on Google, Tutorial

Usare Gmail come “to do list”

Spesso mi capita di dover annotare le idee per i nuovi post da pubblicare su Dynamick ma non ho mai trovato uno strumento più semplice di carta e penna. Oggi però ho scoperto una nuova soluzione a tale esigenza usando Gmail come “To Do List“, oltre che come client di posta.

To do List con Gmail

Con Gmail riesco quindi ad annotare le mie “cose da fare” spedendo semplicemente un’email a me stesso e utilizzando una geniale feature di Gmail che ci permette di avere infiniti alias per il nostro indirizzo email. Contemporaneamente riesco comunque a leggere la posta come sempre ho fatto.

Come impostare il “To Do List” su Gmail

Per iniziare, è necessario creare una nuova etichetta che per comodità ho chiamato “To Do List”.

to do list

Successivamente bisogna impostare un filtro, andando su impostazioni -> filtri. Il filtro entrerà in funzione quando arriva un’email dal vostro indirizzo di posta leggermente modificato aggiungendo “+todo”, come potete vedere nell’immagine qui sotto.
Per chi non lo sapesse, associato al vostro indirizzo di posta Gmail, ci sono infiniti alias che si possono creare a piacere e al volo aggiungendo qualsiasi testo dopo il segno “+”. Per esempio, se il vostro indirizzo di posta è mario.rossi@ gmail.com, alias possibili sono mario.rossi+primoalias@ gmail.com , oppure mario.rossi+secondoalias@ gmail.com, ecc…

applicare filtro

Nel secondo step per la creazione del filtro, indichiamo che le email catturate dal filtro devono essere etichettate con la “To Do List” appena creata e aggiunte a Speciali in modo da avere la stellina accesa accanto al titolo.

filtro gmail

Risultato

A questo punto non ci resta che spedire un’emai al nostro indirizzo email opportunamente modificato con il +todo, per esempio mario.rossi+todo@ gmail.com. Questo immediatamente verrà correttamente catalogato con l’etichetta “To Do List” e aggiunto a Speciali. La stellina gialla verrà utilizzata per indicare se la riga è stata eseguita o è ancora nella lista delle cose da fare.

risultato to do su gmail

scrivi un commento

Commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

  1. Si, ma in ogni caso devi essere sempre TU a doverti ricordare di andare a controllare se hai impegni 🙂

    Invece una applicazione desktop fatta bene, ti avvisa quando hai delle scadenze o hai programmato degli allarmi 🙂

    Ovviamente anche le applicazioni online hanno gli alert via email o sms, ma una email non ha utilità se non la leggi…e non tutti leggono la posta ogni 2 minuti, soprattutto in ufficio in giornate lavorative frenetiche 🙂

    Al contrario, un bel messaggione sul desktop con tanto di allarmino assordante e mega sirena lampeggiante sul desktop in primo piano sulle altre finestre…. 😀 !!!

  2. Le applicazioni desktop monopiattaforma prendono grandissimo significato quando non hai una connessione disponibile e hai bisogno di avere l’archivio delle cose da fare esportato su un pendrive 🙂

  3. anche io voto per Remember-The-Milk e la sua estensione, posiziona le liste delle cose da fare proprio accanto a Gmail, e volendo si interfaccia a G-Calendar! Oramai ci sono bizzeffe di servizi web gratuiti molto utili e soprattutto raggiungibili da tutto il mondo su qualunque computer e sistema operativo!

    Le applicazioni desktop mono-piattaforma perdono sempre di più significato… 😉

    ciao

  4. La soluzione non fa una piega.. ma usare google notebook o ancora meglio remeber the milk?
    Quest’ultimo ha anche una comoda integrazione su Gmail.. meglio di così..

  5. E’ un buon metodo per chi usa Gmail. Ma non efficace per me che il 99% delle volte uso Outlook Express. Io ho fatto più o meno la stessa cosa che hai fatto tu, però ho impostato una regola in Outlook che verifica le email con oggetto “ToDo List” e le sposta in una cartella di Outlook apposita, segnandole come da leggere.

    Comunque sono a un passo da crearmi un software in C# apposta per sincronizzare brevinote testuali da un pc ad un altro , magari appoggiandosi ad un Db XML sul mio sito.

    Devo trovare il tempo 😀