma è ritenuto pubblicabile (se e solo se verrà modificato secondo le loro indicazioni). Per farvi un esempio, il mio tema Clinto ha subito 4 soft rejection prima della pubblicazione.

Quanto si può guadagnare vendendo temi?

Fatevi un giretto sui temi più popolari della settimana e fate i vostri conti. Prendiamo Avada, un tema per WordPress pubblicato il 12 Agosto 2012 che sta spopolando in questi mesi.

un tema che ha avuto molte vendite

Ha quasi raggiunto le 15000 vendite, che corrisponde ad un incasso di 675000 dollari. Il guadagno per l’autore corrisponde a circa 350000 dollari, considerando i bonus che si ottengono con grosse vendite.

Vi ho stimolato l’appetito? Se volete cominciare questa avventura e avete bisogno di un supporto, sono a disposizione per qualsiasi vostra domanda.

scrivi un commento

Commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

38 Commenti

  1. Buongiorno, scrivo per avere maggiori informazioni sui siti di template web, in particolare quelli .psd

    Finora ho visitato due siti tra i più importanti: ThemeForest e TemplateMonster
    Ma non capisco come funzionano.

    Funzionano tutti nello stesso modo? Cioè il grafico crea il suo tema, lo carica e lo può vendere tramite questi siti?
    Da quello che ho capito con TemplateMonster non si possono caricare i propri temi.
    Ci sono altri siti del genere? Behance è uno di questi?
    L’iscrizione è gratuita?

    Ringraziando per la gentile attenzione, porgo cordiali saluti.

    Grazie

    • Conosco Themeforest che è un market di temi e template grafici creati dai grafici / web designer. Se vendi solo su Themeforest, questo ti garantisce una percentuale maggiore di guadagno.
      Puoi provare a caricare il tuo tema e poi magari ci fai sapere la tua esperienza 🙂
      buona fortuna Max

    • ci sono linee guida da seguire , prima ancora di creare il template e venderlo ci tengono molto alla spiegazione del template come si usa , perchè chi acquista non ne capisce nulla ne di siti ne di template e ovviamente il tema deve essere originalmente tuo non copiato ma questo mi pare già sta spiegato in questo post, concordo poi con max ed aggiungo più prodotti hai più vendi e più le percentuali aumentano

  2. Grazie per l’articolo!
    Potresti farne uno per elencare i requisiti e superare le revisioni per pubblicare un tema wordpress su themeforest? Ti farei una statua perché sul sito ufficiale è un casino, in giro non ho trovato spiegazioni e/o traduzioni dei requisiti e anche perché potrebbe farci risparmiare molto tempo e risorse a noi web designer! Grazie

  3. Ciao michele, vorrei porti delle domande non per quanto riguarda envato ma per la realizzazione di template wordpress, sono esperto del markup html oltre ovviamente ai css3 e una discreta padronanza di jquery adesso mi sto facendo un corso php , dopo un tot di esperienza php sarò in grado do realizzare un tema responsive? Grazie

    • Vista la tua esperienza da “frontender”, ti consiglio di approcciarti a Themeforest proponendo un tema html per poi passare, magari con un po più di esperienza, ad un tema WordPress. Così entri nel mondo themeforest in maniera soft e capisci come funziona e le strategie per poter avere maggiori incassi. Per il momento buona fortuna!

  4. Complimenti per l articolo. È spiegato molto bene. Volevo solo chiedere una cosa. Acquistando un tema per cliente ( licenza regolare ) che poi mi pagherà sia la configurazione che la personalizzazione del sito, deve per forza acquistarlo lui immettendo i suoi dati al momento dell acquisto oppure posso acquistarlo io per poi upparlo sul suo hosting e cominciare a lavorarci? Il mio dubbio era che se acquistando con i miei dati e poi usarlo appunto per il cliente è come se rivendessi… Anche se non ho ben capito a cosa si rivolga la frase “rivendere”..

    • Lo puoi tranquillamente acquistare tu e poi installarlo e configurarlo sull’hosting del tuo cliente. Con rivendita si intende l’intenzione di rivendere il tema in quanto tale. Ad ogni acquisto di tema, la licenza themeforest ti consente di installarlo su un singolo dominio e quindi ti impedisce di rivenderlo ad un indeterminato numero di clienti. Spero di esserti stato d’aiuto! ciao

