4 Temi per WordPress

Temi WordPress

Segnalo 4 ottimi temi per WordPress. Arrivano da ThemeTation, un sito che ho scoperto da poco, gestito da Kai Loon, un web designer della Malesia. Nella sezione dedicata ai temi per WordPress mette a disposizioni 4 sue creazioni, 3 delle quali gratuite e una a pagamento (30 dollari). Come potrete vedere, il suo stile è pulito e raffinato e si mostra abile nella tecnica della creazione dell’HTML e fogli di stile.

I temi sono questi:

  • tema wordpressOur Community (stile premium, 30 dollari, demo). E’ indicato per creare community, dispone di un proprio gestore di banner e inoltre trasforma il numero di lettori del feed in testo.
  • tema per wordpressBlue Blog (Free Theme, gratis, demo). Layout a 3 colonne, le due laterali supportano i widget. Sono integrati plugin per la gestione di Digg, StumbleUpon e Delicious. Supporta WordPress 2.6.
  • download tema wordpressCryBook (Free Theme, gratis, demo). Tema semplice ispirato a FaceBook, a tre colonne. Contiene uno scambiatore di tema che lo rende personalizzabile in 3 colori. Particolarità: oltre ad essere tableless è anche imageless, ovvero tutte le immagini usate per il layout sono sfondi del foglio di stile.
  • Scaricare temi wordpressSuperFresh (Free Theme, gratis, demo). Ispirato alla natura dove il verde impera, questo tema ha tre colonne. E’ caratterizzato da un articolo "speciale" evidenziato nell’home page. Molto carino!

Ottimi template gratis per siti professionali

Template GratisOggi vi propongo 5 ottimi archivi di template gratuiti di ottima qualità. Si tratta di siti che propongono design web di qualità superiore per unicità e creatività, ideati da certificati professionisti del web design.

Template World

Template World Tutti i template di Template World sono gratis, senza tabelleW3C-compliant. Sono layout creati dai designer di Template World. Questi template sono stati provati e sono compatibili con la gran parte dei più famosi browser in circolazione sui principali sistemi operativi. La licenza è Creative Commons 2.5, che significa che siete liberi di modificare il layout per adattarlo al vostro personale gusto. L’unico vincolo è l’obbligo di inserire un link a Template world.

Studio7Design

template di Studio7Design I template di Studio7Design fanno parte della serie Nautica e sono layout open source. L’uso è gratuito per siti a carattere no-profit o per siti personali. La licenza usata è la Creative Commons 2.5.

Andreas Viklund templates

Andreas Viklund templateAndreas Viklund mette a disposizione gratuitamente i suoi migliori template, tutti rigorosamente in XHTML e CSS. Sono completamente gratis per tutti gli usi possibili senza nessuna limitazione o obbligo. L’unica richiesta è di inserirlo nei crediti, ma solamente se lo volete fare.

 Solucija Template

Solucjia TemplateIn questo sito è possibile trovare template per siti web gratuiti e completamente XHTML / CSS. Possono essere usati senza limitazioni sia su siti non commerciali che su quelli commerciali. L’unica richiesta non obbligatoria è di inserire nei crediti un link a Solucjia Design nel footer della pagina.

Open Design Community

Open Design CommunityLa community Open Design (The Open Design Community – TODC) è un gruppo di web designer votati all’open source che contribuiscono alla crescita della comunità fornendo centinaia di template in formato XHTML e CSS, completamente gratuiti. L’obiettivo di questo gruppo di persone è di rendere internet un luogo esteticamente più bello. (via AjaxPath)

Progettare form per applicazioni web

Web form - come progettarleLe applicazioni web usano i form in modo estensivo per raccogliere dati dagli utenti. Non sempre, però, vengono usate in modo consistente. Variazioni nell’allineamento dei campi e delle loro relative etichette, bottoni e gli elementi visuali che attorniano i form possono aiutare o impedire il corretto utilizzo degli stessi.

Oggi segnalo un ottimo articolo che prende in considerazione alcuni aspetti che caratterizzano i moduli web e ci aiuta a comprenderne i pregi e i difetti di alcune soluzioni.

Layout

Quando il tempo di compilazione deve essere ridotto al minimo e i dati da raccogliere sono facili e familiari all’utente come il nome, l’indirizzo, allora il layout da preferire è quello verticale. Etichette e campi sono uno sopra l’altro in modo da diminuire il movimento degli occhi e facilitare di conseguenza la lettura. L’accoppiamento tra etichetta e campo è data dalla prossimità verticale. Spesso, per aumentare il peso visivo dell’etichetta si consiglia di renderla in grassetto.

form verticale

Quando invece i dati da raccogliere non sono familiari e il modulo è lungo, allora l’approccio migliore è quello delle etichette allineate a sinistra. In questo caso l’utente sarà facilitato nella lettura dei campi che potrà leggere tutti insieme.

etichette allineate a sinistra

Un modo alternativo è quello di allineare le etichette a destra, in modo da rafforzare il legame tra etichetta e campo. D’altro canto, questa soluzione crea uno spazio irregolare a sinistra che rende la scansione di lettura verticale meno immediata. Noi occidentali, abituati a leggere da sinistra a destra, preferiamo avere un punto fisso a sinistra, all’inizio della riga e per questo è meglio allineare le etichette a sinistra.

etichette allineate a destra

Uso di elementi visuali

Visto che la soluzione "orizzontale" a sinistra, sembra essere la migliore, cerchiamo di ovviare al suo principale svantaggio, cioè della separazione visiva tra il campo e l’etichetta.

Si possono aggiungere quindi sfondi colorati e righe di separazione. Sebbene questo approccio sembri ottimale, in realtà comporta alcuni problemi. Il modulo è in effetti sporcato da elementi che distraggono la nostra innata capacità di raggruppare visivamente gli elementi. Nella figura sotto, vediamo che sono stati introdotti 15 nuovi elementi.

elementi visuali

Questo non significa che sfondi e righe di separazioni non debbano mai essere usate. Quando è fondamentale dividere blocchi di domande, sottili righe orizzontali e leggeri sfondi si possono usare. Entrabi questi elementi grafici sono soprattutto utili quando si vuole evidenziare il bottone che intraprende l’azione.

elementi correlati

Azioni primarie e secondarie

L’ultimo aspetto che prendiamo in considerazione sono i bottoni o i link che permettono di compiere l’azione principale e secondaria. Di solito si tratta di sottomettere il modulo o di cancellarlo.

L’azione primaria deve essere visualmente molto carica (colori chiari, testo grassetto, sfondo colorato) rispetto agli altri elementi del modulo e deve essere allineata ai campi di immissione.

Quando un modulo ha più di un’azione possibile, come "continua" e "torna indietro", è consigliato diminuire la forza visiva dell’azione secondaria. Questo minimizza la possibilità d’errore da parte dell’utente e conduce l’utente alla terminazione del processo di compilazione.

 bottoni d'azione

(traduzione da Web Application Form Design, di User Interface Engineering)