Tre Ottimi Prodotti Per Diventare Un iPhonographer

Mujjo fixed

Sin dalla quarta generazione l’iPhone ha tentato con successo di colmare il gap con gli altri smartphone del settore riguardo alla sua fotocamera e all’usabilità di questa. l’ultimo prodotto poi, l’iPhone 4s ha aumentato ulteriormente la qualità di questa feature raggiungendo gli 8 MegaPixel e introducendo alcune funzionalità software che rendono l’Apple Phone uno strumento molto amato dai fotografi non professionisti, tanto da conquistare la maggior parte della scena su Flickr e, come sappiamo, dando vita a movimenti come quello di Instagram.

Oltre alle molte applicazioni che permettono di gestire e migliorare le funzionalità fotogtrafiche dell’iPhone da non molto tempo sono disponibili alcuni gadgets che permettono di estendere le proprietà fisiche dell’obiettivo aggiungendo interessanti funzioni.

Oggi noi di Dynamick vi presenteremo e confronteremo i prodotto di un’azienda olandese, Mujjo,  interessanti gadgets che abbiamo provato per voi.

Fisheye Lens

NewImage NewImage

Uno dei primi effetti che è stato introdotto dai gadget fotografici per iPhone è “l’occhio di pesce” che prevede l’utilizzo di una lente cava per catturare scatti con effetto panoramico tondeggiante, lo stesso che si ottiene osservando il mondo tramite un bicchiere.

NewImage

Per questa funzionalità esistono moltissime lenti fruibili in rete dai prezzi più disparati, il sito web Mujjo mette a disposizioni due versioni con differenti obiettivi di vendita.

Detachable Fisheye Lens

Come si evince dal nome questa lente, il cui scopo è puramente ludico, è rimovibile praticamente all’infinito. Compatibili con quasi tutti i telefoni, l’importante è che abbiano una superficie piana intorno alla lente per consentire un buon allineamento con l’obiettivo, è composta da:

  • La lente
  • una gomma appiccicosa che permette il fissaggio
  • un laccetto di sicurezza

La gomma appiccicosa è garantita per un utilizzo continuo, potrete quindi staccarla e riattacarla quante volte vorrete, l’importante è mantenerla coperta con l’apposito supporto per evitare che si rovini all’aria. Questa è una soluzione intelligente che vi permetterà un pratico montaggio quando vorrete aggiungere l’effetto.

NewImage

Come potete vedere l’effetto che si ottiene è simpatico e interessanti sopratuttto se amanti delle fotografie avete questo hobby e non volete fare una spesa folle, infatti la Detachable Fisheye Lens costa poco meno di 10€, circa un terzo delle lenti che vengono vendute online. Questo, come vedremo anche di seguito, si riflette sulla qualità della lente, rimane tuttavia un ottimo prodotto.

IMG 1761IMG 1767

Come suggerito anche dal sito ufficiale di Mujjo si può applicare anche al vostro iMac o alla webcam del vostro computer per ottenere anche a casa tale effetto bolla.

Fisheye PRO Lens

NewImage

Questa lente come la sopracitata offre la possibilità di introdurre l’effetto bolla per il nostro iPhone o qualsiasi smartphone possediamo con una superficie piana attorno alla fotocamera (ad esempio sono esclusi gli iPhone 3G e 3GS)

La qualità della lente è notevolmente superiore alla versione standard e su ottengono effetti nitidi anche da ad una distanza maggiore grazie al largo obiettivo.

Anche in questo caso vengono forniti diversi accessori:

  • La lente
  • Un coperchio posteriore magnetico ed uno frontale in gomma
  • due anelli magnetici adesivi da applicare al telefono come vedremo ora.

Per quanto riguarda i telefonini con la scocca in metallo ovviamente il problema del posizionamento della lente non si pone, risulta infatti immeditato l’utilizzo. L’iPhone invece, con il suo case in vetro deve essere preparato con un anello magnetico in dotazione (ve ne vengono consegnati due uno con lo spazio per il flash e l’altro senza a seconda del vostro modello di telfono)

NewImageNewImage

L’adesione richiede qualche secondo tuttavia dovete affare una buona pressione affinché non si stacchi. L’adesivo è apposito e non danneggia il telefono può essere rimosso quando si vuole. La mia idea è stata incollarlo ad una cover così che potrò in futuro decidere di rinunciare a tale gadget senza doverlo fare per sempre.

Il costo della Pro Lens è di circa 30€.

Anche in questo caso vi proponiamo un paio di scatti che possano darvi un’idea dell’effetto e della qualità.

IMG 1752IMG 1751

Mujjo Touchscreen Gloves

NewImageNewImage

Infine voglio presentarvi un ultimo strumento messo a dispozione dall’azienda online al prezzo di circa 25€. Un gadget molto di moda ultimamente e utile anche a chi non fa il fotografo ovvero guanti utilizzabili con touch screen capacitivi.

Il funzionamento prevede l’inserimento di alcune fibre argentate che promuovono la capacità conduttiva delle dita consentendo l’utilizzo del touchscreen

NewImage

Personalmente da quando ho acquistato un pennino capacitivo ho sempre portato con me quello per utilizzare il telefono con i guanti, ma per il costo che hanno bisogna dire che effettivamente è una soluzione semplice e migliore. Ormai natale è passato tuttavia rappresentano ancora un ottimo regalo invernale.

3 Applicazioni Social Per la Tua Musica

Di questi tempi internet si sta evolvendo nella sua connotazione sociale, estendo quella che la funzione base e la parola chiave del suo funzionamento: la condivisione.

Così i social network hanno prima raggiunto il tempo libero con Facebook, poi le News con Twitter e infine quelle attività pià specifiche che sono il Viaggiare con Foursquare e la fotografica, molto tempo fa con Flickr e da poco con Instagram e in molti altri campi.