  5. Ciao,
    ho letto il tuo articolo e l’ho trovato molto interessante.
    Sono un po’ di anni che mi interesso di web design e vorrei provare a produrre e vendere qualcosa tramite envato marketplace.
    Sono in grado di creare template responsive tramite html e css ed eventualmente inserire slider già fatti per poi modificarne i contenuti o le transizioni (non sono ancora in grado di realizzare templates per wordpress quindi realizzerei solo html e css).
    Vorrei porti alcune domande e chiederti un chiarimento su cosa effettivamente si possa proporre ad envato in quanto non mi è chiaro:
    1) Se creassi un template con all’interno uno slider jquery non fatto da me ma con licenza open potrei sottoporlo ad envato?
    Inoltre, in passato ho realizzato siti prendendo snippet di codici per animazioni cool di pulsanti però li ho modificati sia nelle dimensioni che nel testo che nell’immagine e inoltre ho invertito l’animazione facendola transitare dalla parte opposta rispetto all’originale.
    Una cosa del genere sarebbe proponibile a envato codecanyon (tra l’altro è già on-line su un sito fatto da me)?
    2) Se creassi un template con un form nell’area contatti realizzando solo la parte html, senza php e quindi non funzionante, sarebbe accettabile o lo rifiuterebbero?
    3) Esistono delle linee guida di envato da seguire per creare template in psd (noto che questo market place è il paradiso del flat design…mi chiedo se accettino anche altro)?
    4) Se si riceve un hard reject ti bannano? O puoi continuare a tentare per l’eternità? 😀

    Ciao,
    Grazie!
    Simone

    • Prima domanda: se sviluppassi un template in html e css, dovrei usare uno slider jquery fatto da me o posso usarne di già fatti se hanno la licenza open? (ho notato che già un altro utente aveva accennato qualcosa al riguardo e tu hai parlato di licenza GPL ma non saprei di cosa si tratta.

      Puoi utilizzare qualsiasi altra libreria che puoi trovare su internet, l’importante è che la licenza sia GPL o comunque la redistribuzione della libreria sia consentita

      Seconda domanda: quando si sviluppa un template e all’interno si realizza un form di contatto, si può creare anche solo la parte html senza il php o te lo rifiuterebbero in quanto non funzionante (purtroppo non conosco il php)?

      Per il tema html è richiesto il form dei contatti già funzionante in php. Se non conosci il php, puoi tranquilllamente copiarlo da un tema già fatto.

      Terza domanda: quando si crea un template grafico in psd, bisogna seguire delle linee guida particolari? Vedo che è super utilizzato il flat design, quasi come se non esistesse altro…

      Va di moda il flat design. Se usi questo stile è più probabile che il team di revisione di Themeforest di accetti il tema. Non è scontato riuscire a farselo approvare. Comunque non ci sono regole particolari da seguire.

      Quarta domanda: tempo fa ho creato un sito nel quale ho utilizzato uno snippet di codice per un animazione cool per dei pulsanti. Ovviamente io ne ho modificato sia il testo che l’immagine che la rotazione facendolo cambiare completamente e cambiandone anche le voci nel css. Alla luce di queste modifiche, potrei rivendere una cosa del genere? O siccome l’ho scaricato free dal web allora è meglio di no? Considera però che è cambiato radicalmente dopo le mie modifiche.

      Se la licenza del software originale ti consente la ridistribuzione puoi farlo. Il GPL, per esempio, ti consente di rivenderlo a patto che citi la fonte originale.

      Ciao e in bocca al lupo!

  6. Ciao Michele
    avrei alcune domande da porti:
    le immagini che Envato mette a disposizione sono quelle presenti nella sezione Asset Library? Inoltre se acquisto immagini per il template da vendere è sufficiente una normale licenza o è necessario quella estesa?
    La mia idea sarebbe di un template html/css dato che ho dei layout che ritengo davvero validi
    Grazie e complimenti per l’articolo

  7. Ciao Michele e complimenti per questo prezioso articolo!
    Ti volevo chiedere, se lo sai, i rapporti che intercorrono tra il template acquistato per un cliente ed il webdesigner. Mi spiego meglio.
    Sono un webdesigner, ho un cliente, compro il template su Themeforest, lo presento al cliente, il cliente mi chiede di fargli alcune modifiche del tipo sfondi, posizioni di elemnti, aggianta di elementi (grafici e di codice), aggiunti di plugin in origine non utilizzati dal template, etc. Ok.
    Poi il cliente vuole portare tutto il sito (file e template) così come è stato modificato da un collega (che io non conosco). Che posizione devo assumere io nei confronti del template? Posso consegnare tutto?
    Al cliente devo dare informazioni sul template (che l’ha fatto, con quali diritti)?

    Grazie 1000!
    Giorgio

    • Quando compri un template lo puoi utilizzare liberamente per implementare un sito.
      Attenzione però che non puoi rivendere il tema in quanto tale, ma puoi farti pagare dal cliente per l’installazione e la personalizzazione del tema sul sito.

