Blogstand, i blog tornano su iOS

 

La creazione di contenuti e la loro fruizione da dispositivi mobili è sempre al centro dell’attenzione. Venerdì vi abbiamo presentato Summily, uno strumento che punta proprio alla selezione dei contenuti a partire da un discorso algoritmico ed automatico, l’applicazione che presentiamo oggi invece affronta il discorso dal punto di vista delle community. Continua a leggere

Week in App #5: Le migliori App Della Settimana

foto Week In App #1: le migliori App della settimana

Oggi e venerdì e puntualmente arriva Week in App  la nostra rubrica che raccoglie tutte le migliori applicazioni per iOS selezionate durante la settimana!

Notability (0,89€)

Chi utilizza molto il suo iPad per prendere appunti conoscerà le difficoltà che si incontrano per questo tipo di attività. Scarsa responsività, enrome consumo di memoria che incide sulla durata della batteria per non parlare della mancanza di flessibilità di questo tipo di app, molto complesse.

Notability risolve moltissimi di questi problemi ad un prezzo veramente basso rispetto alle app concorrenti. Si interfaccia con diversi sistemi di Cloud come Dropbox, Box e da poco anche Google Drive.E’ possibile prendere note in diversi modi:

  • Scrittura a Mano libera
  • Scrittura tradizionale
  • Evidenziatura
  • Note Vocali che vengono inserite nei tacquini
Ma gli strumenti non finiscono qui: La funzionalità zoom avanzata permette di prendere note anche per porzioni di testo molto piccole, inoltre è possibile organizzare al meglio i propri documenti tramite categorie e cartelle che rendono veramente semplice muoversi all’interno dell’app.
Notabilty offre moltissimi tipi di carta diversi per seguire le vostre esigenze, non rimane un’app isolata ma permette l’esportazione di un documento sia tramite iTunes che con i servizi di Cloud sopracitati. Supporta la stampa AirPlay e l’esportazione in altre applicazioni direttamente da iPad.
Uno strumento che davvero non può mancare per chi studia o lavora con il suo iPad!
Notability1
Notability3

Scarica Notability

OfflinePages (Freee + In App Purchase 4,99€)

In occasione di quanto sta accadendo a New York quest’applicazione rimane scontata nella sua versione lite. Offline Page è uno strumento molto interessante per limitare il consumo di Dati, sia da iPhone che da iPad.

Quest’applicazione è sia un browser avanzato, che permette di navigare il web accompagnato dagli strumenti che più si preferiscono: condivisione integrata con Tumblr, Twitter e Facebook ma anche Instapaper e Google Reader che sicuramente riguardano una clientela più avanzata.

La funzionalità principale di OfflinePages è però come dice il nome stesso dell’App la possibilità di salvare pagine web per mantenerle consultabili online. Questa funzione si può appoggiare su un account gratuito che viene creato direttamente nell’applicazione. In questo modo potrete sfruttare altri due strumenti dell’app i Bookmarklet sia per iPhone/iPad che per Pc/Mac così da indirizzare le vostre pagine sempre nello stesso posto, e anche un’indirizzo email che ha la medesima finalità.

Per la versione PRO si aggiungono funzionalità che in parte giustificano il costo elevato dell’app:

  • L’aggiornamento automatico per le pagine scaricate
  • salvataggio di pagine multiple o di interi siti tramite l’apposita funzione di link following
  • Intelligent Mode: una funzione che permette di ridurre la porzione di pagina da scaricare, così da limitare il consumo di dati per chi è in 3G
  • Tags: sarà possibile organizzare le proprie pagine tramite questa funzione.

 

OfflinePages2 OfflinePages2

Scarica OfflinePages

Calendars by Readdle (5,99€)

Calendars è sicuramente uno dei migliori calendari per iPhone. Permette la sincronizzazione tra Google Calendar ed il calendario interno dell’iPhone senza passare da un account Exchange per quanto riguarda l’email. Inoltre alcune funzionalità sono veramente interessanti sia per semplicità con cui ci permettono di svolgere alcune cose, sia per quello che riguarda l’aspetto esteriore dell’app che non risente del numero elevato di funzioni.

Con Calendars è possibile impostare un numero considerevole di paramestri così da personalizzare l’applicazione intorno alle nostre esigenze, con un livello di dettaglio veramente impressionante che riguarda: task, calendari, allarmi, e molto altro,

Le principali funzionalità del calendario sono:

  • Visione degli eventi in diverse modalità con supporto Landscape
  • Drag and Drop degli eventi tra i diversi giorni
  • Inserimento di un evento tenendo premuto
  • tastiera avanzata per l’inserimento rapido di allarmi

Il presso di questo strumento non è bassissimo ma è compatibile con le numerose funzionalità offerte!

