WordPress, molto più di un blog

WordPress, la famosa piattaforma utilizzata per creare e gestire facilmente il proprio blog è ormai arrivata alla versione 2.9.2 ed è in sviluppo la versione 3.0. Voglio parlarvi oggi degli svariati usi che si possono fare di questo CMS(content managing system) grazie al grande numero di plugin sviluppati e distribuiti gratuitamente:

  1. Piattaforma multi-user/community: Grazie al Plugin BuddyPress è possibile trasformare la piattaforma wordpress in una community in cui tutti gli utenti hanno privilegi abilitati per la scrittura di articoli, aggiornamenti di stato ecc…; Se vi interessa creare un multiblog, è disponibile WordPress MU… tanti blog in una sola installazione di WordPress(lo stesso wordpress.com ne è valido esempio)
  2. Forum: bbPress trasforma WordPress in un semplice e completo forum con pagine e numerosi strumenti d’amministrazione. Il punto forte di bbPress è la velocità della piattaforma garantita dagli stessi sviluppatori nella pagina ufficiale del plugin: http://bbpress.org/;
  3. Wp e-Commerce: Un vero e proprio e-commerce alla maniera di Ebay, nella pagina ufficiale del plugin vengono elencate le caratteristiche principali, tra cui la possibilità degli utenti di gestire il proprio carrello personale. Il numero dei download,  con picchi di 2600 download giornalieri, conferma l’affidabilità del plugin;
  4. News Aggregator: Un aggregatore di notizie alla maniera di digg, technorati o degli italiani oknotizie e diggita. Per crearlo basta installare sul vostro WordPress il plugin FeedWordPress.

Aggiungo infine che le possibilità di personalizzazione diventano infinite se a questi plugin ne vengono accostati altri tra quelli presenti nella directory ufficiale, libero sfogo alla fantasia, dunque: http://wordpress.org/extend/plugins/

qmpeople: community con chat, video e giochi

Oggi vi presento un’altra community di chat per completare la serie di articoli riguardanti i network di persone. E’ qmpeople, una community di ragazzi e ragazze che condividono le stesse passioni. E’ una piazza virtuale dove si può chattare, iscriversi ai vari gruppi di interesse e molto altro .

qmpeople

Sbirciando in giro per la rete, sembra che questa community sia nata nel 2007 con lo scopo di realizzare uno dei più grandi social network multilingua esistenti grazie capillare presenza in tutti e cinque i continenti con numerose versioni localizzate in sette lingue (italiano, inglese, spagnolo, francese, russo, portoghese, ucraino), in grado di rendere disponibili contenuti sempre aggiornati e prossimi all’utente finale. A breve è previsto il rilascio delle versioni in tedesco ed olandese. La versione in lingua inglese è stata già recensita come uno dei migliori siti di incontri gratuiti oggi in circolazione.

Ecco alcune delle tecnologie utilizzate:

  • Feed in formato ATOM ed RSS: utilizzati per consentire la sottoscrizione di contenuti tramite i più comuni reader.
  • FOAF (Friend Of A Friend): utilizzato per la gestione delle amicizie
  • Vcard: utilizzato per la gestione delle informazioni di profilo
  • Mappe di Google: Mashup per la rappresentazione visuale delle relazioni di amicizia nate grazie all’interno dell’intero network
  • XFN: utilizzato come marcatore dei siti personali
  • Microformati: ad esempio rel-tag utilizzato per la marcatura dei tag descrittivi
  • OpenSearch: per aumentare il grado di fruibilità di tutte le funzionalità di ricerca offerte della piattaforma.
  • API Twitter per l’aggiornamento del proprio status in rete

I servizi di qmpeople

Chat con foto

Il layout grafico si presenta come i più famosi portali della rete, 3 colonne con tonalità arancioni, molto accattivanti. I servizi offerti dal portale sono innumerevoli. Li presento qui sotto in forma di photo gallery in modo che possiate apprezzare l’interfaccia grafica presentata.

La più gettonata è la chat, un modo semplice e veloce per scambiare quattro chiacchere con gli altri membri della community. Oltre che essere molto veloce e usabile, ha la caratteristica di mostrare la foto degli altri utenti, in modo da selezionare immediatamente il proprio interlocutore, in base all’aspetto fisico o perchè magari lo si conosce già.

video chat

Un’altra particolarità di qmPeople è la possibilità di caricare filmati, selezionandoli dalla rete.