Anche nel campo musicale l’evoluzione dei social network sta avendo un impatto notevole, con servizi come Last.Fm e Soundcloud: il primo pensato per raccogliere la passione musicale di un privato, il secondo esteso anche alla produzione di materiale vera e propria.

Nel campo mobile questa crescita non è passata in secondo piano, vediamo allora alcune applicazioni che ci permettono di sfruttare l’onda dei social network anche nel campo musicale.

iScrob (Free)

IMG 1461IMG 1462IMG 1464

iScrob è un player multimediale che vi permetterà di mantenere aggiornati i vostri dati su Last.fm

Sin dal primo avvio l’applicazione vi chiederà il login al noto servizio di condivisione musicale. Quando riprodurrete una traccia tramite quest’app avrete la possibilità di condividere il vostro gradimento sia su Facebook e Twitter, sia aggiungendo il tipico like di last.fm, in questo modo il servizio online che ricordiamo punta a creare una raccolta personalizzata di suggerimenti musicali, potrà indicizzare anche le vostre opinizioni in merito alla libreria musicale del vostro iPod Touch o iPhone

SoundShare (Free)

IMG 1450IMG 1448IMG 1446

Soundshare è l’applicazione di riferimento di un vero e proprio social network musicale.

L’applicazione si integra ottimamente con l’applicazione Musica nativa, da cui potrete partire per iniziare la vostra condivisione. Una volta in riproduzione la condivisione su Facebook e Twitter è rapidissima e per chi utilizza iOS 5 integrata con il sistema

IMG 1447IMG 1449

La connotazione sociale dell’app emerge immediatamente:

  • Trending, potrete vedere le canzoni più condivise dagli utenti ed ascoltarle in anteprima, su Youtube (uscendo dall’app) o comprarle sullo store.
  • Friends: l’interazione con gli utenti in maniera molto simile a quella di Twitter, potrete infatti seguire lo stream degli utenti tramite un follow, di conseguenza il vostro profilo risulterà pubblico. Spunto che abbiamo già visto funzionare su Instagram.
  • Infine sul vostro profilo appariranno in sequenza tutte le tracce che avete ascoltato tramite l’applicazione, per cui sarà visibile una pagina dedicata con tanto di immagine album e la possibilità di insierire like e commenti.

SoundTracking (Free)

IMG 1451IMG 1453IMG 1454

Un altro esempio di Social Network dedicato alla musica è SoundTracking di cui andiamo ad esplorare il funzionamento, anche questo costruito tramite le esperienze di altri network, basa la sua condivisione ancora una volta con follower e following

Molto simile ad Instagram come struttura di applicazione (del resto congeniale ad iOS), dal primo utilizzo abbiamo a disposizione oltre all’evidente tasto di condivisione altre funzioni:

  • Feed: dove possiamo vedere lo stream delle persone che abbiamo deciso di seguire
  • Trending: offre un mosaico molto interessante, formato dalle cover dei singoli e degli album, possiamo da qui ascoltare un anteprima e comprare la traccia su iTunes là dove è disponibile.

La struttura del profilo è anche questa molto legata ad altri social netwok, come anche le notifiche di eventuali commenti e like alle nostre condivisioni.

IMG 1456IMG 1460IMG 1459

Per quanto riguarda l’aspetto centrale dell’app, ovverlo la creazione di un nostro flusso, abbiamo la possibilità di scegliere tra diverse funzioni:

  • Music Search permette di condividere canzoni non presenti nella nostra libreria iPod
  • Music ID consente di riconoscere un brano ascoltandolo come avviene con applicazioni apposite quali Shazam
  • Infine On My iPod App, consente la ricerca nella propria libreria, e se una canzone è in riproduzione la condivisione è immediata.

IMG 1457

E sempre possibile aggiungere dettagli immagini  e geotaggarsi tramite l’applicazione.

Conclusioni

Questa tipologia di applicazioni è interessante perché, come ha fatto a sua volta Instagram con la sua esplosione, estendono la funzionalità di questi dispositivi in un campo che, si è ben coperto e sfruttato dai dispositivi mobili, ma che tutto sommato risulta in secondo piano rispetto a funzionalità mafari meno diffuse ma evidentemente più scenografiche.

La musica sociale l’avevamo già vista su i nostri dispositivi anche grazie alle applicazioni relativi ai servizi sopracitati come ShoundCloud, che probabilmente si è imposta grazie all’integrazione con Facebook e al tentativo finito male di Apple: Ping.  Tuttavia un social netwok dedicato, dove contano le opinioni degli utenti i loro like e le loro condivisioni non si è ancora imposto e forse queste app

Pinterest: l’ultimo fenomeno dei social network, per seguire chi ha gusto

Pinterest

Qui su Dynamick abbiamo parlato diverse volte di come la condivisione sia il motore di internet e della blogosfera. Abbiamo anche sottolineato come coloro che vogliono sfruttarne le potenzialità per il proprio lavoro, debbano necessariamente tenere in considerazione l’idea di sviluppare un flusso di condivisione costante e coerente con i propri contenuti.

Non solo gli articoli scritti da noi in prima persona, ma anche ciò che noi scegliamo di leggere è una chiara espressione del nostro pensiero. Condividere è un’espressione del nostro assenso ad un concetto o della riconosciuta utilità di un post.

Nello specifico abbiamo trattato strumenti come Ping.fm, che permettono di gestire da un’unica postazione tutti i nostri canali di condivisione.

Un altro esempio evidente e coerente con quanto vi presenteremo oggi è Instagram, applicazione che è stata adottata anche da fotografi professionisti come strumento di autopromozione e contatto diretto con potenziali clienti.

Ancora sul tema della Web Curation riferita però alle immagini, oggi vi presentiamo un ottimo servizio che vi permetterà di organizzare e raccogliere i contenuti multimediali sul web per una condivisione immediata e completa. Stiamo parlando di Pinterst

Cos’è Pinterest

E’ social network, o meglio un social bookmarking, una bacheca virtuale (pinboard + interest = pin-terest) dove si possono attaccare con gli spilli (pins) tutte le cose più belle che troviamo in giro per la rete.

