App Store: tutte le occasioni e le App all’ultimo grido

Appdrowning 01

L’App Store è approdato da poco anche su i nostri computer desktop portando la comodità che è nota ad ogni possessore di iPhone o iPad anche all’utilizzo quotidiano con i nostri computer OSX. Tra i vantaggi che ne risultano ci sono sicuramente una maggior sicurezza, importante fattore per chi non è uno smanettone e non vuole correre rischi recuperando nuovi software nella rete. Apple ha così permesso alla sua clientela di accentrare molte azioni in un unica postazione: pagamenti, pubblicità e qualità.

Continua a leggere

Air Display: trasformare l’iPad in Dual Head (secondo monitor)

Da quando l’iPad è entrato nella mia squadra di device non faccio altro che cercare continuamente nuovi metodi per sfruttarlo al massimo. Il suo potenziale cresce di giorno in giorno grazie anche ad un continuo rinnovarsi delle applicazioni in App Store. Infatti non sono solo presenti servizi o strumenti del tutto nuovi nello scenario informatico, ma spesso vengono rilasciati applicativi per risolvere vecchi problemi o per iniziare approcci del tutto innovativi.

Continua a leggere

iPhone App per aumentare la tua produttività [Pro App]

500x gtd tabs 2 1

Eccovi all’ultimo appuntamento di questo percorso attraverso le migliori applicazioni  per gestire progetti e attività che sono attualmente disponibili per iPhone.

Dopo aver provato e recensito per voci le migliori applicazioni gratuite e quelle  con rapporto qualità prezzo migliore oggi ci dedicheremo alle applicazioni professionali, il cui prezzo lievita di fronte ad una varietà di funzionalità di prima fascia.

Things (iPhone 7,99 Euro iPad 16,99 euro e Mac)

Schermata 2011 05 07 a 18 44 07

La versione per iPhone della famosa applicazione desktop è stata da subito tra le migliori applicazioni del’appstore.

Tt screenshot quickentryTt screenshot nextTt screenshot lists

Things risulta molto flessibile alle vostre esigenze in quanto fornisce un gran numero di funzionalità. Ottima sia per la gestione degli impegni quotidiani (appuntamenti, todo list, e memos) consente una gestione avanzata dei progetti, distribuibili nel tempo tramite una facile integrazione tra le due sezioni del GTD.

In perfetto stile GTD l’app mette a disposizione sia tag che “aree di lavoro” con cui suddividere gli impegni per competenza, situazione ed ottimizzare così al massimo la propria giornata.

Screenshot things big5

Ovviamente tutto questo può essere sincronizzato con la comoda applicazione desktop, semplicemente tramite una connessione wifi, che  si interfaccia facilmente con iCal.

Quest’accoppiata risulta essere spesso vincente, anche arricchita dalla versione esclusiva per iPad, in quanto aggiunge alla semplicità e alla immediatezza dell’utilizzo un numero di funzioni sufficiente a piegare l’applicazione alle proprie necessità senza dover imparare ad usarla.

Per i clienti che hanno effettuato il jailbreak Thing è integrata nativamente nel famoso tool di personalizzazione della LockScreen LockInfo. Potrete trovare maggiori informazioni su Lockinfo qui.

Ominifocus (iPhone 15,99 e iPad 31,99 Mac 55 euro)

OmniFocus for iPhone overview hero 1 1

Quest’applicazione è sicuramente la più completa presente negli store di Apple, tuttavita comporta anche una spesa leggermente superiore alle precedenti.

La sua perculiarità è che è stata progettata ricalcando completamente le teorie di David Allen note per il libro Getting Things Done.

L’app si integra perfettamente con il sistema operativo iOS tramite notifiche push e un comodo bookmarklet che vi permetterà di passare rapidamente i link da safari a Ominfocus.
E’ prevista la funzione di compattazione del database per velocizzare l’apertura dell’app dopo un utilizzo frequente e intensivo.

Questo è uno strumento incentrato soprattutto sulla produttività lavorativa, quindi progetti, appuntamenti, risorse da studiare, ma è versatile e può essere piegato anche ad attività più quotidiane.

Mzl jiybowgs 320x480 75

Mzl xmumsjvj 320x480 75

  • I gruppi smart, vi permetteranno di organizzare le note trasversalmente, secondo caratteristiche che si differenziano dalla categoria, come l’urgenza o il ritardo.
  • La Mappa, vi permetterà di strutturare la todo list in base alla vostra posizione attuale e quindi ai vostri spostamenti, segnalandovi con delle notifiche quando vi troverete più vicini al luogo dove potete completare un progetto.