      Inoltre non puoi riutilizzare lo stesso tema per più siti. In questo caso devi acquistare una licenza del tema per ogni sito.

  8. ciao Michele,
    volevo chiederti quanto tempo passa prima che lo staff di codecanyon ti dia una risposta per l’upload effettuato.
    Ti ringrazio anticipatamente per il tempo dedicatomi.

    Francesco

  9. Ciao Michele, scusa ma rompo le scatole a te…. sto cercando info su come fatturare a envato, non ho ancora p.iva e la dovrei aprire con il regime dei minimi che impone alcune limitazioni riguardo alla fatturazione estera.
    Ti chiedo… ogni volta che ricevi un pagamento da envato a chi fatturi?
    Hanno una sede anche in europa o sono solo in Australia?
    Posso chiederti di inviarmi una copia di una fattura emessa con ovviamente campi nascosti, per capire a chi va intestata e mostrarla al mio commercialista?
    Beh intanto grazie e buon lavoro.
    Giacomo.

  10. Ciao Michele, innanzitutto grazie per la splendida dritta; sono un giovanissimo web designer con buona esperienza in questo campo ma di parte legale non ci capisco molto e volevo chiederti ma per pubblicare temi su envato hai bisogno di una partita iva??

    • Ciao Adriano,
      no, non hai bisogno di nessuna partita IVA. Chiaramente devi dichiarare i tuoi introiti al momento della dichiarazione dei redditi. Se questi guadagni superano i 5000€ annuali, allora dovresti provvedere ad aprire una P. IVA.

  11. ciao,e grazie per le informazioni di questo articolo.

    volevo farti una domanda,
    per vendere un template worpdress su themeforest, deve avere necessariamente un pannello di amministrazione?
    per esempio nei temi acquistati tempo fa notavo un pannello costruito ad hoc in alcuni temi, per gestione layout, font etc.

    è obbligatorio o è solo un valore aggiunto?
    grazie

  12. Ciao Michele, ho letto con attenzione l’articolo e le varie domande-risposte. È da un po che sto analizzando il sistema evanto e mi sorge sempre una domanda a cui non ho trovato mai risposta. Provo a porla anche a te: una volta approvato il tema ci sono metodi per evidenziare la sua presenza? Oppure non si può far altro che rispondere agli utenti e gestire le release? (Vengo da esperienze con l’apple store dove in realtá molteplici fattori incidono nell “indicizzazione” delle app. Grazie anticipatamente. Matteo

    • Ciao Matteo,
      non puoi gestire la visibilità del tuo tema sul sito di ThemeForest. Se hai fortuna e il tema ha successo, finisci nella top vendite e avresti un’ottima visibilità. Oppure scelgono l’autore della settimana e finisci in homepage. Altrimenti il tuo tema sarà visibile solamente tramite una ricerca. Quindi il consiglio è di specializzare bene il tema in modo che chi lo cerca lo trovi facilmente.

  13. Ciao Michele, volevo farti una domanda veloce per quanto riguarda i requisiti fiscali per vendere su ThemeForest, visto che in giro ho trovato poche risposte in merito: per divenire un autore di questo market è necessario possedere una Partita IVA? Se no invece, è necessario dover dichiarare qualche altro documento fiscale (prestazione occasionale ecc…)?

    Grazie per l’attenzione,
    saluti da un tuo “collega” veronese

    • Ciao,
      a Themeforest non importa se possiedi o no partita IVA. Puoi non averla se i tuoi introiti sono inferiori a 7.000 euro annui. Ti serve se guadagni più di questo limite.
      In ogni caso vanno dichiarati al fisco nella dichiarazione dei redditi.

  14. Ciao Mick, mi sono imbattuto in questo tuo articolo e mi ha incuriosito l’idea.
    Mi chiedevo, a proposito della vendita su themeforest, come ci si comporta per le immagini, per eventuali script di slideshow, o per i fonts? Il materiale, anche se open source, non può essere rivenduto (ovviamente), quindi come si fa se utilizzo, per esempio uno script per inserire uno slideshow? Basta citare l’autore? Ecco se mi chiarissi questi punti mi saresti, ancora di più, di grande aiuto.
    Grazie

    • Il codice open source indica semplicemente è visibile e non ha nulla a che fare con la licenza d’uso. Se si usano librerie con licenza GPL, la licenza più diffusa, è necessario citare l’autore nei credits e sopratutto lasciare GPL quel frammento di codice. Il resto è tutto lecito.

  15. Ciao, vorrei sapere alcune cose se puoi perché che sto prendendo mano a wordpress proprio per questo e dato che tu sei già un autore probabilmente le sai.