Assomiglia a Delicious, che personalmente uso tantissimo, ma invece di salvare gli indirizzi dei siti che ci interessano (bookmark), su Pinterest appuntiamo le fotografie.

Come funziona Pinterest

Pinterest com screen capture 2011 11 27 15 57 56

L’home page di Pinterest organizza i contenuti al suo interno in un mosaico di immagini, divisi per categorie. Anche in questo caso come in altri sul web, la qualità del servizio è data dalla dedizione dei suoi utenti, punto di forza del web sociale.

Il servizio mette a disposizione un Profilo collegato alle più importanti identità che possiamo tenere online come Facebook, Twitter e il nostro sito web; del profilo è automaticamente è fornito un indirizzo RSS così da poter essere seguiti anche al di fuori del servizio o per una più semplice integrazioni con strumenti esterni.

Direttamente collegata alla questione della Web Curation è la funzione Board, che permete di organizzare in liste condivisibili su Facebook le immagini che processiamo attraverso il servizio. Uno strumento davvero potente che assomiglia all’idea di gestione del social bookmarking

FAQ What is a board

La funzionalità di ricerca e l’organizzazione per categorie forniscono uno strumento indispensabile a chi vede Pinterest come fonte di contenuti, per esempio mi è stato più volte d’aiuto sia per scoprire nuovi prodotti che per trovare immagini adatte da inserire nei miei articoli.

La sezione Gifts invece si preoccupa di inserire prezzi e descrizioni dettagliate dei prodotti destinati alla vendita, che gli utenti inseriscono in Pinterest collegandoli direttamente ai negozi online che li forniscono.

Infine non solo immagini vengono considerate all’interno di questo servizio, una sezione Video in cui non sono presenti categorie ma abbiamo a disposizione tutti gli altri strumenti legati a Pinterest comunque la consultazione di questo tipo di contenuto multimediale è sicuramente interessante

Schermata 2011 11 27 a 12 49 54

Per quanto riguarda la gestione delle fonti, vengono messi a disposizioni diversi strumenti. Sicuramente il metodo più semplice è l’upload dei propri scatti direttamente dal computer o da un iPhone tramite l’applicazione per iOS. Per le immagini recuperate da internet invece potremmo usufruire sia di un Bookmarklet, sia della funzione integrata chiamata Pin: è infatti possibile inserire l’url di una qualsiasi pagina web e verrà resistuito l’elenco completo delle immagini condivisibili sul servizio.

FAQ What is a Repin
FAQ Anatomy of a Pin
Il link di provenienza dell’immagine verrà visualizzato in basso a destra e sarà accessibile semplicemente cliccando su di essa.

Pinterest è quindi un servizio orientato anche a chi fa delle immagini un punto forte della pubblicizzazione del suo spazio web, o anche a quei blogger che decidono di investire molto in questa parte della composizione dei post.

Inoltre è sempre possibile inserire una descrizione, ed essendo il servizio indicizzabile dai motori di ricerca diventa ancora più importante per coloro che vogliono diffondere la propria identità online.

Mobile

Per un servizio come Pinterest l’utenza mobile ed in particolare il ricco gruppo di utenti iOS non è sicuramente da trascurare, vista l’esperienza di successo di app come Instragram, sempre legate al mondo della fotografia.

Per questo gli sviluppatori del servizio hanno messo a disposizione un’ottima applicazione per iPhone, aggiornata di recente, molto vicina ai temi di iOS 5

L’app permette di esplorare questi contenuti direttamente in mobilità, ed integrandosi con la fotocamera è molto più semplice iniziare a diffondere le proprire risorse. Inoltre alcune attività risultano più intuitive da eseguire tramite il client per iOS, come ad esempio accedere agli aggiornamenti delle persone che seguiamo, fortemente evidenziate su iPhone, meno nel sito che si concentra sulla scoperta continua di nuove fonti e contenuti

L’applicaizone non è l’unica risorsa accessibile da mobile, è disponibile anche una versione del sito ottimizzata per i dispositivi mobili da cui è possibile svolgere tutte le funzioni presenti sul sito ordinario escluso l’inserimento di nuovi contenuti. Per iPad è invece disponibile un bookmarklet dedicato che può essere aggiunto in questo modo:

  • Create un nuovo segnalibro di qualunque pagina
  • andate nella sezione segnalibri e cliccate su modifica
  • Inserite al posto del link questo codice:
    javascript:void((function(){var%20e=document.createElement(‘script’);
    e.setAttribute(‘type’,’text/javascript’);
    e.setAttribute(‘charset’,’UTF-8’);
    e.setAttribute(‘src’,’http://assets.pinterest.com/js/pinmarklet.js?r=’+Math.random()*99999999);
    document.body.appendChild(e)})());

Tumblr lrfpca5wS11qek6n0

Social

FAQ How to Repin

Gli strumenti che Pinterest mette a disposizione degli utenti hanno una finalità specifica esattamente come avviene negli altri Social, nel tentativo di mantenere una continuità coni metodi che hanno favorito questi. Vediamo nello specifico quali sono questi strumenti.

  • Pin: ovvero il metodo diretto, utilizzato per inserire un contenuto da un sito web o dal proprio hard disk e iniziare la condivisione
  • Repin: simile al Retweet, permette di fare proprio il contenuto di un altro utente e ricordividerlo al propri follower
  • Like: Esprime la propria preferenza come accade su Facebook
  • Board: di cui abbiamo anticipato prima la funzione
  • Commenti: lo strumento più tradizionale nel web per esprimersi.