Calendars 116Calendars 114

Scarica Calendars

NewsFeed (Free)

Questo FeedReader, segnalatoci da Paolo la scorsa settimana, è un’applicazione promettente e soprattutto gratuita e senza pubblicità. Si tratta di un client per Google Reader che arricchisce il servizio di alcune funzionalità per quanto riguarda l’anteprima. Come potete vedere dalle immagini sottostanti le news sono mostrate con un effetto CoverFlow che ricorda iTunes e che come per la Musica funziona discretamente anche per le news.

Qualche appunto non possiamo non farlo tuttavi e riguarda soprattuto la grafica dell’applicazione che non è tra le più aggiornate oltre a presentare qualche difetto per quello che riguarda la qualità delle immagini.

In definitiva è un Feed Reader da tenere d’occhio per quello che riguarda aggiornamento futuri, nel frattempo è gratuito quindi possiamo provalo senza un grande sforzo!

NewsFeed 13

Scarica NewsFeed

Undrip (Free)

Con l’aumento quotidiano di nuove piattaforme di condivisione tutte importanti per la nostra identità online diventa sempre più difficile organizzare il proprio tempo per la condivisione in accordo con gli impegni di lavoro o la scoperta del contenuto. Undrip è un servizio che ha per obiettivo quello di scremare il web sociale da quelle situazioni fastidiose come inviti a giorni, eventi non richiesti e spam.

Per raggiugnere il suo scopo l’app crea un ecosistema protetto basato su quelli che però sono i social network dove voi siete presenti : twitter, facebook, instagram, tumblr e anche il più recente App.Net

L’applicazione permette di aggiornare il proprio stato simultanemente su diverse piattaforme, con la necessità di pubblicare un link.

Il funzionamento poi è diviso in sezioni:

  • Flow: in questa sezione il contenuto condiviso dai vostri contatti viene presentato secondo un’ordine temporale o di popolarità. Con il comando Drip potrete decidere di far piovere questa notizia sulla vostra community e sotto ogni notizia vedrete le persone che hanno interagito con quel link, le loro modalità e i commenti su sulle diverse piattaforme!
  • DownPour: Questa sezione contiene le notizie più popolari sul web e all’interno dell’intera comunità di Undrip, strumento necessario per ampliare la propria  rete di interessi.
  • People: Selezionando una categoria potrete trovare le persone più influenti e interessanti del web ed iniziare a seguirle all’interno di Undrip
  • Me: sezione dedicata al proprio profilo, interessante per mostrare la propria presenza su questo nretwork a cui viene assegnato anche un posizionamento nella categoria di interesse!

L’applicazione presenta anche una sidebar sulla sinistra che permette di filtrare il contenuto in base alla tipologia di Media che contiene!

Undrip1Undrip107

Scarica Undrip

Anche la top 5 di questa settimana è conclusa, speriamo abbiate gradito le applicazioni che vi abbiamo presentato e nel caso abbiate dei suggerimenti non esistate a contattarci su TwitterFacebook o direttamente Riccardo, il curatore di questa top 5 settimanale!

Domande, segnalazioni o richieste sono bene accette anche nei commenti!
Alla prossima settimana!

Google Chrome da oggi su iPhone e iPad

Se ne parlava da giorni e finalmente da oggi potete scaricare dall’App Store e installare gratuitamente Google Chrome, il browser che sta guadagnando giorno dopo giorno fette importanti del mercato degli utenti web.

Gli ultimi dati mostra quanto sia importante essere attori “protagonisti” nel web. Gli utenti al mondo sono 2.3 miliardi quindi circa un terzo della popolazione mondiale è connessa a internet. Chrome è il browser preferito da 310 milioni di utenti. Per incrementare questo numero Google ha pubblicato da oggi, 28 Giugno 2012, il suo super browser sull’App Store, mettendolo a disposizione gratuitamente.

Il browser, disponibile da anni su windows e mac osx, ha sempre fatto della “velocità” la sua arma vincente e anche su iPhone e iPad si rivela molto prestante, superando già dalla nascita le prestazioni del browser nativo Safari che rischia di essere “sostituito” dagli utenti.
Integra inoltre la condivisione dei preferiti di uno stesso account, funzione molto comoda se si alterna l’utilizzo di dispositivi mobili a quello di computer desktop.

Interessante e molto apprezzata dagli utenti è la ricerca vocale che nei dispositivi mobili è indispensabile, visto che si usano spesso in auto e che la tastiera è sempre molto piccola. La ciliegina sulla torta è la dashboard con l’anteprima di tutte le schede aperte che provoca nell’organismo che la vede un’abbondante produzione di endorfine.

Tra le note negative, segnaliamo la non perfetta fluidità della navigazione su iPad: il problema è probabilmente dovuto alla giovinezza del software.