Mi sono divertito un mondo guardando i video caricati e alcuni sono veramente spassosi, come quello di Checco Zalone a Zelig che imita Tiziano Ferro. Grandioso!

Chat giochi

Per chi invece ha 5 minuti di relax, può giocare con i giochi messi a disposizione dal portale. Sono intuitivi e permettono di conoscere sempre più nuovi membri della community e, ovviamente, se si vince, si ha diritto ad un premio. Nel caso del Chi è ad esempio si possono vincere fino a 10 SMS gratuiti.

chat forum

Infine volevo segnalarvi il forum e il blog, per chi vuole lasciare un annuncio o chi ha il desiderio di esprimere il proprio pensiero o stato d’animo. Blog e forum sono gli ultimi due tasselli che completano il quadro e che rendono qmpeople un servizio ricco e esaustivo. Inoltre stanno per essere implementati i gruppi (anch’essi con supporto multilingua) che consentiranno agli utenti di tutto il network di scambiare opinioni sugli argomenti di maggiore interesse.

Conclusioni

Lo spirito che anima gli sviluppatori di qmpeople traspare nel sito che trasmette la loro voglia di comunicazione e condivisione, termini molto in voga nel Web 2.0. “Tecnologia” ed “emozioni” sono due termini che sembrano agli antipodi, ma possono diventare strumentali uno rispetto all’altro e qmpeople ne è un chiaro esempio.

Guadagnare con il blog: idee ed esperienza personale sui plugin Adsense di WordPress

In seguito al restyling di Dynamick sto cercando di dare una sistematina anche agli spazi pubblicitari sul sito. Per questo motivo ho provato ad installare alcuni plugin che facilitano la gestione degli AdSense sui blog di WordPress. In particolare ho fatto una ricerca con la parola chiave “AdSense” nel repository ufficiale dei plugin di WordPress.

guadagnare-con-il-blog

Continua a leggere

I post che si scrivono da soli!

Questa volta forse ho esagerato a fantasticare con il titolo, ma prima di giudicare vi consiglio di leggere questo articolo. Come ho già detto precedentemente, scrivere regolarmente su un blog, è l’arma vincente per avere successo. Scrivere molto nei giorni liberi e quasi per niente nei giorni più impegnativi, sarebbe inutile e poco produttivo.

blogvisite.jpg

Quotidianità, l’arma vincente

Vi spiego meglio il perchè, poniamo il caso che la Domenica, è la nostra giornata libera e quindi iniziamo a pubblicare decine di post, ben presto gli utenti del nostro blog, che poniamo sono 100, capiranno questo e vi visiteranno solo in quel dato giorno. I vostri accessi settimanali, saranno 100. Ma se voi pubblicate quotidianamente, i vostri utenti, saranno costretti a visitarvi ogni giorno e in unica settimana, non ricevereste 100 visite, ma 700, un incremento delle visite settimanali del 700%.

Questi naturalmente, sono solo dati oggettivi, ma da quando utilizzo questa metodica, posso assicurare che gli accessi settimanali, sono aumentati di circa il 200%.

Maggiori sono le visite e maggiore sarà la possibilità di guadagno. Certo capisco, che noi tutti non abbiamo la possibilità di scrivere quotidianamente, quindi vi consiglio di suddividere quei 7 articoli, che scrivete nei giorni liberi per tutta la settimana.

Schedulazione delle pubblicazioni

Con WordPress, potete programmare la pubblicazione, specificando data e orario. Programmare la data e l’orario è molto semplice. Quando scrivete gli articoli, alla vostra destra, dovreste trovare la scritta “Modifica data e ora”. Bene ora cliccate su Modifica. Ora impostate la data di pubblicazione ed il gioco è fatto.

