on Open source

Netbook World: Jolicloud OS si aggiorna con importanti novità

Qualche mese fa vi avevo parlato di un sistema operativo basato su Linux Ubuntu, pensato specificatamente per la nuova categoria dei netbook, la cui peculiarità era la possibilità di integrare servizi online oltre che software sfruttanto lo strumento di Chromium. Sto parlando di Jolicloud, l’OS made in France, di cui potete trovare una prima recensione qui.

Oggi torniamo a parlare di questo sistema operativo per minipc, in quanto è stata rilasciata, per il momento solo ad alcuni utenti fortunati, una nuova release.

Jolicloud OS 1.0 propone importanti novità sia nel file system che nella grafica, incominciamo proprio da questa:

jolicloud-launcher

L’interfaccia in stile netbook remix di Linux Ubuntu, è stata sostituita da un praticissimo launcher in HTML5, a mio avviso molto in stile MAC viste le animazioni delle icone e la possibilità di passare da una pagina all’altra del pannello con un metodo molto simile all’iPhone. Se possediamo più di un dispositivo su cui abbiamo installato Jolicloud potremmo sincronizzare automaticamente i programmi installati e la dispoizione delle icone nel launcher.

E’ ancora disponibile la visualizzazione desktop classico.

Per quanto riguarda le novità nel filesystem, sono state raggruppate tutte le principali risorse di stoccaggio dei dati. Da un solo menu potremmo quindi accedere sia ai dati in locale ( Hard Disk), sia a qualli in remoto (tramite i servizi che Jolicloud integra, come Dropbox e altri)

Il sistema My Cloud da cui è possibile scaricare le applicazioni e i servizi web sul proprio netbbok è stato ampliato notevolmente, sono infatti più di 700 i programmi e i servizi disponibili, e anche la grafica è stata riprogettata sempre in HTML5. Inoltre ora è più facile condividere le proprie opinioni con la comunità di Jolicloud, riguardo a programmi e migliorie.

Infine sono state introdotte delle nuove e pratiche scorciatoie da tastiera:

  • Alt+Tab: Permette di passare da un programma aperto all’altro
  • Alt+F1: Apre il terminale
  • Alt+F2:  Apre il Text Launcher
  • Il tasto “Windows” apre il nuovo launcher
  • Il tasto “Menu” apre il vecchio menù di di Gnome.

Nell’immagine riportiamo i tasti sopracitati:

menu windows

Guardando le note negative: i processori  Z5x0 di Intel e  i video chipset poulsbo (GMA500) denotano un rallentamento grafico; ho testato il sistema con il mio Acer 751h che monta appunto quel tipo di processore grafico, e devo dire che ha perso qualcosa in termini di prestazioni, ma resta comunque discreto. Per chi invece possiede un processore Atom i programmatori hanno dichiarato di aver compiuto un’ottimizzazione mirata, danno quindi i migliori risultati.

Altra pecca del sistema è ancora la scarsa possibilità di personalizzazione, se pensiamo che si tratta di un sistema basato su Linux, tuttavia questo può invogliare nuovi utenti a installare un sistema molto stabile  e completamente gratuito.

Non resta che attendere la release ufficiale e provare voi stessi quanto vi ho detto.

PS: tente d’occhio il blog ufficilae in cui a volte rilasciano gli aggiornamenti  a chi di voi è interessato, ma non è ancora in lista.

Fonte: Jolicloud Blog

scrivi un commento

Commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.