Mr Reader: Il miglior Lettore RSS per iPad [iOS App + Giveaway]

NewImage

Quando ho acquistato l’iPad 2 ho subito motivato questa scelta riferendomi alla necessità di accedere comodamente ai contenuti in mobilità, la dove l’iPhone non era più sufficiente a supportare quella mole di informazioni che richiedeva uno strumento dedicato come un tablet.

Gli RSS così come i social network sono una risorsa fondamentale nell’attuale struttura del web, e non riesco ad immaginare la blogosfera senza questo strumento. Sa serendipity che i social network e i motori di ricerca forniscono è importante, ma essere trovati dalle notizie è un’altra sensazione, e permette di strutturare una politica lavorativa.

Oggi parliamo di uno strumento che mette insieme le due cose,iPad ed RSS, un feed reader basato su Google Reader, che avevo già incluso tra le migliori applicazioni per iPad del 2011, sto parlando di Mr. Reader.

 Aspetto

La grafia di Mr.Reader è ancora di quelle classiche delle applicazioni iOS dei primi tempi, la struttura delle pagine è ottimizzata per una navigazione spontanea con entrambe le mani che supportano il tablet così da facilitare la navigazione. Sulla sinistra sono disponibili le nostre sottoscrizioni RSS, divise per le categorie che abbiamo assegnato loro.

NewImage

Il menu superiore ci fornisce alcuni strumenti utili ad organizzare queste risorse:

  • Aggiunta della sottoscrizione all’interno dell’app.
  • Gestione della vista attuale (all feed o news to read).

All’interno dell’applicazione, tramite utili scorciatoie è possibile accedere ai preferiti di google reader, i così detti Starred Items, alla struttura tag del vostro feed reader che è molto importante la dove decidiate di utilizzarlo in ottica di ricerca in un secondo momento. La ricerca interna, che prevede anche il salvataggio delle ricerche recenti.

Il tema di Mr.Reader è personalizzabile non solo all’itenro di quelli che sono abiti alterntivi della nostra applicazione. Stramite un servizio web accessibile da browser sarà possibile configurare un tema ad hoc secondo il nostro gusto. Ovviamente supporta il retina display del nuovo iPad.

Funzionalità Base

NewImage

Il numero di servizi offerti da Mr Reader è il suo punto di forza.

  • Mantiene fino a 10000 elementi per la durata di massimo un anno e stessa cosa vale per le tag.
  • L’offline reading è personalizzabile in modo approfondito, sia per post che per tag che per gli elementi preferiti.
  • E’ possibile gestire la struttura del layout con cui gli articoli sono presentati. L’applicazione infatti fornisce naturalmente una prima rielaborazione del contenuto per renderlo più leggero da scaricare e meno gravoso in termini di dimensioni testuali.
  • E’ possibile quindi impostare la dimensione dell’immagine, e il comportamento della memoria cache. La gestione di funzionalità rapide come il Read All.
  • Gli articoli possono essere letti in Full screen ed anche in questo caso la struttura della pagina è ottimizzata per la navigazione nei post e l’accesso ai servizi esterni più utili.

Funzionalità Esterne

I servizi correlati ad un’applicazione centrale come il feed reader sono cruciali per la vostra produttività in campo di produzione di contenuti. Durante la mia esperienza di blogger ho imparato come le notizie fresche siano fondamentali anche solo in ambito motivazionale e l’ispirazione non può che essere ben supportata se utilizzate gli strumenti giusti.

Chiaramente non c’è nessun metodo infallibile ed è per questo che uno strumento come un feed reader deve essere versatile rispetto al suo utilizzatore, come lo è Mr.Reader.

NewImageNewImageNewImage

Eccovi quindi l’elenco completo dei servizi esterni da lui supportati

  • Send2Mac: strumento beta ma estremamente utile. Un plugin per Mac permette di inviare una pagina direttamente al vostro browser di default, via internte.
  • Twitter, Facebook
  • Tumblr, Posterous: la loro presenza non è scontata, in quanto risultano uno strumento molto utile per diffondere rapidamente opinioni più lunghe di 140 caratteri o accedente discussioni durature.
  • Instapaper e ReaditLater (Pocket) e Readability
  • Open In Specific Browser(atomic web, grazing, icab mobil,e mercury) quindi non sarà necessario passare per il jailbreak.
  • url shorter (bit ly è supportato anche come api)
  • Deliciosu, diigo, pinboard e zootool
  • Evernote
  • Buffer: applicazione utilissima per lo scheduling dei tweet e degli status su facebook.
  • iOS App: Omnifocus, things
  • Tinderizer e send2reader per mandare i link al vostro kindle

L’altro aspetto importante della presenza dei servizi è la loro accessibilità.

NewImageNote 2

Il menu della pagine è posizionabile in ben tre posizioni per soddisfare le esigenze di destrorsi e mancini o anche di chi naviga con l’ipad appoggiato.