Dopo aver scritto il vostro post, invece di cliccare il bottone Salva o Pubblica, cliccate il link “Modifica”, vicino a “pubblica ora”.

pubblicazione schedulata

In questa maniera si aprirà un pannello di selezione della data e ora dell’effettiva pubblicazione che andrete a modificare a vostro piacimento. Alla fine cliccate il bottone “Pubblica”

pubblicazione schedulata 2

Non fate l’errore di cliccare “Salva“. Nonostante “Salva” possa apparire più intuitivo, in realtà induce WordPress a non pubblicare mai l’articolo ma a tenerlo in uno stato di “attesa revisione“. Cliccate invece “Pubblica” che pubblicherà l’articolo nella data e ora da voi indicata.

6 magnifici temi per WordPress

temi per wordpress

Se avete realizzato un nuovo blog con WordPress, se volete fare un bel re-styling del vostro blog o se insomma, siete alla ricerca di nuovi temi wordpress, vi consiglio di dare un occhiata a questa lista, che ho appena stilato, che racchiude alcuni dei migliori temi in giro per la rete. Ho cercato di scartare i temi più famosi e conosciuti, in questo modo, riusciremo a far distinguere il nostro blog dagli altri. Questi temi, sono particolarmente curati, sotto l’aspetto della grafica e del codice pulito e valido, per questo li reputo molto validi!

Incrementare i guadagni del proprio blog usando le Landing Pages

Quello che vi sto per scrivere mi frulla per la testa da parecchio tempo e periodicamente riprende vigore. Stavolta però lo scrivo su Dynamick per sentire le vostre impressioni.

incrementare guadagni con le landing pages

La mia idea è di creare un blog fatto esclusivamente da landing pages ovvero ogni articolo del sito si dovrà presentare come se fosse l’home page del sito. Il motivo di questo sforzo è di aumentare la credibilità della pagina e con la piena fiducia dell’utente, indurlo a compiere un’azione che nella maggioranza dei casi è il click su AdSense.

Sviluppo di seguito due concetti per arrivare alla mia tesi finale:

Cosa sono le landing pages

Usato nel gergo del marketing, la landing page è una pagina specializzata a cui il visitatore accede dopo che ha cliccato un link che solitamente si trova su un sito esterno e spesso è a pagamento (un banner o un collegamento sponsorizzato). La pagina è estremamente focalizzata su un particolare prodotto o servizio con lo scopo di indurre l’utente ad acquistarlo o a compiere specifiche azioni che comporteranno una vendita.

Ogni pagina è un’homepage

Il pensiero comune è che l’utente per arrivare ad una specifica pagina del nostro sito compia questo percorso:

  1. Arrivi alla nostra homepage
  2. Navighi all’interno del menu
  3. Individui un articolo di suo gradimento
  4. Legga l’articolo

Probabilmente ci sono utenti che compiono un tale percorso, ma nella gran parte dei casi il percorso è diverso.

Dobbiamo rivoltare il punto di vista e centrarlo non più sul sito ma sull’utente. E’ proprio questa la novità e la rivoluzione del Web 2.0. Non è il sito che, tramite la sua gerarchica organizzazione dei contenuti, fornisce gli spunti all’utente, ma è l’utente stesso ad aver in testa un obiettivo ben preciso che esterna ricercando tramite i motori di ricerca la pagina che più lo soddisfa.

A dimostrazione di questo concetto, dovete sapere che su Dynamick:

  • l’89% degli utenti arrivano dai motori di ricerca,
  • il 5% da siti esterni
  • e solo il 6% da accesso diretto.

L’obiettivo da raggiungere

L’obiettivo di ogni buon blogger è massimizzare i propri guadagni, ovvero i click effettuati sui banner o collegamenti sponsorizzati. Per ottenere questo risultato fondamentalmente ci sono 2 strade:

  • Aumentare il numero dei visitatori
  • Aumentare la percentuale di conversioni (click, iscrizioni, acquisti)

Per aumentare il numero di visitatori le tecniche e i suggerimenti sono tantissimi. Dall’ottimizzazione del codice HTML al link baiting, dal miglioramento dei contenuti ai social network.  Questo è un argomento di cui abbiamo già trattato e che tratteremo in altri articoli.

Per ora soffermiamoci sul secondo punto: aumentare la percentuale di conversioni. Questo si ottiene quando un utente pensa di aver raggiunto la pagina che cercava e quindi conclude la sua ricerca nel nostro sito.

Creare un blog di landing pages

Fondendo i concetti, l’idea è creare un blog fatto di landing pages. In questo modo l’utente che arriva dai motori di ricerca approderà su una pagina fatta su misura per le sue esigenze.