FAQ How to add a contributor board

Ad ogni utente è poi associata una bacheca assolutamente non invasiva, posta nella pagina profilo esattamente sopra alla nostra timeline. Tramite questa è quindi possibile scrivergli direttamente senza commentare un’immagine. Inoltre è previsto l’uso delle menzioni semplicemente anteponendo il simbolo @ al nomeutente.

Schermata 2011 11 27 a 13 28 07

La conformazione sociale di Pinterest rende semplice anche comprendere il funzionamento perchè non si discosta dal normale utilzzo di altri Social Network, inoltre la sua identità di servizio risulta contemporanemante indipendente da Facebook e Twitter perché esaurisce la sua funzione all’interno del servizio, ma si fa forte anche di una condivisione diretta con questi servizi attraverso tutte le forme sopracitate.

Conclusioni

Pinterest risulta un’ottima risorsa sia per la condivisione dei contenuti e fidelizzare i propri utenti sia per il recupero di questi, il flusso di notizie può essere facilmente esplorato senza dover ricorrere a ricerche specifiche, ed è più semplice e intuitivo rispetto a Flickr che mantiene ancora l’obiettivo di coinvolgere un utenza esperta.

Come abbiamo già detto il servizio è momentanemente disponibile solo su invito, ma chi fosse interessato può farne richiesta nei commenti e metteremo a disposizione uno dei nostri.

I 5 Migliori Servizi Web Del 2011

Il web non si ferma mai, spetta a noi blogger scattare istantanee di alcuni momenti che possano aiutarci a capirlo meglio e non è un compito semplice. Ormai il 2011 è quasi concluso e di cose, per quanto riguarda il mondo informatico, ne sono successe davvero tante.

Se il mondo Mobile ha avuto la sua consacrazione con i nuovi smartphone e tablet anche nel grande insieme dei Servizi Web vi sono state un sacco di novità, che noi di Dynamick abbiamo cercato di raccontarvi. La maggior parte di queste  riguardano il web sociale, che avanza sempre di più all’interno della vita quotidiana e raggiunge anche chi non è un geek o un esperto informatico.

Oggi noi di Dyninamick vogliamo ripercorrere le più importanti di queste innovazioni con una Top 5 dei servizi web migliori di quest’anno.

Google Plus

Google plus logo2

Il Social Network di Google è stata sicuramente la novità dell’anno per quanto riguarda i Social Network. Molte analisi sono state fatte e se Facebook gode ancora di una forza di utenti pressoché illimitata, Google dal canto suo può offrire una maggiore integrazione con servizi già assimiliati e maturi come Gmail, e Google Calendar.

Non è la prima volta che Google tenta di entrare nel web sociale, ricordiamo i flop di Buzz e Wave, e questa volta ha sicuramente preso molti spunti per non dire troppi proprio da quel Facebook che è cambiato poco fa.

Google+ ha dimostrato ancora una volta la visione di Google di modificare la sua natura per rafforzare il rapporto con gli utenti, e questo non può che passare dai Social Network, l’evoluzione di Gplus ha influenzato anche i suoi concorrenti diretti causando reazioni che hanno tentato di riequilibrare il mercato degli utenti.

La sua nascita ha anche aperto numerose domande che ancora cercano una risposta, la più importante ad oggi rimane “Quanto tempo possiamo dedicare ai Social Network?”. La nascita di un servizio come Google+, di cui potremmo trovarci parte solo possedendo un account Google, ha creato delle dipendenze che devono essere soddisfatte a meno di voler cambiare tutta una serie di strumenti di condivisione (si veda per esempio l’esplosione di critiche conseguenti all’aggiornamento di Google Reader che è ora esclusivamente indirizzato al Social di Big G) questo ci porta a dover fare delle scelte, per non trovarci un domani a distribuire il tempo trai i servizi senza produrre alcun contenuto concreto.

New Twitter

Schermata 2011 12 29 a 15 22 37

Soprattutto in Italia possiamo dire che è stato un anno di successo per quello che è stato definito il News Network. Numerosi personaggi famosi hanno preso parte alla condivisione nel nostro paese, su tutti Fiorello, Jovanotti, che hanno iniziato a sfruttare le potenzialità di questo social che avvicina le persone in base a quello che loro si sentono di dire e condividere. Uno strumento nobile che non si allontana dal puro intrattenimento come è avvenuto con #ilpiùgrandespettacolodopoilweekend evento italiano dell’anno su Twitter.

Inoltre il recente aggiornamento ha dimostrato la sua maturazione e come abbiamo detto poco fa, ciò è dovuto ad un tentativo di riequilibrare il mercato dei social dopo l’inserimento di G+ e l’evoluzioni di Facebook. Per un approfondimento ulteriore sul Nuovo Twitter potete consultare questo articolo, oltre che un’analisi della nuova configurazione browser del social.

Vi rimandiamo inoltre ad una analisi riguardante Twitter che tenta di spiegarne il funzionamento e il fine.

Tumblr

Icon tumblr word

Tumblr ha preso sicuramente spazio durante quest’ultimo hanno diventando un punto di riferimento per lo zoccolo duro del blogging, ovvero quello personale spontaneo che non punta ad una produzione di contenuti volta al guadagno. Se è vero che per bloggare ci vuole passione questo servizio la racchiude.

Inoltre Tumblr è entrato anche nel quotidiano di chi, come il sottoscritto, lo utilizza per aggiornamenti sporadici, complementi ad articoli e pubblicazioni personali. Una piattaforma al servizio degli utenti, che offre moltissime soluzioni per affrontare il web costruendosi una propria identità online.

Klout

Klout

La reputazione online è sicuramente uno dei punti focali del Web. Il blogging basa il suo funzionamento sulla fiducia che si instaura tra autore e lettore ma questo processo è indubbiamente lento e sufficientemente fragile da essere un po’ ingiusto. La soluzione a questa necessità di quantificare la qualità della condivisione dei contenuti ha portato alla nasciata di questi controversi servizi di cui Klout è il massimo esponente. Ancora in beta dalla sua fondazione ha piano piano introdotto al suo interno una valutazione complessiva dei maggiori social network (Twitter è stato il primo, Facebook, LinkedIN, Instagram, tumblr, Youtube, e molti altri) creando un vero e proprio faro nel mondo del web grazie al suo algoritmo di valutazione delle influenze degli utenti.