La versione desktop si sincronizza rapidamente ed è possibile anche trasferire delle impostazioni personalizzata dal proprio Mac all’iDevice.

OF sync 180x200

Todo di Appigo (iPhone e iPad 3,99 euro)

Todo Online 2011 05 07 18 38 01

E’ la meno costosa delle tre applicazioni presentate oggi, questo però non significa che non sia professionale.
Come le precedenti presenta un sistema organizzativo sia per appuntamenti che per progetti e note.

La struttura è simile a quella di Thing, permettendo sia l’inserimento di etichette (tag) che di Aree di lavoro.

IMG 0597IMG 0598IMG 0596

Non è presente un applicativo desktop per la sincronizzazione delle note, tuttavia l’app può interacciarsi con ben 2 diverse suite online per la produttività

  • Todo Online (ufficiale a 19$ al mese)
  • Toodledo, servizio gratuito online, disponibile anche nella versione a pagamento.
  • Inoltre è previsto un software di sincronizzazione incrociata della vostra libreria Appigo Todo: Appigo Sync. Questo strumento vi permette di sincronizzare l’app per iphone con Outlook Su Windows e con iCal su Mac OS X

Per l’estate è comunque stata prevista una versione desktop disponibile sul Mac App Store, a questo indirizzo è possibile iscriversi per la versione beta privata.

Anche Todo, com Things, è supportata nativamente da Lockinfo, per coloro che hanno effettuato il Jailbreak.

Google Translate: un’app per iPhone incredibile

Google riesce a stupirci ogni volta che lancia un suo nuovo prodotto. Questa è la volta di Google Translate, un’app per iPhone che traduce parole e frasi in più di 50 lingue. Ma la caratteristica strabiliante è….

La caratteristica che mi ha stupito è lo “Speak to translate“, ovvero la possibilità di dire con la propria voce la parola/frase che si vuole tradurre. Incredibile, ho fatto una decina di prove e non ha sbagliato una virgola: ha riconosciuto esattamente ciò che ho detto e l’ha tradotto meravigliosamente in inglese. La nuova app accetta in ingresso 15 lingue e, come per la precedente versione, la traduzione viene fatta su oltre 50 lingue. Per usare la traduzione “vocale” è sufficiente premere il bottone del microfono accanto al campo di testo e dire la parola desiderata.

Un’altra fantastica feature di questa app è il “Listen to your translations“, ovvero la possibilità di ascoltare la traduzione. Può essere utilizzata su 23 lingue diverse. Questa utile caratteristica utilizza lo stesso sintetizzatore vocale usato per la versione desktop di Google Translate che è stata pubblicata il mese scorso.

Tra le altre caratteristiche, troviamo la possibilità di allargare a schemo intero l’app, la possibilità di vedere ogni singola parola della traduzione sul dizionario, rivedere le traduzioni salvate e lo storico anche quando si è offline.

Si può scaricare Google Translate già da ora dall’App Store. L’app è disponibile in tutte le lingue supportate da iOS ma si deve disporre di un iPhone o iPod touch con versione iOS 3 o superiore.

50 icone gratuite sui Social Network

Sono 50 icone completamente gratuite che raffigurano i brand dei principali social network presenti su internet.

Le icone sono disponibili nelle dimensioni di 32px e di 16px e sono distribuite in formato vettoriale. Con tale formato è poi possibile ridimensionarle a qualsiasi altra grandezza per poterle adattare ai vostri design o per essere usata nelle stampe a 300dpi.

Nel pacchetto zip troverete le icone in 3 estensioni: EPS, PNG e GIF. I social network raffigurati sono:

Delicious, Flickr, Twitter, Retweet Button, Facebook, MySpace, StumbleUpon, Digg, Slash Dot, Mixx, Skype, Technorati, Reddit, FriendFeed, YouTube, LinkedIn, Newsvine, SlideShare, Google, Google Talk, Yahoo, Yahoo Buzz, Netvibes, AOL, Microsoft, MSN, Apple, MobileMe, App Store, Amazon, Last.fm, Mister Wong, Qik, Vimeo, Viddler, Virb, Tumblr, WordPress, Blogger, Posterous, Behance Network, Design Float, Deviant Art, Design Bump, Friendster, Bebo, Squidoo, Share This, RSS e Email.