imo.im e la chat è multi account

Skype, Msn, Facebook, Gtalk, Aim e tanti altri client di instant messaging si prefigurano nel nostro pc come veri e propri “mangia memoria” in concomitanza con i tanti altri software che sono attivi nella macchina. Per ovviare a questo problema e ridurre finestre e operazioni attive sul nostro pc è da qualche tempo online il servizio offerto da imo.im, che mette a disposizione la possibilità di collegare in un’unica pagina web tutti i propri account di Skype, Facebook, MSN, Yahoo Messenger, Aim (ICQ), Jabber,  GTalk (Google Talk) e persino il client di instant messagging incluso in Myspace.

Lo abbiamo provato senza registrazione collegando per primo il nostro account Facebook collegando ad esso tramite la funzione “Account Linking” presente sulla sinistra altri client. Il test durato circa una settimana ci è servito per verificare quanto il servizio fosse sicuro e funzionale oltre che rapido. Nonostante la grande mole di contatti raggiunta coi vari account, i risultati sono stati davvero positivi, il servizio non ha mai mostrato ritardi o blocchi e le chat sono arrivate con puntualità e persino contemporaneamente. Un voto finale? Dieci e lode con unico difetto, la traduzione in italiano, anche se abbastanza intuitivo, avrebbe fatto senz’altro comodo ai meno esperti!

PS: Consigliamo di seguire il blog ufficiale poichè vengono rilasciate nuove funzionalità ogni settimana!!

50 icone gratuite sui Social Network

Sono 50 icone completamente gratuite che raffigurano i brand dei principali social network presenti su internet.

Le icone sono disponibili nelle dimensioni di 32px e di 16px e sono distribuite in formato vettoriale. Con tale formato è poi possibile ridimensionarle a qualsiasi altra grandezza per poterle adattare ai vostri design o per essere usata nelle stampe a 300dpi.

Nel pacchetto zip troverete le icone in 3 estensioni: EPS, PNG e GIF. I social network raffigurati sono:

Delicious, Flickr, Twitter, Retweet Button, Facebook, MySpace, StumbleUpon, Digg, Slash Dot, Mixx, Skype, Technorati, Reddit, FriendFeed, YouTube, LinkedIn, Newsvine, SlideShare, Google, Google Talk, Yahoo, Yahoo Buzz, Netvibes, AOL, Microsoft, MSN, Apple, MobileMe, App Store, Amazon, Last.fm, Mister Wong, Qik, Vimeo, Viddler, Virb, Tumblr, WordPress, Blogger, Posterous, Behance Network, Design Float, Deviant Art, Design Bump, Friendster, Bebo, Squidoo, Share This, RSS e Email.

qmpeople: community con chat, video e giochi

Oggi vi presento un’altra community di chat per completare la serie di articoli riguardanti i network di persone. E’ qmpeople, una community di ragazzi e ragazze che condividono le stesse passioni. E’ una piazza virtuale dove si può chattare, iscriversi ai vari gruppi di interesse e molto altro .

qmpeople

Sbirciando in giro per la rete, sembra che questa community sia nata nel 2007 con lo scopo di realizzare uno dei più grandi social network multilingua esistenti grazie capillare presenza in tutti e cinque i continenti con numerose versioni localizzate in sette lingue (italiano, inglese, spagnolo, francese, russo, portoghese, ucraino), in grado di rendere disponibili contenuti sempre aggiornati e prossimi all’utente finale. A breve è previsto il rilascio delle versioni in tedesco ed olandese. La versione in lingua inglese è stata già recensita come uno dei migliori siti di incontri gratuiti oggi in circolazione.

Ecco alcune delle tecnologie utilizzate:

  • Feed in formato ATOM ed RSS: utilizzati per consentire la sottoscrizione di contenuti tramite i più comuni reader.
  • FOAF (Friend Of A Friend): utilizzato per la gestione delle amicizie
  • Vcard: utilizzato per la gestione delle informazioni di profilo
  • Mappe di Google: Mashup per la rappresentazione visuale delle relazioni di amicizia nate grazie all’interno dell’intero network
  • XFN: utilizzato come marcatore dei siti personali
  • Microformati: ad esempio rel-tag utilizzato per la marcatura dei tag descrittivi
  • OpenSearch: per aumentare il grado di fruibilità di tutte le funzionalità di ricerca offerte della piattaforma.
  • API Twitter per l’aggiornamento del proprio status in rete

I servizi di qmpeople

Chat con foto

Il layout grafico si presenta come i più famosi portali della rete, 3 colonne con tonalità arancioni, molto accattivanti. I servizi offerti dal portale sono innumerevoli. Li presento qui sotto in forma di photo gallery in modo che possiate apprezzare l’interfaccia grafica presentata.