Klout artists popularity

Klout non ha solo ammiratori, molti utenti del web lo considerano come un’inutile manifestazione di notorietà che non aiuta davvero la valutazione ma spinge a tentare di accontentare l’algoritmo interno esattamente come avviene per Google e le così dette content farm. Dal mio punto di vista ritendo che come tutte le valutazione statistiche è utile ma non può prescindere da valutazioni personali. Un approfondimento sullo strumento che ha diviso molti blogger ci sarà prossimamente.

iCloud

Icloud 414x412

Lion e iOS hanno portato numerose novità all’interno dei dispositivi Apple, e iCloud è sicuramente quanto più lega le due facce dell’azienda di Cupertino. Ci sono interessanti retroscena che raccontano come Steve Jobs fosse interessato all’acquisto di Dropbox, altro servizio di fondamentale importanza in questo 2011, ma che una risposta negativa lo portò a incentivare lo sviluppo di iCloud.

Nell’attesa dell’aggiornamento che porterà questo pratico strumento anche su Snow Leopard, possiamo limitarci a sfruttarne le potenzialità solo su dispositivi con OS X Lion. Tra le funzionalità più importanti troviamo sicuramente:

  • Backup dispoitivi iOS 5
  • Condivisione die Documenti
  • Accessibilità tramite un ID apple ovunque

iCloud si fa forte una grossa fetta di utenti che troveranno questo servizio integrato nel loro sistema operativo, un po’ come accadde con IE nei primi anni dello scorso decennio, forse si tratta di concorrenza sleale ma per il momento siamo solo noi utenti a guadagnarci.

Menzioni Speciali

Infine non possiamo non nominare almeno alcuni servizi che sono stati sicuramente importanti durante quest’anno o almeno in parte. Alcune Sono Startup altri servizi consolidati che vi invitiamo a provare.

iFttt

Ifttt 1111 mdn

Questo servizio si occupa di incanalare vari strumenti web tra di loro. La sua importanza è cresciuta molto nell’ultima parte del 2011 quando Google ha modificato la funzionalità di Sharing del suo feed reader per limitarla al solo Google Plus. Con questo strumento sarà possibile trovare diverse alternative a quel sistema ormai perso per sempre.

Ifttt

Inoltre grazie ad ifttt potrete importare le vostre foto Instagram direttamente in Dropbox o pubblicare su Facebook tutti i preferiti che aggiungete a Delicious. Le possibilità sono infinite per uno dei servizi più utili di tutto il 2011.

Pinterest

Pinterest 72 o

Pinterest è il un servizio a metà tra la Web curation e il social networking entrambi per prodotti e immagini. Grazie agli strumenti che vi mette a disposizione potrete scoprire nuovi oggetti di designe, fantastiche infografiche o diffondere le vostre produzioni, anche da mobile.

Questo strumento utile ai blogger come fonte di contenuti e agli utenti nella sua veste di social network è una startup molto interessante e già ricca di utenti!

KIndle For the Web

Cascade vanity ea tcg V199810947

La riposta di Amazon alle politiche ristrette di Apple ha riportato il lettore Kindle di qualità superiore anche su iPad e dal vostro Browser grazie ad una web app davvero completa e ben fatta, che è tra le più utilizzate tra quelle per il tablet di casa Apple.

Cydia Camera Addons: trasforma il tuo iPhone in una fotocamera Professionale

5 tips for taking better photos with your iphone 1
Come emerge dai dati rilasciati da Flickr, il social network per i fotografi, la fotocamera più utilizzata del momento risulta essere proprio quell’iPhone 4, che ha fatto fare il salto di qualità all’obiettivo dei percedenti Melafonini.
Abbiamo già recensito molte applicazioni che riguardano l’ambito della fotografia nel mondo di iOS, e anche la stessa Apple ha da sempre supportato la cosa, dedicandovi persino una sezione apposita nei suoi App Store. Come sapete inoltre molte realtà si sono sostituite all’applicazione di default Fotocamera, come l’arcinota Camera Plus o la nostra preferita Instagram, di cui abbiamo parlato più volte e con diversi punti di vista.
Dopo avervi presentatato i tweak offerti sul Cydia Store per rendere Mobile Safari e un browser decisamente più completo e per la gestione delle Email, oggi noi di Dynamick ci occuperemo di migliorare anche la funzione fotocamera dei nostri iDevice.

Must Have

PictureMe

PictureMe è il Plugin più importante di questa collezione, infatti questo tweak aggiunge all’applicazione fotocamera l’autoscatto e lo scatto multiplo di fotografie, funzioni a mio avviso fondamentali per qualunque fotocamera. Potrete finalmente godere di tutte queste funzionalità senza distanziarvi dall’applicazione nativa, e trasformarla in un dispositivo più completo e funzionale.

Camera Lock

Camera Lock aggiungerà l’icona fotocamera alla vostra lockscreen permettendovi di scattare foto senza dover sbloccare l’iPhone quindi molto più velocemente. Nella sua versione Plus potrete anche scegliere quale applicazione lanciare con quel comando, se preferite usare Instagram o altro per catturare i vostri momenti.

Trovate Camera Lock su questa repo gratuitamente.

Cameralock settingsIMG 0708

Camera Buttons

Camera buttons (0.99$) , Snappy (1,99$) , SnapTab (0,99$), FastSnap (0,99$) sono tre tweak che aggiungono in modi diversi le stesse funzioni: avvio rapido con una gesture della fotocamera, e scatti attraverso i tasti del volume.