In alto possiamo accedere a diversi sistemi di ottimizzazione del testo, offerti da servizi web integrati.

Il menu laterale si compone di alcuni strumenti molto utili: accesso diretto ai servizi scelti da voi, tag, starring, unread, scorrimento, azioni testuali avanzate (è possibile sia agire sulla disposizione del testo che sulle dimensioni dei caratteri, sul font, sull’indentazione)

Conclusizioni + Giveaway

Queste motivazioni mi hanno spinto a utilizzare Mr.Reader per diversi mesi con massima soddisfazione. Non è l’unico strumetno di qualità in questo campo tuttavia mi sento di dire che ad oggi è sicuramente il migliore, probabilmente  la discussione è ancora aperta con il principale concorrente Reeder.

Voglio infine premiare voi lettori con alcuni codici reedem forniti gentilmente dallo sviluppatore di Mr Redaer. Condividete questo articolo su Twitter o Facebook e segnalatecelo in un commento! Due codici reedem saranno sorteggiati tra i nostri lettori!

VooMote Zapper: l’iPhone Incontra la Tv

Slideshow pic 01

Tra i tanti prodotti che circolano attorno al mondo di Apple ed in particolare a quello dei dispositivi mobili con iOS abbiamo scelto di mostrarvi quelli legati al mondo della fotografica come lenti e cover.

Non esistono però solo questo tipo di strumenti e talvolta le applicazioni incontrano dei Plugin Hardware che migliorano e aumentano le grandi potenzialità di questi Smartphone.

Oggi voglio parlarvi del VooMote Zapper un telecomando universale che con un semplice click porterà tutti i controller della vostra casa a riunirsi nel vostro iPhone.

Overview

Zapper Phone schräg Green

Una volta acquistato lo zapper nella confezione troverete solamente il vostro nuovissimo gadget e il libretto di istruzioni per l’installazione.

Questo tool è compatibile con tutti i dispositivi Apple come iPhone, iPod Touch e iPad, una volta inserito nella porta frontale del vostro iDevice, vi verrà notificata la necessità di scaricare un’applicazione apposita e gratuita per poter usufruire delle funzionalità dello Zapper.

2012 03 10 18 08 48

La tecnologia utilizzata è quella infrarossi quindi dovrete puntare il vostro Zapper in direzione del dispositivo che intendete comandare, l’applicazione funge da database dei dispositivi più diffusi ma è anche possibile aggiungerne di nuovi tramite l’editor interno.

How To

Per aggiungere un nuovo dispositivo dovrete anzitutto selezionare la stanza di appartenenza, in quanto è possibile organizzare la propria suite di apparecchi home video per le diverse stanze della vostra casa.

2012 03 10 18 10 452012 03 10 18 25 182012 03 10 18 11 58

Una volta selezionato l’ambiente potrete procedere con l’aggiunta del telecomando; tra i dispositivi supportati troviamo:

  • televisori
  • dvd player
  • hi-fi
  • Dispositivi di automazione domestica
  • decoder

e molto altro ancora.

Per ogni dispositivo sono disponibili le marche e successivamente i modelli già contenuti nel database dell’applicazione, che viene aggiornato periodicamente.

E’ possibile aggiungere anche manualmente alcuni telecomandi:

2012 03 10 18 12 092012 03 10 18 12 282012 03 10 18 12 30

Se il modello non è incluso allora partendo dalla marca e dal dispositivo verranno provati una sequenza di comandi per costituire il vostro Remote Control ad Hoc. Alternativamente è possibile insegnare all’applicazione  partendo dal telecomando originale del vostro dispositivo.

Nel caso decidiate di procedere per tentativi di configurazione, vi verranno proposte diverse soluzioni da accettare nel caso funzionassero, tutta la procedura è comodamente guidata da un tutorial interno.

Funzionalità

Il VooMote Zapper non è un semplice telecomando, infatti oltre a racchiudere tutti i vostri controller in un solo dispositivo, permette di personalizzarne l’utilizzo attraverso gesture e Macro.

 

2012 03 10 18 23 312012 03 10 18 21 102012 03 10 18 21 37

Per quanto riguarda le marco potrete creare dei tasti personalizzati che comprendono molteplici operazioni: ad esempio potrete fermare e riattivare la registrazione video con un semplice tasto, potrete anche gestire i tempi di esecuzione di ciascun comando.

Le Gesture sono invece una funzionalità invariate e dipendono dal telecomando per cui ripropongono le funzioni più importanti. Sono disponibili 4 gesti:

  • Tab
  • Doppio Tab
  • Pressione
  • Scorrimento

E’ possibile consultare tutti i telecomandi di una stanza attraverso la funzione carusel, molto in stile Apple.