    Nei temi c’è bisogno per forza di una copia in psd del template?
    Quale tipo di standard è richiesto? Cioè tu ad esempio come organizzi script e css?
    E per ultimo secondo te quali sono le implementazioni praticamente obbligatorie da fare per avere delle chance che il tema sia pubblicato?

    • Ciao Biggio,
      rispondo alle tue domande:
      1) Non è necessario includere il PSD
      2) Nessuno standard è richiesto. Chiaramente se il tema è HTML5 è molto più apprezzato. Javascript è meglio sia validato con JsLint. Per il CSS non c’è nessun vincolo.
      3) Il tema deve essere assolutamente bello. Cura al 110% il design. Se il tema non viene ritenuto esteticamente buono, ti viene rifiutato con un “Hard Reject” e non puoi più riproporlo. Le questioni tecniche invece al massimo ti fanno ricevere un “soft reject”.

      Spero di esserti stato d’aiuto! Mick

      • Ciao e grazie per la risposta, avrei un ultimo dubbio se puoi, secondo te per il responsive è meglio affidarsi ad un framework come bootstrap, gestire le media queries a mano oppure altro?

  16. Ciao Valerio,
    nel leggere il commento che ti hanno spedito, sembra quasi essere un hard rejection. Invece, essendo soft, sei ancora in gioco e lo puoi, migliorandolo, riproporlo.

    Per quanto riguarda il tuo tema: è un buon punto di inizio, ma credo debba essere migliorato. La reattività del layout su display piccoli ha dei problemi. Ti consiglio inoltre di usare immagini più accattivanti per la demo. Quelle attuali sembrano sgranate.

    Non demordere, insisti e lavoraci notte e giorno: vedrai che alla fine verrà pubblicato.
    Un grosso in bocca al lupo!
    Mick

    • Salve Michele,
      Maledizione!!! hai proprio ragione il commento che mi hanno mandato purtroppo è un hard rejection;

      che delusione, non l’avevo ben interpretato.

      Con un hard rejection credi che sia possibile riproporlo in seguito o è solo tempo perso?

      Comunque sia continuerò a lavorarci per migliorarlo e poi si vedrà;
      è vero Michele, con piccoli display qualche elemento Java fa i capricci e per questo cercherò di sostituirlo; riflettendoci le foto non sono buone sia per il motivo che per la qualità, opterò per immagini più realistiche e di qualità e cambierò anche il titolo del tema, troppo fantascientifico.
      Themeforest mette a disposizione per gli autori alcune immagini ma non vi è una grande scelta; non capisco dove gli autori attingono, per le loro demo, foto di ottima qualità; sapresti indicarmi?
      Leggendo i commenti sul forum di Envato sembra che riuscire ad ottenere la pubblicazione della propria presentazione sia diventato un miraggio; se non proponi un tema “tecnicamente innovativo e graficamente impeccabile” sei tagliato fuori per intenderci e come fare un concorso per 10 posti al ministero delle infrastrutture in cui partecipano 10.000 candidati. Pensi che questo sia vero?

      Scusami ma approfitto per un’ultima domanda:
      cosa pensi di MOJO-THEMES? può essere una buona alternativa?

      Ciao Michele ho apprezzato molto i tuoi consigli e spero di non averti stressato.

      Valerio

  17. Ciao Michele,
    ho appena ricevuto una soft rejection da parte di Themeforest per una mia prima presentazione HTML/CSS3 Template:

    “Purtroppo la vostra presentazione Human Alternative HTML5 – CSS3 Responsive Template non è ancora pronto per ThemeForest e richiede significativi miglioramenti e modifiche prima di poter essere ripresentato e riconsiderato. Inoltre, abbiamo un feedback in più per voi: La qualità complessiva della vostra presentazione non è conforme le nostre esigenze estetiche e tecniche e dovranno essere migliorato prima di essere inviato nuovamente. Purtroppo non siamo in grado di fornire un feedback più specifici per la vostra presentazione in questo momento. Ti consigliamo di prendere un po ‘di tempo per familiarizzare con la nostra libreria corrente e livelli di qualità di elementi popolari prima di inviare nuovamente.”

    a questo punto ho aperto un ticket (aspetto la risposta) per ulteriori chiarimenti in quanto le motivazioni della soft rejection sembrano molto generiche.

    Non vorrei fare affermazioni di parte ma il mio tema sembra essere in linea con altre già pubblicate.( forse sono pieni di offerte!)

    Chiedo Cortesemente un tuo sincero parere, ovviamente quando ne avrai voglia;
    ecco l’indirizzo:

    http://www.orangedesk.net/sviluppo-web/humanalternative/index.html

    Ciao Michele e Grazie per l’attenzione.

    ha dimenticavo, ho visto il tuo tema su Themeforest; Complimenti, di mio gusto e molto originale!

    Valerio