Camera Buttons vi permette di personalizzare a pieno le gesture per scattare foto e video

Camerabuttons3 530x387

Snappy

Snappy è il tweak più versatile dei precedenti, che aggiunge ulteriori funzioni. Con una gesture all’interno della fotocamera sarà possibile accedere a delle impostazioni:

  • Lancio velocizzato con una gesture
  • Accesso dalla Lockscreen

Snappy Cydia

SnapTab aggiunge solo l’attivazione tra le sue impostazioni ed è nel complesso il tweak più leggero tra le alternative. Integrato anche con Sb settings.

Fast Snap

Infine Fast Snap tra le sue impostazioni aggiunge una gesture per l’avvio della fotocamera tramie lo scorrimento sulla status bar, come per SB Settings (infatti va a sovrapporsia tale tweak)

IMG 0005IMG 0006

Albums Plugin

SwappCamRoll è un’utile applicazione che verrà aggiunta alla vostra springboard e vi permetterà di cambiare tra due librerie fotografiche così da poter distinguere gli scatti in momenti diversi, gli screenshot dalle fotografia o più semplicemente le foto che volete far vedere a tutti e quelle che invece devo rimanere private. Ricordate le che foto scattate precedentemente all’installazione dell’App sarranno presenti in entrambi gli album.

IMG 0007

PhotoAlbumPlus iPhone (4,99$) / iPad (6,99$) (Sono tweak che vanno a migliorare notevolmente la gestione degli album nei vostri iDevice. Tramite questi addons potrete:

  • creare nuovi album
  • Spostare le fotografie da un album all’altro
  • rinominare gli album
  • eliminarli senza eliminare il contenuto
  • bloccare con password gli album

Photoalbums+ iphonePhotoAlbums 3 0 0 0 2Screen8

Il tweak distingue gli album in cartelle per una migliore importazione nel PC o Mac, il plugin diventa ancora più utile su iPad dove potrete gestire le foto come su un computer. Qui potrete trovare la pagina ufficiale di Photoalbum

iPhone 4 Tweak

Questi due Tweak che andiamo a presentarvi sono combatibili sono con iPhone 4 semplicemente per una questione hardware: presenza di Flash e Fotocamera Frontale, quindi non sono state testate in prima persona, ma il giudizio in rete è molto buono.

Istant Mirror (1,49$) attiva rapidamente dalla Lockscreen la fotocamera frontale.

DefaultFlashOff apre l’applicazione fotocamera con il flash inizialmente disabilitato

Conclusioni

Per quanto riguarda i possessori di un iPhone 4 sicuramente già nella configurazione di Default il dispositivo risulta facilmente utilizzabile come fotocamera, come in effetti accade. Personalmente ho utilizzato molto anche il mio iPhone 3GS in questo senso, specialmente con applicazioni esterne, tuttavia l’aggiunta di questi tweak mi ha riportato all’utilizzo dell’applicazione di Default, sicuramente più leggera da aprire, per poi rielaborare successivamente gli scatti effettuati.

Condividere screenshot: 3 servizi per farlo al meglio

Share1may20082

Quando si pensa alla “condivisione” la prima cosa che gli viene in mente è sicuramente il Link. Ricerche recenti riportano che su Twitter l’80% dei messaggi inviati contendo un link a siti, blog, articoli e via dicendo. Tuttavia non è questo il solo modo di condividere le proprie passioni, o la propria conoscenza di tali argomenti, specialmente alcuni, come dimostrano applicazioni come Instagram che vengono utilizzati anche da fotografi e designer per socializzare maggiormente con il loro pubblico.

Un buon metodo per dimostrare il vostro lavoro e prendere contatti con chi vi segue è la condivisione delle immagini. Noi tutti conosciamo Flickr o Picasa nelle loro versioni gratuite, caricare i propri screenshot può rendere chiara la nostra attività digitale:

mostrare il nostro ambiente di lavoro e talvolta incuriosire nuovi utenti che vagano casualmente nella rete alla ricerca di immagini accattivanti; se poi avete raggiunto un po’ di successo all’interno della vostra nicchia, sarà un piacere svelare un po’ di “dietro le quinte” a chi vi segue giorno per giorno.

Volendo condividere all’interno dei network destinati alla vostra utenza è probabile che preferiate mantenervi nell’ambito delle applicazioni online. Infatti questo tipo di strumenti richiedono poca esperienza, hanno funzioni mirate e senza fronzoli che possono rendere più facile perdersi in in. Inoltre, le soluzioni software che interessano questo tipo di attività, spesso sono accompagnate nel loro funzionamento da un partner online, che permette di organizzare la condivisione e l’attività di chi le utilizza.

Per questo motivoti noi di Dynamick abbiamo selezionato i migliori tool disponibili nel tentativo di dare una marcia in più alla vostra attività online.

Scrnshots.com

Schermata 2011 09 10 a 23 49 58

E’ una community porprio dedicata alla condivisione dei propri screenshot. Essa permette di caricare, votare e commentare le immagini caricate dagli utenti registrati. Per ogni singola immagine vengono autogenerati i codici che permettono di includerla all’interno del vostro sito o blog. Inoltre viene reso disponibile un indirisso RSS per essere seguiti nella condivisione oltre che ad un Widget per blog da integrare nel vostro Layout.

Questa comunità oltre ad essere un’opportunità per aumentare la propria popolarità online,  rappresenta sicuramente anche un modo per reperire contenuti Creative Commons da aggiungere ai propri post, anteprime di applicazioni per Mac o OS e anche alcune infografiche.

Un punto a sfavore è sicuramente l’impossibilità di condividere direttamente i contenuti su i social network, potremmo comunque pensare di sfruttare l’indirizzoRSS autogenerato come avevamo spiegato qui.

Schermata 2011 09 10 a 23 50 09

Il patner software che completa il servizio è disponibile sia per Windows (in tutte le sue versioni più recenti) che per OS X, anche se ancora in beta.

