on Tecnologia

Come funziona l’Amazon Dash Button e possibili hacks

Martedì 15 Novembre 2016 sarà finalmente in vendita anche in Italia l’Amazon Dash Button. Essendo un cliente Prime, ho già effettuato la prenotazione per l’acquisto e martedì dovrei già trovarlo nella cassetta della posta.

Cos’è Amazon Dash Button

Amazon è il market online per eccellenza da cui si può acquistare ogni genere di bene. Nel tempo è riuscito a conquistare la fiducia degli italiani con la sua politica di consegna in un giorno, consegna gratuita (solo per i clienti prime, €19,99/anno), resi semplici e gratuiti.

Con il Dash Button, Amazon entra nelle nostre case con un dispositivo reale, un vero e proprio bottone da premere. Hai finito i biscotti del Mulino Bianco? La pasta della Barilla sta scarseggiando? Bene, per ognuno di questi prodotti c’è un Dash Button che, se premuto, vi consente di ordinare i prodotti che vi mancano e di trovarli a casa il giorno dopo.

Premendo il bottone non solo aggiungete il prodotto nel carrello del vostro account Amazon, ma anche confermate l’acquisto. Troppo semplice per essere vero? Eppure è proprio così. Inoltre, indipendentemente da quante volte premete il bottone, non verranno effettuati ordini fino a che l’ordine precedente non è stato consegnato. Oltre a tutto questo Amazon protegge gli ordini effettuati con il Dash Button con:

  • Una notifica (se abilitata) al completamento di ogni ordine, per poterlo eventualmente cancellare prima che venga spedito.
  • La policy di reso gratuito sui prodotti acquistati con Dash Button.

Ora vi ho convinti? Il costo è di 4,99€  e i bottoni disponibili sono questi:

Pampers, Barilla, Kleenex, Gillette, Caffè Vergnano 1882, Scottex, Finish, L’Angelica, Dash, Tampax, Pellini, Scholl, Fairy, Play-Doh, Nerf, Durex, Huggies, Mulino Bianco, Lines Specialist, Nobo, Derwent, Biorepair, Rexel, Brabantia, Lines, Ace, Scottonelle.

bottone-caso-reale

Acquistandolo si ha diritto ad uno sconto di 4,99€ sulla prima merce acquistata, risultando quindi gratuito l’acquisto del bottone. Ricordatevi che il bottone è riservato ai clienti Prime, e vi consiglio di abbonarvi al servizio perché è un’ottima occasione per disporre di spedizioni gratuite al costo di 20€ all’anno.

Come funziona tecnicamente

come-funziona

Quando si preme il pulsante succedono al suo interno un certo numero di cose. In primo luogo, il pulsante si sveglia da un sonno profondo, motivo per il quale il Dash button riesce a funzionare per mesi usando solamente una piccola batteria AA. Successivamente, il dispositivo fa lampeggiare il LED bianco per informarvi che avete premuto il pulsante e si connette a Internet tramite la connessione Wi-Fi. Poi, inizia la piccola magia: viene ordinato il prodotto su Amazon con l’invio di un semplice messaggio, nello stesso modo in cui si compila il modulo d’ordine su un sito web e si preme il tasto “Invia”. Tutto ciò che questo messaggio contiene è un numero di serie univoco (cablato all’interno del bottone) e pochi altri bit di informazioni diagnostiche, quali la potenza del segnale Wi-Fi e la durata della batteria residua.

Il Dash button è in realtà un piccolo computer capace di svolgere solamente questo compito. Il dispositivo non fa altro che inviare il numero di serie univoco assegnato al pulsante Dash al momento della sua fabbricazione. Questo identifica il singolo pulsante, che Amazon ha associato al tuo account Amazon e al prodotto specifico che il pulsante acquista. Così, quando si preme il pulsante e Amazon riceve il  messaggio, sanno che volete ordinare il vostro prodotto. Se si dispone di più pulsanti, ognuno ha un numero di serie diverso che è associato ad un prodotto diverso.

Una volta che il messaggio è stato inviato, Amazon invia una risposta relativa alla richiesta appena fatta e il led del pulsante cambia colore e diventa verde. Dopo pochi secondi il dispositivo torna dormiente per risparmiare batteria. Amazon sostiene che la batteria in dotazione dovrebbe alimentare almeno un migliaio di pressioni.

Possibili Hack

Premetto che il dispositivo non è stato pensato per utilizzi alternativi a quelli per cui è stato costruito e che esiste il AWS IoT Button (Limited Release Programmable Dash Button) il bottone generico che però costa circa 20$. In sostanza abusando del dispositivo ripetutamente potrebbe facilmente rompersi.

In rete però si trovano molti progetti per l’hack del bottone che spiegano come associarlo a comandi “custom”. C’è chi ordina la pizza, chi lo usa come telecomando per aprire il portone del garage, chi per mandare SMS e chi per tener traccia del tempo (start/stop) speso per un determinato compito.

In tutti questi casi, bisogna assicurarsi di non associarlo a nessun prodotto per non inviare acquisti indesiderati. Per questo, al momento della configurazione del dispositivo, è necessario seguire le istruzioni, ma non completare l’ultimo passo e quindi non selezionare il prodotto particolare che si desidera essere ordinato. In questa fase, basta semplicemente uscire dall’app di configurazione.

L’idea su cui si basano tutti i progetti di hack è semplice: quando si preme il bottone, il dispositivo si risveglia e si connette alla rete wifi per poi disconnettersi quando ha finito la comunicazione con amazon. Basta rimanere in ascolto sulla rete e aspettare di vedere connesso il suo mac address.

Per prima cosa quindi bisogna identificare il mac address del Dash Button usando librerie per catturare il traffico sulla rete e osservare i dispositivi connessi.

La libreria più utilizzata in rete è la Node Dash Button, in Nodejs, che permette sia di identificare il mac address tramite un piccolo eseguibile, sia di ascoltare i singoli bottoni e di lanciare azioni personalizzate. Questi alcuni esempi di utilizzo:

  • PizzaDash per ordinare la pizza dalla catena Domino.
  • dashgong per spedire messaggi sulla chat di slack
  • dash-listener intraprende diverse azioni di home automation tasks come accendere/spegnere le luci di casa o attivare il player musicale
  • dasher invia una richiesta HTTP
  • Nest-Dash accende/spegne il termostato Nest
  • dash-hipchat-doorbell invia notiche sulla chat hipchat
  • netflixandchill accende Netflix, accende le luci di casa
  • dash-rickroll apre il video su youtube “Never Gonna Give You Up”, interpretata da Rick Astley

Non vi resta che acquistare il Dash Button e mettere in moto la vostra fantasia per inventare un nuovo modo per utilizzarlo.

scrivi un commento

Commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.