on Blogging

Non cercare gli articoli, devono essere loro a cercare te!

In questo mio nuovo articolo, vorrei fornire un piccolo consiglio a tutti i blogger che seguono Dynamick. "Non cercare gli articoli, devono essere loro a cercare te!". Tempo fa, navigavo sistematicamente su internet, con l’unico scopo di trovare idee per nuovi articoli; risultato!? Pochissimi articoli e molte volte di scarso contenuto.

Adesso invece, cerco di applicare la mia passione, realizzando lavori, alcune volte anche superflui, ma grazie ai quali imparo cose nuove, che immediatamente metto a disposizione di tutti. In questo modo, gli articoli non sono mai monotoni, risultano sempre interessanti e inoltre imparo anche io cose nuove.

Voi cosa ne pensate? Vi aspetto nei commenti

Articoli

 

 

scrivi un commento

Commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  1. Sono d’accodo con ciò che afferma l’articolo e tutti gli utenti che hanno commentato. Per avere un blog è necessario fare esperienza sul campo e da essa trarne beneficio!

  2. concordo sull’articolo ma estendendo il discorso ad un fatto di effetti/benefici chissà perchè i media tradizionali non seguono questa filosofia 🙂

  3. Credo che sia comunque importante continuare ad essere informati su quanto aviene in giro ma navigare solo per cercatr notizie diventa uno sforzo sterile e frustrante. Certo diventa difficile ignorare determinati argomenti e spesso mi faccio prendere dalla “smania” di scrivere. Ritengo però che sia meglio proporre un numero inferiore di articoli ma che presentino risvolti diversi da altri che si possono trovare in rete.
    E quindi l’idea di Dynamik mi sembra quella da portare avanti per distinguersi. Facile ,difficile, dipende dai momenti 😉

  4. Concordo!
    Se DEVI scrivere e quindi ti impunti a cercare notizie per poi scrivere qualcosa diventi un automa e quindi la freschezza e l’originalità spariscono.
    Molto meglio fare come suggerisci tu: seguire le proprie passioni, informarsi per svilupparle e poi, forti del bagaglio di esperienze acquisite, scriverne.
    In questo modo uscirà un testo vero, sentito e anche utile!

    P.S. rinnovo quanto ti avevo già detto in privato: complimenti!

  5. In effetti anche io cerco da tempo di applicare questa regola. Considerando il tempo e le energie che la scrittura di un articolo rilevante consumano, è decisamente un “suicidio economico” creare un articolo ex-novo che non derivi da un progetto per i quale siamo pagati.