Conclusioni

Il VooMote Zapper è un accessorio vermaente interessante per il vostro iPhone e funziona anche su altri iDevice, il costo non è contenuto, ma le funzioni offerte sono moltissime e utili soprattutto a chi come me utilizza suite di home theatre o ha diversi televisori.

Mi raccomando non divertitevi a cambiare i canali dei televisori nei mega Store.

Potete acquistare il VooMote Zapper al prezzo di 69,95€ presso il negozio online ufficiale, o in uno dei rivenditori autorizzati tra cui:

  • Euronics
  • Expert
  • Techno Tron
  • Scorzoni
  • Sabatini

e Molti altri, l’elenco completo è disponibile sul sito web di Zero1.tv.

App Store e Cydia Store insieme ancora meglio!

NewImage

Cydia fornisce diverse categorie di prodotti ai suoi utenti: Tweak, strumenti che vanno ad integrarsi con il sistema o altre App e vi aggiungono funzionalità: applicazioni simili a quelle dell’App Store; Temi e Suonerie per abbellire i vostri iDevice.

Tra tutti quelli forniti dal Cydia Store oggi vogliamo presentarvi quelli che in barba ad ogni genere di concorrenza, vanno a migliorare proprio l’applicazione fondamentale fornita da Apple a cui Cydia si pone in alternativa: l’App Store.

AppStorelous

2012 03 25 17 32 52

Appstorelous è il tweak sognato da tutti gli utilizzatori di Installous, che anche se è molto migliorato negli anni come fluidità di navigazione ancora non è il massimo rispetto ak servizio fornito da Apple. Il Tweak che vi presentiamo aggiunge due bottoni che si collegano direttamente alla nota App di Cracking. Il primo “download” apre direttamente la pagina da cui scaricare le applicazioni, il secondo “metti in coda” rappresenta una sorta di wishlist temporanea in cui memorizzare i download da eseguire in seguito.

Ricordiamo che scaricare le applicazioni tramite Installous è illegale e noi di Dynamick non vi invitiamo a farlo, queste informazioni sono solo a scopo illustrativo.

Account Changer

2012 03 25 17 32 42

Questo tweak risulterà molto utile a chi come me utilizza un account straniero, nello specifico americano, per scaricare applicazioni in offerta e alternative non presenti nel nostro Store. Il Plugin aggiungerà un comodo tasto nella pagina aggiorna che ci permetterà di passare da un account all’altro in un attimo.

Stay Opened

2012 03 25 17 41 10

Personalmente mi trovo spesso a portare avanti sessioni di navigazione abbastanza lunghe nell’AppStore per cercare applicazioni utili sia per i miei articoli che per me. Una delle funzionalità che più mi infastidisce nell’AppStore é proprio la chiusura che avviene ad ogni conferma di download e mi riporta sulla homescreen ad aspettare la conclusione del caricamento. Con questo tweek una volta cliccato sul tasto installa, il download partierà ma voi potrete proseguire nella vostra navigazione.

Password Pilot & No AppStorePass

NewImage

Questi due plugin per L’App Store permettono di eliminare il fastidioso messaggio di inserimento della password che avviene al primo collegamento con lo store. Personalmente non mi è mai capitato di ringraziare questa “protezione” dell’account tuttavia se avete bambini piccoli che possono accedere al vostro iPhone forse questo tweak non è per voi.

AppSize &  AppStore Upadate Size

NewImage

NewImage

Si tratta di due utilissimi tweak soprattuto quando si utilizza la propria connessione 3G per il download delle applicazioni. Recentemente Apple ha aumentato il limite da 20Mb a 50mb per il download in mobilità, quindi è bene stare attenti a quanto si scarica per ogni singola applicazione. Il primo dei due plugin aggiunge un popup attivabile prementi tasto Home+iconaApplicazione che descrive la dimensione delle applicazioni, l’account con cui sono state scaricate e la data;  il secondo riguarda gli update di cui viene specificato il peso in mb. Vi ricordo che AppSize richiede Winterboard per funzionare. Entrambi i tweak sono gratuiti e disponibili nelle repository di Modmy e Bigboss

AppUpdateNotifier

NewImage NewImage NewImage

L’ultimo tweak che vi presentiamo oggi permette di aggiungere una funzionalità che in iOS 5 è stata fortemente migliorata fino a divnetare uno dei punti di forza del sistema operativo Apple, anche recuperando diverse cose dal concorrente android.

AppUpdateNotifier aggiunge le notifiche push relative agli aggiornamenti delle applicazioni che potremmo ricevere e gestire come per ogni altra applicazione. Così saremo sempre aggiornati e non perderemo mai di vista gli upgrade delle nostre applicazioni

Conclusioni

Tutti questi tweak si appoggiano al mobile substrate e per questo motivo comportano un maggiore utilizzo di risorse nei vostri dispositivi, tuttavia rappresentano soluzioni interessanti che personalmente ritengo dovrebbero essere già presenti di default ad esempio per quanto riguarda la dimensione dei download.