Entrambe le versioni comprendono:

  • Screeshot completi e a porzioni di schermo in stile Mac
  • Tagging rapido delle immagini con autocompletamento
  • Upload

Le API open source del servizio hanno anche permesso lo sviluppo di applicativi come Shut, per Windows, al cui interno è presente un piccolo editor per gli screenshot. Esiste inoltre per Mac, uno Applescript che caricherà sul vostro account tutti le immagini presenti in una cartella.

CloudApp

Schermata 2011 09 10 a 23 49 12

E’ un servizio molto completo, che non si limita all’hosting online delle sole immagini, ma di qualunque tipologia di contenuto multimediale, oltre che link e testi. Nella versione gratuita permette un massimo di 10 caricamenti al giorno, per un totale di 25MB. Ad ogni screenshot viene associato un url privato o pubblico a seconda delle nostre esigenze. Nella versione pro è anche possibile personalizzare questo indirizzo.

La Web App che offre due client desktop ufficiali:

Screenshot 10 07 2011 11 07 13

Screenshot 10 07 2011 11 07 06Screenshot 10 07 2011 11 07 00

La versione per OS X, Cloud, è una semplice utility che si posiziona nella nostra barra delle applicacaizoni. Tra le funzionalità permette di caricare automaticamente gli screenshot presi con il sistema di default di OS X. Anche la vostra clipboard può essere facilmente caricata attraverso una scorciatoia da tastiera del tutto personalizzabile.

Si interfaccia anche con altre applicazioni già presenti nel sistema come iTunes e Safari tramite i Raindrops, plugin, per sfruttare le altre funzioni della Web App che prima vi spiegavamo. Rimanendo a tema, con una scorciatoia è possibile caricare fotografie direttamente da iPhoto, photoshop o dal Finder.

Possiamo creare i nostri plugin seguendo queste informazioni.

FluffyApp

FluffyApp è invece la versione per Windows di questo client. Aggiunge la possibilità di effettuare gli screenshot di porzioni di schermo esattamente come su Mac rimanendo nascosta nella Tray Icon Bar. Anche questo software si integra con alcune applicazioni funzionanti su Windows come Photoshop.

FluffyApp 01

FluffyApp 02

Entrambe le App copiano automaticamente l’indirizzo del file caricato nella Clipboard così da poterlo facilmente condividere.

Conclusioni

La condivisione è al centro di ogni attività di blogging. Siamo persone e perciò  tendiamo a fidelizzare i rapporti con i nostri blog preferiti, per questo, se qualcuno che conosciamo bene per il suo lavoro ci da un consiglio o un suggerimento tendiamo ad ascoltarlo. Bloggare è questo, se ci dimostriamo solidali con i nostri lettori poi queste persone ascolteranno le nostre idee e le nostre opinioni, apprezzeranno il nostro lavoro.

Oltre ai servizi presentati oggi non dobbiamo dimenticare l’impatto che possono avere i social network in questo ambito.

  • Facebook può essere sicuramente una trampolino. Se avete un profilo pubblico o una pagina personale, tenere aggiornato un album con screenshot e immagini inerenti al vostro lavoro online può sicuramente fare la differenza. Diversamente dai servizi dedicati di cui abbiamo parlato, Facebook essendo il Social Network, può portare anche una grossa fetta di “pubblico inconsapevole” intento ad esplorare le immagini del vostro profilo.
    Non credo sia necessario appesantire la propria bacheca con applicazioni dedicate alla visualizzazione delle immagini. La struttura delle fanpage e dei profili fornisce sufficiente attenzione a questo lato della condivisione.

Un altro metodo che può favorire la condivisione delle vostre immagini è sicuramente una piattaforma di Microblogging.

  • Tumblr in primis nasce proprio con l’intento di una pubblicazione snella, di contenuti apprezzati di primo impatto e, perchè no, personali. Condividere regolarmente i wallpaper che selezionate per il vostro desktop, il layot che avete costruito con tool come Rainmeters o Geektool, aggiunge una nuova sfaccettatura alla vostra immagine di blogger.
  • Infine Twitter possiede al suo interno strumenti volti proprio alla condivisione delle immagini, sfruttarli significa cambiare il proprio metodo di condivisione e si rischia di sbagliare, magari annoiare. E’ sicuramente il più delicato dei tre strumenti, specialmente perché le immagini possono andare a perdersi in un link se la nostra utenza utilizza dispositivi mobili o client per la visualizzazione.

iOS Idea

Non poteva mancare una considerazione riguardo al sistema operativo dei nostri iDevice vista la facilità con cui è possibile “fotografare” in nostri dispositivi.

L’idea, che non è mia, nasce dal sito Firstand20.com di cui via avevo già accennato qui, dove programmatori e personaggi noti del mondo dei blog condividono la Homescreen dei loro iPhone o iPad.

Ho pensato di farlo anche io, perchè mantenere aggiornata online la mia Homescreen permette a chi mi segue di vedere anzitutto se le mie scelte in fatto di App sono coerenti con i miei articoli e magari di scoprire qualche nuova app che non ho ancora riportato in essi.

Mac Bundle: come avere i migliori software ad un prezzo stracciato

Fusion and Carbon Ads Bundle 2011 09 27 16 20 31
Nel mondo Mac, se si può muovere una critica, è alla preferenza degli sviluppatori di fornire applicazioni shareware o completamente a pagamento. Non che non esistano utility gratuite, come abbiamo visto in diverse occasioni, tuttavia le alternative free sono inferiori a quelle disponibili per Windows.

Per questo motivo e per contrastare la Pirateria, che nel caso di OS X spesso colpisce piccoli sviluppatori , esistono diverse offerte sul web, che permettono di ottenere suite complete di software a prezzi sensibilmente scontati, con l’obiettivo di vendere in quantità e fare pubblicità alle applicazioni che magari si scambiano utenti.

