on Software

Recuperare file cancellati: la nostra prova

Ci è stata data la possibilità di provare la versione Pro di un software per il recupero di file persi per una cancellazione erronea, o dopo aver formattato il disco, o per perdite di partizioni o per un crash del sistema operativo o per un attacco di virus.

Si chiama Data Recovery Wizard Professional disponibile sia in versione Mac sia in versione Windows e ad oggi è arrivato alla versione 9.0 e fa parte dei tanti software catalogati come data recovery software. Dopo averlo scaricato, installato e licenziato correttamente, l’abbiamo subito messo alla prova, inserendo una chiavetta USB che ci è stata regalata. In realtà il software funziona anche su dischi formattati, oppure con partizioni cancellate, oppure su dischi il cui sistema operativo sia corrotto.

jbjhgajf

L’interfaccia semplice ci ha reso il compito davvero semplice: l’operazione è suddivisa in 3 pagine guidate. Nella prima si selezionano il tipo di file da recuperare, nella seconda si seleziona il disco su cui avviare l’operazione di ricerca e nell’ultima si analizzano i risultati e si mettono al sicuro i dati recuperati.

Il risultato si è rivelato parzialmente buono nella prima fase, in cui sono state recuperate alcune fotografie che avevamo cancellato in seguito ad una formattazione. Il software ci ha poi suggerito una scansione approfondita che in 2 minuti circa ci ha restituito praticamente tutti i file che sono transitati nella vita di quella pen drive da 4GB. Davvero stupefacente. Semplice, efficace e molto veloce.

Le operazioni di hard disk recovery sono sempre molto costose se affidate ad aziende private. Come prima operazione che potreste fare è provare a recuperare da soli i file persi. Il costo di Data Recovery Wizard Professional è di 70$, poco più di 50€, un costo minimo che vi potrebbe salvare la vita nel caso abbiate perso documenti davvero molto importanti.

 

scrivi un commento

Commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  1. Ciao Mic,
    ti passo la mia testimonianza 🙂
    Io avevo un HD NTFS pieno di cartoni animati, collegato alla TV. Per “sbaglio” (non sa leggere) mio figlio ha premuto “Ok” quando la TV gli ha chiesto “vuoi inizializzare l’HD collegato per registrarci sopra i programmi?”.

    Risultato: creata una partizione generica “Linux” su tutto l’HD.
    Per la cronaca, con questo Data Recovery Wizard ho recuperato tutti (fino all’ultimo bit) i file che stavano sulla partizione – non più esistente – NTFS, anche se devo ammettere che è stata solo ricreata la partition table e praticamente nessun dato era stato ancora scritto… però ha fatto tutto da solo, dicendomi “secondo me prima c’era una partizione NTFS con dentro tutti questi file, che faccio? recupero?” 🙂