Voglio anche consigliarvi due applicativi che a differenza di quelli di cui abbiamo parlato poc’anzi non si integrano con il sistema ma rimangono come applicazioni vere e proprie le cui funzioni si sposano molto bene con l’App Store di Apple.

  • AppBackup: ne abbiamo già parlato, di questo utilissimo strumento che permette di effettuare il backup dei dati di ogni singola applicazione così da non pertere settaggi ed impostazioni nel momento di effettuare un ripristino di sistema.
  • AppStats: personalmente sono un patito delle statistiche, ma questa applicazione vi dice la verità su quello che utilizzate nel vostro telefono. E’ facile infatti scaricare moltissime applicazioni e poi non utilizzarle veramente.

Entrambi gli applicativi sono gratuiti e disponibili nella repository di BigBoss!

Faveous: tutti i tuoi link sempre con te

Faveous   The place for everything you like

Dopo avervi presentato CircleMe e le sue possibili applicazioni in ottica di personal branding, proseguiamo il nostro viaggio tra i servizi che si occupano di raccogliere la nostra attività online.

Overview

Schermata 02 2455980 alle 14 30 55

Faveus si propone come uno strumento che si posiziona al fianco di Social Network e News Network. Attraverso le sue funzionalità potremmo tenere traccia dell’attività che svolgiamo per ognuna delle fonti supportate, e visualizzarla in una comoda timeline ordinata e con diversi filtri che possono essere sfruttati per interessare possibili lettori.

Prima di focalizzarci su alcuni metodi di utilizzo del servizio, vediamo come questo può essere configurato e quali canali sociali sono supportati.

Twitter

Aggiungendo il famoso news network sarà possibile  vedere e gestire i propri elementi preferiti e volendo anche i link da noi condivisi.

Tra gli utilizzi della funzionalità “preferiti” di Twitter c’è il completamento della propria Mini Bio attraverso i propri messaggi rilevanti, quelli di utenti che stimiamo, particolari menzioni degne di nota, link che possono fornire informazioni ulteriori al lettore che visita per la prima volta il nostro profilo. Io ad esempio curo molto questa parte del mio account e controllo sempre quella degli utenti che visito prima di iniziare a seguirli.

I link condivisi possono essere sfruttati anzitutto come vetrina per avere un sunto della giornata o della settimana all’interno di Twitter. Oppure potremmo decidere di utilizzare Faveous per reindirizzare in un secondo momento questo stream altrove.

Facebook

L’applicazione può essere impostata per raccogliere i nostri Like riferiti alle pagine Facebook; anche qui è possibile aggiungere il raccoglimento dei link condivisi.

Io ho impostato una distribuzione omogenea dei miei link tramite un unico punto di uscita: Google Reader. Per questo ho preferito limitarmi ai Like.

E’ importante ricordare che non riusciremo a filtrare il rumore proveniente da Facebook a meno di limitarci ad utilizzare il nostro account al solo scopo promozionale.

Google Reader

Come dicevo poco sopra, attraverso un altro servizio, iffft ho predisposto la condivisione tramite Google Reader. Anche Faveous permette di sfruttare gli elementi “Starred” di Google Reader proponendo un sunto dei link in ordine cronologico. Attraverso la fonte RSS della timeline è poi possibile riprodurre tali link ovunque si voglia, un’utile risorsa per i vostri nuovi follower che potranno così ripristinare la defunta funzionalità di Sharing contenuta nella vecchia versione del Feed Reader di Big G

Altri Canali

Schermata 02 2455975 alle 23 42 05Faveous   Your Favorite Content in one place

Similmente a quanto avviene per gli altri due social Network sopra presentati è possibile aggregare anche altre fonti come ad esempio

  • LinekedIn, social network rivolto a partnership e relazioni  legate all’ambiente lavorativo.
  • Vimeo & Youtube & Dailymotion: Con questi servizi potremmo sfruttare Faveous anche per diffondere i video apprezzati sulle differenti piattaforme di videosharing.
  • Delicious, Read it Later e Instapaper: questi servizi, da noi molto apprezzati perché direttamente legati alla Content Curation, hanno un’integrazione a mio avviso ridotta e insufficiente, poiché purtroppo non sono integrati nel servizio con le loro API. Potrete quindi importare manualmente i vostri link senza però godere di una vetrina autoaggiornante di quanto processate giornalmente con questi strumenti.

Tools

Schermata 02 2455980 alle 14 37 57

Come abbiamo avuto già modo di vedere Faveous mette a disposizione diversi strumenti volti all’utilizzo del servizio stesso e alla sua integrazione in ottica di condivisione e personal Branding.