Gia in passato vi avevamo parlato di una di queste offerte, si trattava di ProductiveMacs e oggi, nuovamente, noi di Dynamick vi presentiamo il:

Productivity Bundle 29.99$

Il Boundle che vi andiamo a presentare vi offre un pacchetto di 10 strumenti tra Software e Web Services, questa è una delle maggiori novità dell’offerta.

Sparrow Mail

Sparrow Mail è un client che porta la vostra casella di posta elettronica direttamente sulla Menu Bar, senza limitare le funzione.

Screenshot 28 18 2011 04 18 39

L’ho provato con il mio account Gmail e tutte le funzioni risultano accessibili senza difficoltà. A differenza di altre applicazioni che si posizionano sulla menubar Sparrow non rinuncia a tutte le funzioni principali di un Client Email, per questo la sua interfaccia è minimale ma completa. Tra le funzioni avanzate troviamo:

  • Multi Account
  • Notifiche
  • supporto IMAP
    Screenshot 28 32 2011 04 32 03Screenshot 28 31 2011 04 31 55

L’integrazione con Facebook assegna l’immagine alle email dei vostri contatti rendendo facile il riconoscimento a prima vista.

Carousel

Carousel è un client Instagram molto minimale.

Le funzioni dell’applicazione sono limitate alla gestione delle foto presenti sul proprio account e quelle pubbliche della comunità, che possono essere scaricate e commentate.

Mzl xwxbaome 800x500 75Mzl ftazoxmr 800x500 75Mzl hxqtxsll 800x500 75

Oltre a questo il client offre la possibilità di:

  • Aprire la fotografia nel browser e compirarne l’URL originale per condividierlo.
  • Nortifiche attraverso Growl
  • Foto in risoluzione Massima
  • Personalizzazione dei Temi

Alarms

Alarms è un ottimo strumento per migliorare la gestione dei vostri impegni, tramite una timeline a scomparsa proprio sotto la menubar e la programmazione di suoni annessi agli eventi. Tutto gestibile tramite drag and drop, Alarms si sincronizza facilmente con iCal e supporta le notifiche tramite Growl.

DragSnoozedImage

Koku

Koku è un gestore software per la vostra contabilità domestica che, attraverso la sincronizzazione con un account online, vi permette di tenere traccia dei vostri risparmi, di organizzare i movimenti in diari separati. Tag, descrizioni e note possono essere utilizzati per una maggior precisione e per poter fruire dei grafici che il software genera con molta semplicità.

Summary

HistoricMain

Nottingham

Nottingham è un editor di testo minimale, adatto per chi ha la necessità di prendere note velocemente, magari per sincronizzarle anche con i propri iDevice, a questo scopo l’app include la possibilità di sincronizzare le proprie note con Simplenote ottima applicazione gratuita per iOS. La gestione delle note è molto semplice, ed è possibile utilizzare Dropbox per contenere la cartella dove queste vengono archiviate, così da trovarle sempre con se ovunque si vada.  L’applicazione support anche il tagging multiplo delle note per velocizzarne l’indicizzazione e quindi la ricerca.

622x570xn2 ss1 png pagespeed ic D6t5FG0sxQ448x530xn2 ss2 png pagespeed ic RcAdZ0oKHk

Servizi in abbonamento

Oltre a questi utili programmi nel boundle sono compresi i servizi online ad abbonamento che vi andiamo a presentare:

Ricorda ogni cosa   Evernote Corporation

3 Mesi di Account Evernote Premium L’applicazione gratuita per prendere qualcunque tipo di nota, sia essa volale scritta o fotografia, è nota se non a tutti quasi. Con l’account premium avrete la possibilità di caricare fino ad 1GB al mese contro i 60Mb della versione gratuita, limite di grandezza file da 25Mb a 50Mb, priorità di riconoscimento immagini e condivisione in lettura dei taccuini via web.

Schermata 2011 09 28 a 16 23 27

StrongSpace 1 Anno 15GB è un servizio di Backup online automatizzato grazie anche ad un comodo client per Mac e per Windows disponibile qui, il servizio può essere usato anche per una facile condivisione dei file. Il servizio può essere gestito anche con client FTP alternativi come Cyberduck.

Schermata 2011 09 28 a 16 20 20


Flow è uno strumento per gestire la i propri impegni. Una To Do List online accessibile direttamente dai vostri dispositivi Mac e iOs. Tramite un client desktop il servizio promette di mettervi in contatto in tempo reale con i vostri amici che utilizzano il servizio.

Schermata 2011 09 28 a 16 23 03

InboxAssistant è una Web App che si occupa di selezionare dalla vostra casella email appuntamenti e impegni e riportarli automaticamente nel calendario, sia questo Outlook, iCal o Google Calendar. Semplicemente inserendo l’indirizzo email associato alla webapp in CC ad un’email, il sistema elaborerà il messaggio estrapolando da esso ora e data dell’appuntamento per poi aggiungerlo al calendario.

La brutta notizia in questo caso è che la lingua supportata è solamente l’inglese.

8 grasshopper img

Grasshopper è una piattaforma che offre un numero online nazionale e promette la gestione di fax, chiamate ai numeri del vostro team tutto tramite il servizio online. Purtroppo non è disponibile del nostro paese.

Tutte queste applicazioni vi sarranno offerte al prezzo speciale di 29,99$ circa 23 euro.

Wallcast: Rivitalizza il duo desktop e quello dei tuoi amici!


Ogni giorno sul web nascono nuove startup volte a migliorare la nostra produttività ed a facilitarci il lavoro; noi di Dynamick seguiamo per voi quest’evoluzione senza dimenticarci però che il Web è soprattutto socialità e intrattenimento, per questo anche l’occhio vuole la sua parte e così come il più geek di noi mette un tocco di personalizzazione nei suoi software anche a noi piace abbellire i nostri Pc Mac con le migliori risorse disponibili sulla rete.

Continua a leggere