on Google Earth

Aquila: il terremoto visto dal satellite con Google Earth

Terremoto aquila, foto dal satellite

Lunedì mattina la forza della terra si è scatenata con un terremoto in Abruzzo con un’intensità di 6.3 gradi di magnitudine. L’epicentro è stata una zona nelle prossimità dell’Aquila. Più di 200 persone hanno perso la loro vita, migliaia hanno perso la casa.

Gli ingegneri di Google Earth hanno già ricevuto le immagini dal satellite del terremoto utilizzando il nuovo satellite GeoEye. Si possono osservare queste nuove fotografie scaricando questo KML e visualizzandolo in Google Earth. L’immagine qui sopra mostra l’attuale paese di Onna ripreso dal satellite GeoEye.

Inoltre potete osservare i dati, leggere le notizie, guardare la zona del disastro naturale sul sito dedicato,creato appositamente dal team di lavoro italiano di Google. Troverete notizie tratte da Google News, mash-up (mappe personalizzate) create con Google Maps, informazioni sull’attuale attività sismica della zona e tutti i modi per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto.

La speranza di Google Italia è di dare agli utenti di internet la visione completa di quanto è accaduto e sta accadendo in Abruzzo.

terremoto abruzzo

mappa terremoto aquila abruzzo

Il file KML del terremoto è tenuto costantemente aggiornato e allineato con le sempre nuove immagini che arrivano dal satellite. Salvalo su Google Earth in "I miei luoghi" per tenerti aggiornato con le nuove immagini.

scrivi un commento

Commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

13 Commenti

  1. Non posso anche io unirmi alla risposta degli utenti a questo idiota di Giovanni, che si permette di scrivere queste assurdità, anche io vivo in una zona colpita da terremoto in tempi passati, fortunatamente non ho mai perso nessuna persona che conosco, ma dire di abbandonare il territorio la vedo proprio una assurdità. Allora dicci tu di dove sei che lo chiamiamo paradiso.
    E poi questo finitela di spendere i nostri soldi, secondo me quelli sono i migliori soldi che lo stato ha speso in questi ultimi tempi, speriamo solo che sia stato fatto tutto con criterio.
    l’Ignoranza è peggio del terremoto.

  2. per Giovanni………

    FAI schifo!!!!!! per te io saprei dove rtrovare un posto sicuro…te lo garantisco!!!!! come fa il cervello di un essere umano ad essere attraversato da simili pensieri? ammesso che tu sia un essere umano provvisto di cervello!!!!!!!!

  3. x Giovanni

    …e aggiungo: l’80% del territorio italiano è sismico e tu, nella tua immane ignoranza, pubblichi anche commenti del genere.
    Sì, sei veramente un idiota…

  4. quella gente dovrebbe andarsene da li’ e rifarsi una vita nuova in altri posti della terra invece di restare inchiodati e continuare a subire il terremoto e lamentarsi pure!ma come si fa?sono morte un sacco di persone e quelli continuano a rimanere lì e spendere i soldi donati invece che per ricostruirsi una vita altrove,a sprecarli per costruirsi casa proprio dove i loro cari sono morti…e dove la terra continua a tutt’oggi a tremare!!!ma andateneve per favore…RIDICOLI!!!!!!!!!!!!!E SMETTETELA DI BUTTARE I NOSTRI SOLDI INUTILMENTE!

  5. Molto interessante questo articolo… ma vedere queste immagini.. di interi paesi completamente distrutti e la gente che se è fortunata dorme in tenda fà star male…. speriamo che tutto si risolve al più presto..

  6. Spero che queste foto rimangano negli archivi per non dimenticare ciò che è capace la natura.
    Con queste testimonianze tutto il mondo si unirà al dolore degli abruzzesi.

  7. @Luca: io la vedo tutt’ora. Forse hai qualche problema di connettività o forse il sito è andato giù per qualche minuto. Comunque ora è pienamente fruibile e online.