Anzittutto la pagina può essere resa pubblica attraverso le impostazioni, così da diventare a tutti gli effetti una Landing Page.

Inoltre attraversi i filtri presenti direttamente in Home Page qualunque utente avrà modo di muoversi nei differenti aspetti della nostra attività Online, spaziando da quanto apprezziamo su Twitter ai Like con cui impostiamo la nostra presenza su Facebook passando per i link da noi stessi condivisi e scelti.

Tag, e Like interni permettono di perfezionare ulteriormente la specificità di ogni azione contenuta in Faveous rendendo il servizio estremamente completo per qualunque attività di pubblicizzazione unendo la Content Curation al Personal Branding

Un bookmarklet permette di inserire Link e risorse direttamente all’interno della Web App in un’apposita sezione che viene creata al momento dell’importazione.

Sia la nostra Timeline che ogni singolo servizio può essere esportato in una fonte RSS così da poter essere diffuso all’interno dei feed reader o con apposite webapp in altri canali qualità Twitter, Facebook o Tumblr stessi.

E’ disponibile anche un’applicazione per iPhone, che ripropone in un’ottima interfaccia mobile le principali funzionalità di Faveous. Potrete quindi organizzare anche attraverso il vostro iPhone link  e like per un perfetto sistema di condivisione centralizzato.

2012 02 17 23 52 322012 02 18 00 33 462012 02 22 14 21 40

Conclusioni

Schermata 02 2455980 alle 14 31 20

Attraverso le differenti funzionalità che estendono anche dalla normale Landing Page, come gli strumenti di ricerca interna, i filtri e la possibilità di visualizzare i Top Link all’interno del servizio, Faveous si impone come strumento adatto all’attività di Blogging e di mantenimento della propria identità Online. Inoltre i tools messi a disposizione rendono questa attività decisamente semplice e continua.

Inoltre è possibile esportare tutti i dati in formato Delicious per un backup facile in un altro ottimo servizio di content curation e visual bookmarking.

Non vi resta che porvarlo e farmi visita!

Gioca in DOS su OSX con Aemula Oldies S!

Abbiamo passato ore e ore davanti ai semplici ma divertentissimi giochi per MS-DOS di ormai qualche decennio fa. Dopo il rilascio di iMAME, arriva su App Store un nuovo emulatore per DOS che ci permette di ritornare bambini, fare un passo indietro nel tempo: si chiama Aemula Oldies S ed è completamente gratuito. Scopriamolo insieme! Aemula Oldies S (in precedenza chiamato iDOS) è un emulatore di giochi DOS scaricabile gratuitamente dall’App Store:

  • Disponibile in tre versioni, una per iPhone ed iPod Touch, ed una specifica per iPad.
  • Contiene al suo interno le ROM dei giochi più famosi, le pietre miliari della nostra infanzia: infatti, troviamo classici come Prince of Persia e Commander Keen 4, titoli storici come Secret of the Oracle, Duke Nukem, Dangerous Dave in the Haunted Mansion, Scorched Earth, CD-MAN, CHAMP Kong e tanti altri.

  • Inoltre, gli utenti possono inserire nuove ROM utilizzando il programma iPhone Explorer.
  • Infine, si può inoltre acquistare Aemula Gamepad a soli 0,79€, un joystick migliorato che funziona con l’emulatore, proprio per offrire migliori prestazioni di gioco.

iDOS è stato più volte ritirato dall’App Store, nonostante abbia superato le verifiche della casa di Cupertino, perché permetteva di installare addirittura l’emulatore di Windows per iOS. Speriamo che con Aemula Oldies S non si ripeta lo stesso…

Riviste gratuite di videogiochi, come trovarle sul web

Il sempre più grande sviluppo, e conseguente diffusione, di un grande numero di tablet PC, iPad ed ebook reader fa si che uno dei mercati precedentemente poco sviluppato, quello dei giornali e delle riviste digitali, stia prendendo pian piano sempre più piede.

La differenza tra una versione cartacea e la corrispondente digitale è infatti evidente, in quanto ci sono una serie di indubbi vantaggi nel secondo caso, ad esempio il fatto che nella rivista possano essere inseriti ed immediatamente visualizzati i video, o può essere avviata una musica che farà da sottofondo mentre leggeremo la rivista, o ancora i link possono essere cliccati immediatamente senza dover perder tempo a copiarli, lettera per lettera, sul nostro computer come nella versione cartacea.

Continua a leggere

3 Applicazioni Social Per la Tua Musica

 

Di questi tempi internet si sta evolvendo nella sua connotazione sociale, estendo quella che la funzione base e la parola chiave del suo funzionamento: la condivisione.