Eccovi un esempio di come potrebbe essere una landing page per un ipotetico articolo sull’iPhone:

 Landing pages - esempio

Chiarisco per punti le idee seguite per sviluppare la bozza qui sopra:

  1. Nell’header compare solo il titolo dell’articolo. Non è presente nessun elemento che possa disturbare il lettore. E’ stato rimosso anche il menu di navigazione.
  2. Nell’angolo in alto a destra è stata posizionata un’immagine attinente al testo dell’articolo per indicare all’utente che è nella pagina giusta. Quest’immagine potrebbe essere catturata in automatico attraverso le API di Google Image o Flickr e magari potrebbe comparire all’utente la domanda "Questa immagine è attinente all’articolo?".
  3. Sotto al titolo, nella zona più osservata della pagina è stato piazzato un banner adsense
  4. Il testo è formato da paragrafi corti, suddiviso da capitoli che facilitano la lettura
  5. Link utili: raccolta di articoli correlati ricavati automaticamente utilizzando i feed di Del.icio.us
  6. Raccolta di immagini provenienti direttamente da Flickr. Sono miniature per non distrarre l’attenzione dell’utente e arricchiscono la pagina contestualizzandola maggiormente.
  7. Leggi anche: sono gli articoli correlati per mantenere l’utente all’interno del nostro sito
  8. Se esistono, sarebbe interessante mostrare le ultime aste di eBay che contengono il nostro iPhone
  9. Sezione commenti: sempre aperti, in modo da creare discussioni e aumentare il contenuto della pagina
  10. Il footer contiene il logo del sito, le evenutali sezioni, il menu di navigazione, ovvero tutto ciò che solitamente risiede nell’header.

 Conclusioni

Forse ho scoperto l’acqua calda, forse queste idee potranno stimolare le meningi di qualcuno di voi. Sarebbe utile poter condividere le vostre impressioni nella sezione dei commenti per raffinare queste idee e magari produrre un prototipo da testare. Allora, cosa ne pensate?

Ritorna BlogBabel, che ne dite?

Con questo articolo, segnalo l’inaspettata riapertura, di BlogBabel, che si ri-presenta con una nuova veste grafica, sinceramente non entusiasmante, ma che sicuramente punta sulla semplicità e l’immediatezza.

Blogbabel riapre

 

Il servizio non è molto diverso da come lo ricordavamo, è stato migiorato, ma le funzioni principali, sono le stesse! In alto a destra, troverete un link con scritto "Tenete d’occhio questo spazio", da lì, entro il prossimo mese, sarà possibile registrarsi (questa funzionalità è ancora in fase di collaudo).

Lascio a voi la parola, che ne pensate?

20 Consigli per perfezionare il vostro blog

Link Popularity

Ampliare la propria Link Popularity è una delle tappe principali per un blog (o sito internet)

  1. Realizza dei temi per WordPress e inserisci un link verso il tuo blog, in breve tempo, se il tuo tema si rivela di successo, riceverai centinaia di link. 
  2. Registra il tuo blog in molte directory, come (DMOZ o YAHOO DIRCETORY). Esistono inoltre delle liste di tutte le directory dove poter inserire il proprio blog, eccone un esempio

 

Ottimizzare il proprio blog (WordPress)

Ottimizzare il proprio blog è uno dei passi più importanti per un blogger, ecco alcuni consigli

  1. Applicate dei temi con codice HTML e CSS validoe se possibile non pieni di immagini, javascript, flash ecc…
  2. Per ottimizzare al massimo il proprio blog, bisognerebbe ogni volta, inserire una serie di articoli correlati a quello scritto. Esiste però un plugin che farà questo automaticamente, stiamo parlando di “wp related post“. Molto utile!!!
  3. Realizzate una pagina nella quale inserite tutti i vostri articoli di successo.
  4. Monitorate con un servizio di statistiche gli articoli più visitati dai vostri utenti e cercate di realizzarne di simili.

blog di successo

Gli articoli, il cuore del blog

Fino ad adesso abbiamo parlato dell’involucro del vostro blog, adesso parliamo della parte più importante (che molte persone trascurano), ovvero il contenuto (gli articoli). Di seguito troverete alcuni consigli per realizzare degli articoli di successo..

