on Fotografia

Slow sync: pennellate di luce

slow sync, dipingere con la fotocamera digitaleIn condizioni di scarsa luminosità è possibile scattare una foto in due modalità:

  • usando il flash, e quindi con tempi dell’otturatore veloci, perchè il soggetto è abbagliato dal flash
  • usando tempi di esposizione lunghi per catturare luce sufficiente per permettere una corretta esposizione dello sfondo o del resto della scena.

Esiste una terza modalità che mette insieme le due precedenti e si chiama slow sync. Questa tecnica prevede tempi di esposizione lunghi e anche l’uso contemporaneo del flash. Potremmo così illuminare con il flash il soggetto principale, solitamente una persona, permettendo comunque di leggere anche l’illuminazione ambiente.

Lo slow sync è naturalmente utilizzato per i ritratti notturni, ma lo si può utilizzare per ottenere risultati esotici e pittoreschi. Per esempio, durante feste o in locali chiusi si possono ottenere risultati meravigliosi sfruttando i fari sullo sfondo per pennellare colori ed emozioni sulla pellicola (digitale e non).

Slow Sync - effetto acqua slow sync - taglio di una mela
(fonte foto: Johnny Blood, Voxphoto, trushu)

scrivi un commento

Commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Webmention

  • Satollo Vivi Meglio - non sbagli a fermarti qui Maggio 9, 2007

    Questo interessante articolo, assolutamente da leggere, vi può aprire un mondo di possibili “fotografie alternative” a quelle che siamo abituati a fare in modo classico. Continua la lettura »

  • Dopo Pranzo: gossip, moda, politica, internet Maggio 9, 2007

    Questo interessante articolo, assolutamente da leggere, vi può aprire un mondo di possibili “fotografie alternative” a quelle che siamo abituati a fare in modo classico. Continua la lettura »