La più gettonata è la chat, un modo semplice e veloce per scambiare quattro chiacchere con gli altri membri della community. Oltre che essere molto veloce e usabile, ha la caratteristica di mostrare la foto degli altri utenti, in modo da selezionare immediatamente il proprio interlocutore, in base all’aspetto fisico o perchè magari lo si conosce già.

video chat

Un’altra particolarità di qmPeople è la possibilità di caricare filmati, selezionandoli dalla rete.

Mi sono divertito un mondo guardando i video caricati e alcuni sono veramente spassosi, come quello di Checco Zalone a Zelig che imita Tiziano Ferro. Grandioso!

Chat giochi

Per chi invece ha 5 minuti di relax, può giocare con i giochi messi a disposizione dal portale. Sono intuitivi e permettono di conoscere sempre più nuovi membri della community e, ovviamente, se si vince, si ha diritto ad un premio. Nel caso del Chi è ad esempio si possono vincere fino a 10 SMS gratuiti.

chat forum

Infine volevo segnalarvi il forum e il blog, per chi vuole lasciare un annuncio o chi ha il desiderio di esprimere il proprio pensiero o stato d’animo. Blog e forum sono gli ultimi due tasselli che completano il quadro e che rendono qmpeople un servizio ricco e esaustivo. Inoltre stanno per essere implementati i gruppi (anch’essi con supporto multilingua) che consentiranno agli utenti di tutto il network di scambiare opinioni sugli argomenti di maggiore interesse.

Conclusioni

Lo spirito che anima gli sviluppatori di qmpeople traspare nel sito che trasmette la loro voglia di comunicazione e condivisione, termini molto in voga nel Web 2.0. “Tecnologia” ed “emozioni” sono due termini che sembrano agli antipodi, ma possono diventare strumentali uno rispetto all’altro e qmpeople ne è un chiaro esempio.

Chat + Google Maps = RadiusIM

La chat con Google MapsRadiusIM, è un Instant Messaging gratuito e libero su web. Aggrega insieme molti servizi chat  in un’unico servizio. La peculiarità di RadiusIM è l’integrazione di Google Maps all’interno del suo sistema e permette di localizzare i contatti all’interno di una specifica area geografica. I contatti verranno visualizzati attorno alla mappa e saranno mostrati sia i propri amici della contact list, ma anche altri utenti localizzati in quell’area.

Se sei già registrato a MSN, Google Talk, AOL o Yahoo!, è sufficiente fare una piccola registrazione e indicare la propria posizione geografica. A quel punto, sei pronto a incontrare nuove persone, stringere amicizie, spostarti di località in località e vedere chi è online. Il blog degli sviluppatori vi terrà informati sulle ultime novità di questo bel servizio. Con RadiusIM nasce un nuovo modo, più completo e chiaro, di concepire la chat.

Pidgin (gaim): come installare il nuovo messenger su Linux

pidgin, il nuovo gaimPidgin, nuovo nome del pluripremiato  Gaim, ha finalmente fatto la comparsa sulla scena degli IM ( Istant Messengers). Con la versione 2.0.0 definitiva sono stati rimossi alcuni piccoli bug dal programma  e sono state ampliate le funzionalità. Ma che cos’è Pidgin e come lo si installa? A questa e ad altre domande cercheremo di rispondere in questo tutorial.

Pidgin è essenzialmente un programma per linux con la GUI gnome che funge da istant-messenger multi-protocollo, ovvero che riunisce in sé la possibilità di comunicare con un unico programma con amici e compagni di rete che utilizzano vari protocolli, ovverosia vari programmi-client di messaggeria istantanea (MSN, ICQ, yahoo messenger, etc.). Ormai questo tipo di applicazioni sta avendo un discreto successo sia in piattaforma Linux che in piattaforma Windows: solo per fare un esempio su Linux abbiamo il Kopete, uno dei più conosciuti client per KDE e anche Wango, che unisce in sé anche funzioni telefoniche/video, su Windows abbiamo trillian, molto  apprezzato per chi ha amici che utilizzano vari programmi.