  1. Nei vostri articoli non prolungatevi troppo, con descrizioni inutili.
  2. Se dovete segnalare un servizio aggiungete delle note personali o un giudizio.
  3. Alla fine di ogni articolo, cercate di far partecipare gli utenti con frasi tipo “E voi cosa ne pensate?”.
  4. Quando avete del tempo libero, realizzate una scorta di articoli, che potrete utilizzare, quando non avete tempo per scrivere.
  5. Quando citate un vostro vecchio articolo, linkatelo.
  6. Prima di pubblicare il vostro articolo, rileggetelo, in modo da evitare errori di gramamtica o frasi incomprensibili.

Guadagnare con il proprio blog

Qui di seguito una serie di servizi per guadagnare con il proprio blog

  1. LinLift, grazie al quale potete decidere di vendere da 1 a 10 link. Quindi se LinkLift valuta il vostro link con il prezzo di 10 euro, vendendo 10 link potrete guadagnare 100 euro. I pagamenti avvengono via PayPal.
  2. Text Link Ads, con funzionamento simile a quello di LinkLift.
  3. Google Adsense, non ha bisogno di presentazioni.

Investimenti

Investite i vostri primi guadagni nei seguenti modi

  1. Se non ne eravate già in possesso, comprate un hosting professionale, come aruba, register ecc…
  2. Avviate una campagna con Google AdWords
  3. Acquistate dei link con LinLift o Text Link Ads
  4. Come ho già detto in un mio precedente articolo, investendo una piccola cifra, potete indire un contest, attirano centinaia di nuovi utenti ed aumentando la vostra link popularity

Come avrete potuto notare, in tutto i consigli sono 19, il ventesimo lo lascio scrivere da voi. Parlate delle vostre scoperte o delle vostre esperienze personali; vi aspetto nei commenti!

Non cercare gli articoli, devono essere loro a cercare te!

In questo mio nuovo articolo, vorrei fornire un piccolo consiglio a tutti i blogger che seguono Dynamick. "Non cercare gli articoli, devono essere loro a cercare te!". Tempo fa, navigavo sistematicamente su internet, con l’unico scopo di trovare idee per nuovi articoli; risultato!? Pochissimi articoli e molte volte di scarso contenuto.

Adesso invece, cerco di applicare la mia passione, realizzando lavori, alcune volte anche superflui, ma grazie ai quali imparo cose nuove, che immediatamente metto a disposizione di tutti. In questo modo, gli articoli non sono mai monotoni, risultano sempre interessanti e inoltre imparo anche io cose nuove.

Voi cosa ne pensate? Vi aspetto nei commenti

Articoli

 

 

Scambio link, ricevere traffico targettizzato

Molti di voi probabilmente adottano la tecnica dello scambio link, che a mio avviso è utile e importante, naturalmente se utilizzata con intelligenza! Qui di seguito analizzeremo i vari aspetti dello scambio link (principalmente tra blog).

scambio link

BlogRoll

Un BlogRoll è una raccolta di link (verso altri blog) che in genere si trova in ogni singola pagina. Personalmente ho sempre “odiato” questo genere di scambio link, in quanto lo reputo totalmente inutile (se si spera di trarne profitto in ambito SEO).

Criteo invece (un servizio online completamente free), offre la possibilità di inserire nel proprio blog, una BlogRoll, che si adatta ai vostri contenuti. In questo modo offrirete agli utenti del vostro blog un servizio utile ed inoltre inizierete a ricevere traffico altamente targettizato dagli altri blog che utilizzano il servizio in questione; un dei tanti fattori positivi di questo servizio, è che potrete personalizzare in base alla grafica del vostro blog, i link che appariranno.

Lo scambio link tra articoli simili

Se nella rete trovi un articolo simile o che completa uno scritto precedentemente da te, contatta l’autore per richiedere uno scambio link tra articoli. In questo modo metterai a servizio dell’utente una risorsa che probabilmente lo interessa ed inoltre riceverai traffico targettizzato (in quanto interesseto a ciò di cui parli), da un altro blog.

Voi quali tecniche utilizzate? Per implementazioni o segnalazioni, lasciate un commento!