Così i social network hanno prima raggiunto il tempo libero con Facebook, poi le News con Twitter e infine quelle attività pià specifiche che sono il Viaggiare con Foursquare e la fotografica, molto tempo fa con Flickr e da poco con Instagram e in molti altri campi.

Anche nel campo musicale l’evoluzione dei social network sta avendo un impatto notevole, con servizi come Last.Fm e Soundcloud: il primo pensato per raccogliere la passione musicale di un privato, il secondo esteso anche alla produzione di materiale vera e propria.

Nel campo mobile questa crescita non è passata in secondo piano, vediamo allora alcune applicazioni che ci permettono di sfruttare l’onda dei social network anche nel campo musicale.

iScrob (Free)

IMG 1461IMG 1462IMG 1464

 

iScrob è un player multimediale che vi permetterà di mantenere aggiornati i vostri dati su Last.fm

Sin dal primo avvio l’applicazione vi chiederà il login al noto servizio di condivisione musicale. Quando riprodurrete una traccia tramite quest’app avrete la possibilità di condividere il vostro gradimento sia su Facebook e Twitter, sia aggiungendo il tipico like di last.fm, in questo modo il servizio online che ricordiamo punta a creare una raccolta personalizzata di suggerimenti musicali, potrà indicizzare anche le vostre opinizioni in merito alla libreria musicale del vostro iPod Touch o iPhone

SoundShare (Free)

IMG 1450IMG 1448IMG 1446

 

Soundshare è l’applicazione di riferimento di un vero e proprio social network musicale.

L’applicazione si integra ottimamente con l’applicazione Musica nativa, da cui potrete partire per iniziare la vostra condivisione. Una volta in riproduzione la condivisione su Facebook e Twitter è rapidissima e per chi utilizza iOS 5 integrata con il sistema

IMG 1447IMG 1449

La connotazione sociale dell’app emerge immediatamente:

  • Trending, potrete vedere le canzoni più condivise dagli utenti ed ascoltarle in anteprima, su Youtube (uscendo dall’app) o comprarle sullo store.
  • Friends: l’interazione con gli utenti in maniera molto simile a quella di Twitter, potrete infatti seguire lo stream degli utenti tramite un follow, di conseguenza il vostro profilo risulterà pubblico. Spunto che abbiamo già visto funzionare su Instagram.
  • Infine sul vostro profilo appariranno in sequenza tutte le tracce che avete ascoltato tramite l’applicazione, per cui sarà visibile una pagina dedicata con tanto di immagine album e la possibilità di insierire like e commenti.

SoundTracking (Free)

IMG 1451IMG 1453IMG 1454

 

Un altro esempio di Social Network dedicato alla musica è SoundTracking di cui andiamo ad esplorare il funzionamento, anche questo costruito tramite le esperienze di altri network, basa la sua condivisione ancora una volta con follower e following

Molto simile ad Instagram come struttura di applicazione (del resto congeniale ad iOS), dal primo utilizzo abbiamo a disposizione oltre all’evidente tasto di condivisione altre funzioni:

  • Feed: dove possiamo vedere lo stream delle persone che abbiamo deciso di seguire
  • Trending: offre un mosaico molto interessante, formato dalle cover dei singoli e degli album, possiamo da qui ascoltare un anteprima e comprare la traccia su iTunes là dove è disponibile.

La struttura del profilo è anche questa molto legata ad altri social netwok, come anche le notifiche di eventuali commenti e like alle nostre condivisioni.

 

IMG 1456IMG 1460IMG 1459

Per quanto riguarda l’aspetto centrale dell’app, ovverlo la creazione di un nostro flusso, abbiamo la possibilità di scegliere tra diverse funzioni:

  • Music Search permette di condividere canzoni non presenti nella nostra libreria iPod
  • Music ID consente di riconoscere un brano ascoltandolo come avviene con applicazioni apposite quali Shazam
  • Infine On My iPod App, consente la ricerca nella propria libreria, e se una canzone è in riproduzione la condivisione è immediata.

IMG 1457

 

E sempre possibile aggiungere dettagli immagini  e geotaggarsi tramite l’applicazione.

Conclusioni

Questa tipologia di applicazioni è interessante perché, come ha fatto a sua volta Instagram con la sua esplosione, estendono la funzionalità di questi dispositivi in un campo che, si è ben coperto e sfruttato dai dispositivi mobili, ma che tutto sommato risulta in secondo piano rispetto a funzionalità mafari meno diffuse ma evidentemente più scenografiche.

La musica sociale l’avevamo già vista su i nostri dispositivi anche grazie alle applicazioni relativi ai servizi sopracitati come ShoundCloud, che probabilmente si è imposta grazie all’integrazione con Facebook e al tentativo finito male di Apple: Ping.  Tuttavia un social netwok dedicato, dove contano le opinioni degli utenti i loro like e le loro condivisioni non si è ancora imposto e forse queste app