In ogni caso, l’utente che voglia fare uso di un istant-messenger unificato come pidgin deve tenere in conto vari aspetti, come in tutte le cose, positivi e negativi:

  • Fra i positivi è da annoverare il limitato utilizzo di memoria (che sarebbe molto maggiore se si attivassero contemporaneamente 4-5 instant-messenger diversi) e l’uso di una piattaforma standard facile da apprendere e con comandi unificati.
  • Fra i negativi è  da considerare il supporto a meno funzioni rispetto ai client originali

Installazione 

L’installazione è semplice anche se un po’ lunga; occorre innanzitutto avere il GTK2+ installato (e soprattutto i development file, qualcosa dal nome simile a libgtk2-dev), oltre al gmake e al c++; consiglio inoltre di avere eseguito tutte quelle istallazioni ‘di rito’ per poter compilare su linux qualsiasi programma (nel caso contrario durante l’avvio del secondo comando si incorrerà in qualche errore). Inoltre in caso di continuati errori consiglio di installare le librerie collegate al vecchio Gaim, cosa possibile tramite il comando (valido per piattaforme *Ubuntu):

sudo apt-get build-dep gaim

Il file che viene scaricato dal sito è un file di tipo tar.bz2, che si scompatta tramite konsole:

utente@computer:~$  tar -jxvf pidgin-2.0.0.tar.bz2

successivamente, dopo essere entrati nella directory creata tramite cd pidgin-2.0.0 si deve anche compilare il programma col comando:

utente@computer:~/pidgin-2.0.0$  make

Se, durante il make, esce uno strano errore, potrebbe essere necessario installare le librerie dipendenti dell’ex-gaim. Per far ciò basta (sui sistemi *Ubuntu) dire:

sudo apt-get build-dep gaim

E poi, dopo avere acquisito i diritti di amministratore o col comando su (seguito da password) o col comando sudo (seguito dall’istruzione che si vuole eseguire in questo caso make install), si fa:

root@computer:~/pidgin-2.0.0$  make install

Adesso il programma è installato e possiamo vederne le caratteristiche principali lanciandolo: pidgin. 

Dobbiamo innanzitutto configurare l’account (o gli account) che possediamo in MSN, in ICQ e altro, basta farlo all’inizio, oppure da menu- account – aggiungi/modifica, ed inserire ogni singolo protocollo, ogni identificativo relativo, la password.

Caratteristiche

L’interfaccia grafica, come molte dell’ambiente GNOME è sobria e secca ed anche le funzioni non sembrano quella marea che siamo invece abituati a vedere in client più popolari come MSN o ICQ. Questo può essere anche un vantaggio per tutte quelle persone che vogliono che un instant messenger faccia il suo lavoro di instant messenger e poco altro (non bisogna pretendere che ti prepari il caffé!). In compenso la facilità di utilizzo che hanno raggiunto queste applicazioni non ha nulla da invidiare alla facilità con cui si può usare un’applicazione windows. Nel caso specifico di pidgin, inoltre, visto la richiesta crescente da parte degli utenti, oltre all’invio di un semplice messaggio possono essere effettuate varie operazioni, peraltro già da tempo integrate il altri famosi IM; questa è una lista non completa delle caratteristiche e delle operazioni che è possibile fare:

  • Supporto per i più comuni protocolli di IM (Aim, Gadu-Gadu, GroupWise, Icq, Irc, MSN, qq, Simple, Xmpp, Yahoo, Zephir)
  • caricamento automatico delle liste di amici dal server + liste di amici personalizzabili tramite il comando contatti – aggiungi gruppo e poi l’aggiunta di un amico qualsiasi all’interno del gruppo (per rendere quest’ultimo visibile)
  • l’invio di file, basta cliccare col pulsante destro sul contatto e selezionare ‘invia file’ (che su kopete non sempre era possibile)
  • il blocco di messaggi da parte di utenti non desiderati, ottenibile sempre col pulsante destro sul contatto-blocca/unblock
  • il log delle conversazioni, impostabile in tutti i suoi aspetti mediante menu-strumenti-preferenze-log e salvabile in html o in testo semplice a seconda di come lo si voglia manipolare successivamente.
  • Allarmi, personalizzabili tramite menu-strumenti-allarmi, utile quando si voglia che nel caso dell’ingresso in chat di un proprio amico il programma emetta un avviso di tipo sonoro
  • Miniature di foto del contatto.
  • Possibilità di utilizzare plugin particolari che ne estendono le funzionalità

Certo resteranno sempre coloro che vedranno in kopete un programma più accattivante dal punto di vista grafico, e magari (forse) un po’ più stabile. In ogni caso penso che Pidgin possa rivelarsi un’alternativa non indifferente sperando che in futuro altri piccoli bug si risolvano e si implementino nuove funzioni quali la formattazione ‘colorata’ di alcuni nicknames in certi protocolli e una gestione più approfondita ed intelligente del caricamento/salvamento delle liste di amici nel server.